Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

un luogo dove fare due chiacchiere in amicizia
kiteman
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 11716
Iscritto il: 07/01/2011, 21:02
Spot frequentati: Milano, Lago di Como, St. Moritz Al Lamber, Silvaplana & Bernina, Mare italiano (ogni tanto)
Ali: Ali Flysurfer preferibilmente foil
Tavole: RLBoards TT, HF e surfino, SUP RedPaddle
Località: Milano

Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da kiteman »

Su suggerimento del Motion apro questo nuovo post. : Thumbup :
Un luogo dove i beginner possono chiedere di tutto e farsi un sacco di seghe mentali.
Con i veterani che, dall'alto del loro piantone da 110 cm, rivolgendo il loro pietoso sguardo verso il basso, possono offrire parole di conforto a chi sta iniziando.

E parto quindi le domande già fatte nell'altro post.
kiteman ha scritto:Maaaa.. il piede posteriore voi veterani dove lo mettete?
Esattamente sopra il piantone, come ho fatto io oggi ottenendo sensazioni positive oppure leggermente dietro al piantone per avere più leva per controllare il beccheggio, come mi ipotizzata ITA?

Maaaa.. per far salire il piantone "tirate su" la prua della tavola con il piede anteriore e poi bloccate la salita e gestite l'assetto ri-appoggiandoci il peso come ho tentato io oggi, oppure il piantone sale da solo semplicemente aumentando la velocità di andatura?

Maaa.. è corretto usare il solo piede posteriore per gestire le inclinazioni laterali del piantone ed il solo piede anteriore per gestire l'assetto orizzontale e controllare il delfinamento?
Oppure li usate entrambe per le due cose?

grazie : notworthyc :
http://www.KiteVirus.it
Flysurfer | RLBoards | Peter Lynn | Red Paddle Co

Distributore in Italia per RLBoards: http://www.rlboards-italia.it

Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17170
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da Pat »

Molto bene.
Anche perche' dal prox fine sett. Sono a dare facciate anche io.

Inviato dal mio SM-N910F utilizzando Tapatalk
L'essenza del kite è: "state gobbi"

Avatar utente
Lumumba
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 8571
Iscritto il: 06/06/2011, 23:12
Spot frequentati: Piada coast | Petrus | Ragnolo | Senigay
Ali: Powered by:FOIL: 117 mq, PUMP 69 mq
Tavole: KobraRaceII|Radical4M|Birelluta Evo|Jungle Pro|Moses Verace
Località: Rimini/Malpensa

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da Lumumba »

kiteman ha scritto:Su suggerimento del Motion apro questo nuovo post. : Thumbup :
Un luogo dove i beginner possono chiedere di tutto e farsi un sacco di seghe mentali.
Con i veterani che, dall'alto del loro piantone da 110 cm, rivolgendo il loro pietoso sguardo verso il basso, possono offrire parole di conforto a chi sta iniziando.

E parto quindi le domande già fatte nell'altro post.
kiteman ha scritto:Maaaa.. il piede posteriore voi veterani dove lo mettete?
Esattamente sopra il piantone, come ho fatto io oggi ottenendo sensazioni positive oppure leggermente dietro al piantone per avere più leva per controllare il beccheggio, come mi ipotizzata ITA?

Maaaa.. per far salire il piantone "tirate su" la prua della tavola con il piede anteriore e poi bloccate la salita e gestite l'assetto ri-appoggiandoci il peso come ho tentato io oggi, oppure il piantone sale da solo semplicemente aumentando la velocità di andatura?

Maaa.. è corretto usare il solo piede posteriore per gestire le inclinazioni laterali del piantone ed il solo piede anteriore per gestire l'assetto orizzontale e controllare il delfinamento?
Oppure li usate entrambe per le due cose?

grazie : notworthyc :
1) nella strap (se no che ci sta a fare?)
2) entrambe
3) nn lo so..vado e basta :P
Io "sento" cosa ti trasmette e bilancio di conseguenza...poi ce chi e' portato e ci mette poco a capirlo...chi no e dopo anni ancora fatica a farlo planare.
Cmq son tutte pugnette....io mi son buttato alla "viva il parroco"...mai usato una direzionale in vita mia..dopo 3 ore di sane facciate ero padrone del mezzo..lasco compreso...poi che vada a due all ora e strambi a culo immerso..e un altro discorso.
"no es cuestión de tecnica....es cuestión de cojones"
Il BACKSTALL logora chi non cè l'ha.
Membro club "Bella Romagna Ueiv" & Birelluta lovers.

kiteman
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 11716
Iscritto il: 07/01/2011, 21:02
Spot frequentati: Milano, Lago di Como, St. Moritz Al Lamber, Silvaplana & Bernina, Mare italiano (ogni tanto)
Ali: Ali Flysurfer preferibilmente foil
Tavole: RLBoards TT, HF e surfino, SUP RedPaddle
Località: Milano

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da kiteman »

La strap posteriore è un dilemma.
Nel surfino c'è ma mi è sempre venuto meglio non usarla (a meno di voler fare bordi a cannone, tavola piatta, andatura e postura simil-race).
La strap impone il piede in "quella" posizione.
Con il piede libero (posteriore) mi sembra, anche con l'hf, di poter mettere il piede e-s-a-t-t-a-m-e-n-t-e dove deve stare, al millimetro.

La strap finora l'ho usata per acchiappare l'hf in partenza e posizionarlo.
Quasi quasi al posto della strap posteriore ci metto una maniglia. : Chessygrin :

Invece l'anteriore mi pare utile per controllare la prua, almeno per ora.
Ma il surfino strapless mi fa godere tanto di più e non vorrei che fosse lo stesso anche con l'hf.
Ma subito oppure dopo aver imparato? : think :

Mi serve ancora un'oretta in acqua per chiarirmi alcune cose. : think :
http://www.KiteVirus.it
Flysurfer | RLBoards | Peter Lynn | Red Paddle Co

Distributore in Italia per RLBoards: http://www.rlboards-italia.it

Avatar utente
silversurfer
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2489
Iscritto il: 10/02/2011, 9:16
Spot frequentati: Ancona
Ali: Ozone R1V2 17 e 11, Ozone Edge 10 e 7, Summit 12-8, Access 4,
Tavole: Hydrofoil Moses K106, tavola Groove Radical V3
Località: Ancona

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da silversurfer »

Diciamo che ci sono due assetti, uno per quando impari e l'altro quando già vai benino.

Quando impari il piede posteriore lo metti sopra il piantone o appena dietro quindi lo stance e più stretto, dopo man mano arretri la strap posteriore, quanto dipende dal piantone, la strap posteriore per quanto non usata nei primi giorni serve da maniglia per girare la tavola in prepartenza quindi meglio non toglierla, per evitare che il punto giusto per il piede posteriore caschi proprio sopra la vite anteriore della strap (fastidioso) conviene metterla indietro dove la mettono i pro così avrai la coperta libera dove ti viene da mettere il piede.

Il piantone fin che impari deve venir su da solo per la velocità poi imparerai a farlo venir su con un leggero olly (ecco il perchè della strap posteriore più indietro).
Perchè non farlo venir su subito con olly? perchè se non hai raggiunto la velocità giusta sali e riscendi di colpo e la sensibilità di capire quando la velocità è giusta la acquisisci col tempo.
I primi 1-2 giorni servono ad imparare a navigare a piantone basso ad una velocità stabile fino a raggiungere una velocità sufficiente a far salire il piantone da solo, nulla vieta di cazzare e salire subito ma di solito non sei in grado di controllare il delfinamento, sali e appena sei su laschi l'ala (istintivamente) e riscendi di botto, se invece impari a navigare stabile a 7-8-9 nodi vedrai che viene su progressivo e lo gestisci meglio.

L'inclinazione laterale non si dovrebbe gestire coi piedi (fatica inutile) ma con la vela ed il peso del corpo, vela alta stai dritto vela bassa inclini, la spinta dei tuoi piedi dovrebbe essere sempre perpendicolare alla coperta della tavola.

kiteman
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 11716
Iscritto il: 07/01/2011, 21:02
Spot frequentati: Milano, Lago di Como, St. Moritz Al Lamber, Silvaplana & Bernina, Mare italiano (ogni tanto)
Ali: Ali Flysurfer preferibilmente foil
Tavole: RLBoards TT, HF e surfino, SUP RedPaddle
Località: Milano

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da kiteman »

Silver, 1000 punti per il tuo intervento.
Hai centrato esattamente le risposte alle mie domande.
Quindi spinta piedi sempre perpendicolare alla coperta della tavola.. me lo segno.
http://www.KiteVirus.it
Flysurfer | RLBoards | Peter Lynn | Red Paddle Co

Distributore in Italia per RLBoards: http://www.rlboards-italia.it

Avatar utente
KiteRon
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2220
Iscritto il: 23/02/2011, 16:31
Spot frequentati: 151 Riccione | Adriatico | Monte Petrano | Carpegna | Tonale
Ali: Kahoona 5.5 | Peak3 6 | Sp4 Lotus 6 | Soul 8 | Cronix 8 | Cabo 11 | Sonic2 11 | Sonic2 15 l.e.
Tavole: HF Ketos | Radical5 138x42 | Nirvana | Buggy VMax II | MTB Trampa

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da KiteRon »

Con o senza strap (vedi tu se usarla o meno), il piede secondo me va dietro o leggermente dietro al piantone e non sopra. Per innescare il foiling aspetta che si inneschi da solo gradualmente con la velocità, tirarlo su con colpo di gambe è una cosa che si fa, ma dopo aver imparato un pochino. Sulla gestione laterale è come dice Silver, si fa con vela/baricentro corpo, non di piede.
Flymafioso della BANDA dei Piadinari

alfiero
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 1964
Iscritto il: 14/09/2012, 13:39
Spot frequentati: in genere posti ventilati
Ali: -
Tavole: -

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da alfiero »

non so se questo è il post preciso..ma visto che si richiede anche il parere dei beginners..espongo!
ho l'impressione che per i principianti che non vogliono tirare facciate,(appartengo a quella categoria)si abbia bisogno di un piantone telescopico,
Partire dai 30cm ,ed aver la padronanza,dopodiche alzare di 5/10 cm..quando si ha la padronanza della nuova altezza seguitare ad alzare di altri 5/ 10 cm e padroneggiare ancora..fino alla raggiungimento dell'altezza desiderata... : dribbleg : io (che non son nessuno ) farei cosi...sono sicuro che il mio viso resterebbe asciutto durante tutta la fase di apprendimento.. : Chessygrin : : ahahah :

Avatar utente
LONG
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3168
Iscritto il: 08/01/2011, 10:10
Spot frequentati: Calambrone (PI), Vada (LI), Perelli , Talamone, Donoratico.
Ali: Sonic2 9,18kitech rs 6,9,12,RALLY 6,8,Speed5 6,Aneema7,9,Stoke10,Soul10,plswell 4,8Nova4,6,10gong5sw
Tavole: Flyrace, CubeHydro Takoon 6.2.S.S. SRT 5.5,k.loose onda 5.8 NORTH PRO5.11Hydro Mhl,KETOS ,ZeekoAlaia
Località: LIVORNO

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da LONG »


Avatar utente
Lumumba
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 8571
Iscritto il: 06/06/2011, 23:12
Spot frequentati: Piada coast | Petrus | Ragnolo | Senigay
Ali: Powered by:FOIL: 117 mq, PUMP 69 mq
Tavole: KobraRaceII|Radical4M|Birelluta Evo|Jungle Pro|Moses Verace
Località: Rimini/Malpensa

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da Lumumba »

alfiero ha scritto:non so se questo è il post preciso..ma visto che si richiede l'impressione dei beginners..espongo!
ho l'impressione che per i principianti che non vogliono tirare facciate,(appartengo a quella categoria)si abbia bisogno di un piantone telescopico,
Partire dai 30cm ,ed aver la padronanza,dopodiche alzare di 5/10 cm..quando si ha la padronanza della nuova altezza seguitare ad alzare di altri 5/ 10 cm e padroneggiare ancora..fino alla raggiungimento dell'altezza desiderata... : dribbleg : io (che non son nessuno ) farei cosi...sono sicuro che il mio viso resterebbe asciutto durante tutta la fase di apprendimento.. : Chessygrin : : ahahah :
andate avanti con i portoni allora se nn volete tirar facciate...tanto se nn le tiri col nano piantone le tirerai dopo...in tutto ne risparmi 15...20????
Imparare a cadere fa capire COME cadere, dai su che pugnetta...son circa 3h di sofferenza...poi si va...col telescopico ce ne metti 6..tanto all'inizio si va a due allora...e nessuno e' mai morto x qualche facciata.
Un paragone e' quando avete imparato ad andare in bici senza rotelle...nn penso che voila'! e siete partiti senza mai cadere alzandovi le rotelle...prima o poi ve le han tolte...e' li qualche carteggiata c'e' scappata. x me i problemi sono altri...cioe' come gestire il bagaglio...e nessuno ci pensa.
1) quando si nuota vicino SEMPRE tenere le gambe piegate x nn scalciare le ali e ricordarsi che sotto la tavola ce un oggetto contundente.
2) In prepartenza tenerlo il piu possibile sopravento (se nn ce onda) cosi in caso di tirone dell ala nn ci finite sopra.
3) tenerlo di coltello il piu possibile e nn a piantone immerso.
Fin ora con questi semplici accorgimenti nn ho mai cocciato con le ali.
"no es cuestión de tecnica....es cuestión de cojones"
Il BACKSTALL logora chi non cè l'ha.
Membro club "Bella Romagna Ueiv" & Birelluta lovers.

Avatar utente
silversurfer
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2489
Iscritto il: 10/02/2011, 9:16
Spot frequentati: Ancona
Ali: Ozone R1V2 17 e 11, Ozone Edge 10 e 7, Summit 12-8, Access 4,
Tavole: Hydrofoil Moses K106, tavola Groove Radical V3
Località: Ancona

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da silversurfer »

Tanta, troppa teoria ..., come dice Lumu andate in acqua e non fatevi troppe seghe mentali, lungo corto alla fine non cambia nulla, il tempo che risparmiate col 60 poi lo perdete per passare dal 60 al 90.

Chi non casca non impara e soprattutto non impara a cascare.

Certo che se col 90 dopo 20 minuti lasciate perdere l'hydro, allora può servire il 60, ma è solo questione che siete "troppo" prudenti e poco motivati.

alla fine son davvero poche ore (2-3-max 4) di sacrificio, io ho imparato col KFA che è lungo 103 cm. con questo piantone prima di me Marco Calbucci e quest'estate un amico di Senigallia a cui l'ho venduto e che ormai già va bene, 3-4 uscite abbiamo imparato, tutti e 3 con lo stesso piantone da 103, non siamo dei fenomeni è solo che si impara con tutto basta un po' di volontà.

Piuttosto ribadisco che una tavola grande con un buon volume aiuta più del piantone, quella soglioletta tipo skimboard non la vedo bene, ma imparerai ugualmente anche con quella : Thumbup : .

kiteman
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 11716
Iscritto il: 07/01/2011, 21:02
Spot frequentati: Milano, Lago di Como, St. Moritz Al Lamber, Silvaplana & Bernina, Mare italiano (ogni tanto)
Ali: Ali Flysurfer preferibilmente foil
Tavole: RLBoards TT, HF e surfino, SUP RedPaddle
Località: Milano

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da kiteman »

silversurfer ha scritto: Piuttosto ribadisco che una tavola grande con un buon volume aiuta più del piantone, quella soglioletta tipo skimboard non la vedo bene, ma imparerai ugualmente anche con quella : Thumbup : .
Altro tema interessante.
Perché e dove aiuta il volume?
Io con la soglioletta son partito subito, o meglio ho trovato comodo poter infilare la tavola in acqua (galleggia poco) per mettere gambe/tavola/piantone in asse.
Non è che una tavola con volume che galleggia la partenza è più scomoda?
Io uso surfini senza volume e per le partenze li trovo stra-comodi.
Sarà per quello mi piace la soglioletta. : think :
http://www.KiteVirus.it
Flysurfer | RLBoards | Peter Lynn | Red Paddle Co

Distributore in Italia per RLBoards: http://www.rlboards-italia.it

fabriberna67
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 260
Iscritto il: 30/08/2016, 7:00
Spot frequentati: cremia colico
Ali: ozone R1 Flysurfer VMG Fone Diablov4
Tavole: CostaOvest Hydro Tarifa

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da fabriberna67 »

silversurfer ha scritto: Diciamo che ci sono due assetti, uno per quando impari e l'altro quando già vai benino.

Quando impari il piede posteriore lo metti sopra il piantone o appena dietro quindi lo stance e più stretto, dopo man mano arretri la strap posteriore, quanto dipende dal piantone, la strap posteriore per quanto non usata nei primi giorni serve da maniglia per girare la tavola in prepartenza quindi meglio non toglierla, per evitare che il punto giusto per il piede posteriore caschi proprio sopra la vite anteriore della strap (fastidioso) conviene metterla indietro dove la mettono i pro così avrai la coperta libera dove ti viene da mettere il piede.

Il piantone fin che impari deve venir su da solo per la velocità poi imparerai a farlo venir su con un leggero olly (ecco il perchè della strap posteriore più indietro).
Perchè non farlo venir su subito con olly? perchè se non hai raggiunto la velocità giusta sali e riscendi di colpo e la sensibilità di capire quando la velocità è giusta la acquisisci col tempo.
I primi 1-2 giorni servono ad imparare a navigare a piantone basso ad una velocità stabile fino a raggiungere una velocità sufficiente a far salire il piantone da solo, nulla vieta di cazzare e salire subito ma di solito non sei in grado di controllare il delfinamento, sali e appena sei su laschi l'ala (istintivamente) e riscendi di botto, se invece impari a navigare stabile a 7-8-9 nodi vedrai che viene su progressivo e lo gestisci meglio.

L'inclinazione laterale non si dovrebbe gestire coi piedi (fatica inutile) ma con la vela ed il peso del corpo, vela alta stai dritto vela bassa inclini, la spinta dei tuoi piedi dovrebbe essere sempre perpendicolare alla coperta della tavola.

Tanta, troppa teoria ..., come dice Lumu andate in acqua e non fatevi troppe seghe mentali, lungo corto alla fine non cambia nulla, il tempo che risparmiate col 60 poi lo perdete per passare dal 60 al 90.

Piuttosto ribadisco che una tavola grande con un buon volume aiuta più del piantone, quella soglioletta tipo skimboard non la vedo bene, ma imparerai ugualmente anche con quella : Thumbup : .
io non posso che confermare silversurfer al 100% poi ognuno fa di testa sua

Per imparare 30,60 o 90 e 105 vanno bene tutti io ad un amico di spendere soldi per un corto non lo consiglierei, se lo può usare in prestito va bene. La tavola io consiglio con volume ma se compra un silente usato e insieme ha la tavola con poco volume può uscire e imparare con quella se invece deve comprarla è diverso.

Avatar utente
gas
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 4058
Iscritto il: 06/03/2012, 23:31
Spot frequentati: Calambrone-Vada-Fiumaretta
Ali: Guerilla13- Kaiman 15-12-8.5/ "NERONE"Speed2-19 "madmax"speed3-12 kitech 9
Tavole: BlackBoard 145-45, rave1, BB-kingsize, SuperShinn

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da gas »

silversurfer ha scritto:Tanta, troppa teoria ..., come dice Lumu andate in acqua e non fatevi troppe seghe mentali, lungo corto alla fine non cambia nulla, il tempo che risparmiate col 60 poi lo perdete per passare dal 60 al 90.

Chi non casca non impara e soprattutto non impara a cascare.

Certo che se col 90 dopo 20 minuti lasciate perdere l'hydro, allora può servire il 60, ma è solo questione che siete "troppo" prudenti e poco motivati.

alla fine son davvero poche ore (2-3-max 4) di sacrificio, io ho imparato col KFA che è lungo 103 cm. con questo piantone prima di me Marco Calbucci e quest'estate un amico di Senigallia a cui l'ho venduto e che ormai già va bene, 3-4 uscite abbiamo imparato, tutti e 3 con lo stesso piantone da 103, non siamo dei fenomeni è solo che si impara con tutto basta un po' di volontà.

Piuttosto ribadisco che una tavola grande con un buon volume aiuta più del piantone, quella soglioletta tipo skimboard non la vedo bene, ma imparerai ugualmente anche con quella : Thumbup : .
straquoto silver.. eccezion fatta per la tavola a volume, io sto imparando con una senza volume ( e molto piccola) e ne sono contento ( tanto vado sempre il più involato possibile.
le facciate che fanno male, tra virgolette, sono quelle che tiri dopo... : Wink : : Wink : : Wink : : Wink :
appei
tutti qui: https://www.chiestato.com

fabriberna67
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 260
Iscritto il: 30/08/2016, 7:00
Spot frequentati: cremia colico
Ali: ozone R1 Flysurfer VMG Fone Diablov4
Tavole: CostaOvest Hydro Tarifa

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da fabriberna67 »

La tavola con più volume ti aiuta con poco vento, e nelle prime manovre quando appoggi ma come dice silver si impara con tutto.

kiteman
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 11716
Iscritto il: 07/01/2011, 21:02
Spot frequentati: Milano, Lago di Como, St. Moritz Al Lamber, Silvaplana & Bernina, Mare italiano (ogni tanto)
Ali: Ali Flysurfer preferibilmente foil
Tavole: RLBoards TT, HF e surfino, SUP RedPaddle
Località: Milano

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da kiteman »

Ok, capito a cosa serve il volume.
Mi rendo conto che siam qui a scervellarci quando sarebbe bene andare in acqua ma d'altronde quando si è davanti al PC (e non sullo spot) necessariamente dobbiamo fare qualcosa!

E poi le seghe mentali sono la benzina dei forum.
L'importante è scrivere, pensare, riflettere, confrontarsi, nella speranza che tutto questo serva a chi legge per avere qualche risposta alle solite domande da principiante.

Cmq oggi son saltate fuori 2-3 dritte non male.
E già con quelle c'è da lavorarci un po' nelle prossime uscite.
http://www.KiteVirus.it
Flysurfer | RLBoards | Peter Lynn | Red Paddle Co

Distributore in Italia per RLBoards: http://www.rlboards-italia.it

Avatar utente
MaB
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 4803
Iscritto il: 07/02/2011, 18:46
Spot frequentati: Possibilmente NO wind, SI wave!
Ali: Best Cabo, RRD Religion, Pansh Aurora, Ozone Chrono 12 ecc.
Tavole: Ketos foil, vari HF e surf home made, ecc.
Località: Cervia

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da MaB »

Per il "sale e scende" come fare a compensare, provate a stare morbidi, rilassati il più possibile, gambe NON rigide. I movimenti di correzione consistono nello spostare il culone leggermente avanti o indietro.
Vi fissate con la strap posteriore si/no ma secondo me, il foil equilibrato con una stance equilibrata, è neutro quando sto con entrambi i piedi nelle strap! Il peso equidistribuito su entrambe le gambe in modo che da comodo, rilassato, posso compensare con minimi spostamenti. Di solito lasci le strap larghe in lunghezza (non so se si capisce...) così da far scivolare il piede un oo indietro o avanti e recuperare il neutro, la tendenza a scendere di bolina stretta poco invelato opoure a salire, di lasco veloce.
Una cosa da correggere è il vizio da twintip di picchiare la vela e buttarsi a contrastare sulla gamba posteriore, in HF così ti fai sparare fuori. Meglio esser invelati ed abbassare la vela ottenendo trazione progressiva a bordofinestra che dover looppare e generare strattoni aggressivi, per le prime uscite.
Io userei entrambe le strap posizionate giuste, piuttosto che una si e una sulla vite, così correggi subito la tendenza a star sul piede dietro.
Il piede fuori lo uso solo in suppless quando son devastato al limite del crampo, dopo bordi lunghi (8-10km tipo..). Sennò sto un po flesso su entrambe le gambe nelle strap.
Più che mille parole... conta andare e provare come dice Lumu
...mi piaccion di più le onde senza vento

alfiero
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 1964
Iscritto il: 14/09/2012, 13:39
Spot frequentati: in genere posti ventilati
Ali: -
Tavole: -

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da alfiero »

Lumumba ha scritto:
alfiero ha scritto:non so se questo è il post preciso..ma visto che si richiede l'impressione dei beginners..espongo!
ho l'impressione che per i principianti che non vogliono tirare facciate,(appartengo a quella categoria)si abbia bisogno di un piantone telescopico,
Partire dai 30cm ,ed aver la padronanza,dopodiche alzare di 5/10 cm..quando si ha la padronanza della nuova altezza seguitare ad alzare di altri 5/ 10 cm e padroneggiare ancora..fino alla raggiungimento dell'altezza desiderata... : dribbleg : io (che non son nessuno ) farei cosi...sono sicuro che il mio viso resterebbe asciutto durante tutta la fase di apprendimento.. : Chessygrin : : ahahah :
andate avanti con i portoni allora se nn volete tirar facciate...tanto se nn le tiri col nano piantone le tirerai dopo...in tutto ne risparmi 15...20????
Imparare a cadere fa capire COME cadere, dai su che pugnetta...son circa 3h di sofferenza...poi si va...col telescopico ce ne metti 6..tanto all'inizio si va a due allora...e nessuno e' mai morto x qualche facciata.
Un paragone e' quando avete imparato ad andare in bici senza rotelle...nn penso che voila'! e siete partiti senza mai cadere alzandovi le rotelle...prima o poi ve le han tolte...e' li qualche carteggiata c'e' scappata. x me i problemi sono altri...cioe' come gestire il bagaglio...e nessuno ci pensa.
1) quando si nuota vicino SEMPRE tenere le gambe piegate x nn scalciare le ali e ricordarsi che sotto la tavola ce un oggetto contundente.
2) In prepartenza tenerlo il piu possibile sopravento (se nn ce onda) cosi in caso di tirone dell ala nn ci finite sopra.
3) tenerlo di coltello il piu possibile e nn a piantone immerso.
Fin ora con questi semplici accorgimenti nn ho mai cocciato con le ali.
Lumumba tu sei un coraggioso. : Razz : .pero' il mio principio non sara proprio sbagliato....diciamo che è per i meno avventurosi.. : Chessygrin :
d'altronte..tu con la birelluta non hai cominciato direttamente con 40cm di affondo..penso che anche li hai cominciato Telescopicamente : ahahah :

Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17170
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da Pat »

andare in acqua e provare provare e provare è una gran bella cosa, ma molti di noi non vivono al mare e quindi devono mettere a frutto le rare : censored : uscite.
Quindi ogni aiutino da forum è benvenuto : Thumbup : , grazie in anticipo.

Faccio un domandone anch'io: meglio provare sottoinvelati o invelati giusti ? Amici brevi in HF mi hanno dato dritte diametralmente diverse. Sono concordi solo sul fatto che sovrainvelati anche no.
Io mi sono fatto l'idea che fino a che non sei sul piantone, meglio invelati normali (magari con un poco di cinghietto tirato), poi man mano che diventi autonomo cali la velatura.
L'essenza del kite è: "state gobbi"

Avatar utente
gas
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 4058
Iscritto il: 06/03/2012, 23:31
Spot frequentati: Calambrone-Vada-Fiumaretta
Ali: Guerilla13- Kaiman 15-12-8.5/ "NERONE"Speed2-19 "madmax"speed3-12 kitech 9
Tavole: BlackBoard 145-45, rave1, BB-kingsize, SuperShinn

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da gas »

il mio consiglio è :
andate belli invelati, come se foste con un tt piccolo.
è tutto più semplice, il tiro è progressivo e non ti devi occupare della vela.
appei
tutti qui: https://www.chiestato.com

Avatar utente
Lumumba
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 8571
Iscritto il: 06/06/2011, 23:12
Spot frequentati: Piada coast | Petrus | Ragnolo | Senigay
Ali: Powered by:FOIL: 117 mq, PUMP 69 mq
Tavole: KobraRaceII|Radical4M|Birelluta Evo|Jungle Pro|Moses Verace
Località: Rimini/Malpensa

Re: Hydrofoil - Nozioni di base e non solo per iniziare

Messaggio da Lumumba »

Pat ha scritto:andare in acqua e provare provare e provare è una gran bella cosa, ma molti di noi non vivono al mare e quindi devono mettere a frutto le rare uscite.
Quindi ogni aiutino da forum è benvenuto
Pat, puoi leggerti tutto e capire tutto...ma alla fine x andare devi ascoltare il tuo giroscopio interno...e li nn ce nessuno che te lo "impara" :P :P :P :P
"no es cuestión de tecnica....es cuestión de cojones"
Il BACKSTALL logora chi non cè l'ha.
Membro club "Bella Romagna Ueiv" & Birelluta lovers.

Rispondi