La terza volta

un luogo dove fare due chiacchiere in amicizia
Avatar utente
DonRaffaè
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 7363
Iscritto il: 22/02/2011, 18:37
Spot frequentati: Lago Maggiore-Lago di Como-Liguria-Baia Domitia-Scauri-Cannatello-San Leone-Sempione-La Thuile
Ali: Chrono V2 13m; PL Sweel 10.5, 8, 6, 4 ; Maui Cloud 10
Tavole: Ripper 5'8,Celeritas5'4,Fatty5'3,alaia DR,MHL lift ,GeneraleLee, Delorean, Loose mobius, ecc..ecc..
Località: Arona (NO)
Contatta:

Re: La terza volta

Messaggio da DonRaffaè »

Pat ha scritto:Questa discussione mi piace. Non è per le mie disavventure di kite, che racconto perchè mi diverto a farlo e nella speranza di tenervi allegri, ma perchè dalle disavventure si parte sempre verso digressioni interessanti.

Io ho imparato a strambare ai tempi delle freerace (anzi, a dire il vero, io ho portato in italia la prima bellissima sector V1 : belleparole : ). A quel tempo (2009 o 2010, non ricordo) i surfini erano ancora poco diffusi e pochissimi sapevano strambare (ricordo gli esperimenti di silver e di marco con le prime race).

La strambata, per come la facevo con gli speed 3 buonanima, la chiudevo inderogabilmente con il downloop perchè le tavole non sembravano girare tanto stretto (anche per via dell'impiccio generato dalle strap profonde di serie, che ingombravano mezza coperta) e il downloop serviva a tenere i cavi in tensione e rimediare ad eventuali errori di impostazione della curva. Tuttavia, il loop ti condizionava, perchè downlooppando l'ala si generava trazione, e la trazione era nemica delle pinne grandi, rischiavi di trovarti ad allargare la curva. Quindi finivi per depotenziare l'ala prima di ogni strambata per ripotenziarla subito dopo.

Ora, prescindendo da quello che fanno i marziani, credo che per me principiante-hf il rischio sia che la velocità dell'hydro ti porti ad un raggio di curva troppo ampio, col rischio di lasciarti sopravvento l'aquilone che non riesce a seguirti sottovento, e di vederlo stallare per via dei cavi lenti.

Quindi, dal mio punto di vista, farla col downloop oppure no dipende da quanto sei bravo a stringere la curva alla velocità in cui vai.

Se vuoi farla partendo da una andatura elevata, io downloopperei, perchè mi pare difficile che entrando in strambata a 1000 si riesca a stringere il raggio a suff.

Se invece vai ai due, allora il trespolo è in grado di invertire quasi sul posto (se lo sai fare), quindi il downlooppo rischia paradossalmente di essere un impiccio, perchè genera una trazione sottovento che non : tiserve :

NB: eccovi il primo video amatoriale della sector mai pubblicato sul tubo.

https://www.youtube.com/watch?v=Fjf5KYDBnac
Perfetto... Io la vedo esattamente al contrario di Pat ahhah.... Se vado a cannone inverto normale, anche bello cattivo, certo bisogna avere kite piccoli e con tanto depower in barra, invece se vado lento tendenzialmente inverto col DL.

Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17171
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: La terza volta

Messaggio da Pat »

14a uscita, o meglio... quasi-uscita :-)

Ieri qui a bo era una giornata bellissima, di quelle che, negli ultimi anni ti fanno dimenticare l'autunno che arriva.
Mi sveglio presto, faccio il caffe', lo bevo ascoltando il telegiornale. In casa tutti ronfano della grossa.
Mi vesto da ridicolo e vado a fare un paio d'ore di giro in bici, sfruttando i sentierini lungo fiume dei paraggi. Sono carico di aspettative. Il meteo, a corsini, prevede un termichetto da calasole e se tutto va bene oggi e' giornata di doppia.
Scendiamo al mare, con calma, all'ora di pranzo. E' una splendida giornata, c'e' gente in costume che fa il bagno (!!!), molti bagni hanno ancora gli ombrelloni fuori.
Ci penso, mentre preparo l'idro e metto il secondo armamentario tecnico della giornata: la svedesina greta avra'pure la faccia antipatica ma forse ha ragione.
C'e' una bassa marea pazzesca, scarpino al largo per almeno 200 metri prima di trovare fondo per il piantone. Il buon vecchio frs mi segue, galleggiando buono buono in un filo di vento.
Infilo le strap, inclino il trespolo, mi butto indietro, richiamo l'ala e .... crash!
O ca**o, la mezza strap e' andata.
Lo sapevo che fare tutti quei buchi supplementari nella plastica non era una buona idea, ma....
Sacramentando, vado a vedere se ho un ricambio o delle straps normali in qualche sacca. Non ho niente. E allora tolgo tutto e fanc**o, strapless time.
(Segue)

Inviato dal mio SM-G955F utilizzando Tapatalk
L'essenza del kite è: "state gobbi"

Avatar utente
ErPiotta71
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5008
Iscritto il: 07/12/2012, 15:08
Spot frequentati: Passo Oscuro (frazione di Fiumicino)
Ali: pump 6m, Cabrinha Switchblade 8 e 12 mq e Chrono V2 18m
Tavole: TT Cabrinha Tronic, tavolone RLBoards, surfino Calibro9 e alaia

Re: La terza volta

Messaggio da ErPiotta71 »

Segue?
'ndo sta 'sto seguente? : think : : think : : think : : think :

Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17171
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: La terza volta

Messaggio da Pat »

(segue)

E allora, dicevo, tolgo tutto e fanc**o, strapless time.

Più facile da dirsi che da farsi. Ci ho provato in ogni modo. Col downloop, senza downloop; tenendo la tavola a poppa, a prua, spostando i piedi in ogni posizione della tavola.

mi sembrava di essere tornato alle prime partenze sulla bidi. Ruotavo su me stesso a destra, a sinistra, e inoltre i piedi non rimanevano attaccati in nessun modo. Il punto è che il piantone, essendo di alu, tende a scendere a piombo appena lasci la tavola. inutile poi dire che in questa ora abbandante di tentativi, ho preso tutti i cazzotti che mi ero risparmiato fin da ora, collezionando 2 o 3 solenni botte sugli stinchi (ora i lividi sono uno spettacolo), per non parlare di un'unghia che sembra pestata col martello e il relativo dito che è rimasto misteriosamente rigido fino a stamattina, quando si è finalmente sciolto. insomma, un disastro : tiserve :
Alla fine, dopo millemila partenze, sono riuscito a salire su quella fo****a tavola solo 2 o 3 volte .... per piantarmi sul fondale basso.
Sono tornato a casa con la coda tra le gambe, anche perchè mi pareva di avere studiato. inutile dire che appena a casa mi sono messo a slumare i video per capire cosa sbagliavo, e credo di aver capito che mi ostinavo a tenere la mano che reggeva la tavola nel punto sbagliato (cioè, l'ho tenuta in ogni punto concepibile tranne quello giusto, il che è modestamente un record che nessuno di voi peones del kite riuscirà MAI a battere : belleparole : ).

per fortuna che poi il vento è salito e mi sono tirato su con qualche bel bordo sull'amato ovetto : sssss : , che grazie all'outline morbido, permette di fare delle strambate da sogno.

Riproveremo.

NB: dopo aver studiato, mi sa che la tecnica giusta è questa.
https://www.youtube.com/watch?v=cR6CbXcXLJs
Notate che mette la mano di poppa in mezzo alle gambe, e il fatto che prima di mollare la tavola ha già entrambi i piedi in posizione.

NB2: ho fatto qualche bordo col piantone RRD dolphin r1 che mi hanno prestato per fare un giro: mi sembra un ottimo freeride, dolce, stabile e prevedibile.

NB3: il dolphin aveva il piantone da 40. Un piantone così corto è una incredibile pigna nel c**o, per tenere la quota devi stare attentissimo e la catapulta è dietro l'angolo. Faccio anche fatica a capire come un principiante ai primissimi passi possa trovarlo utile. Forse solo per i primi tentativi con la tavola che disloca. Per me bocciato. Piantone da 90 uber alles.
L'essenza del kite è: "state gobbi"

Avatar utente
Meg
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3181
Iscritto il: 10/11/2012, 10:49
Spot frequentati: Porto Corsini /Onda Blu Estensi / Riccione 151 / Sottomarina Diga
Ali: Peter Lynn Swell 5 e 7 Ozone Reo 9 ; Sonic FR 11
Tavole: HF Taaroa sword 2. Jimmy Lewis surf Shack 6'
Località: Bologna

Re: La terza volta

Messaggio da Meg »

Troppo bello, grazie Pat !!
: ahahah :

: sssss :
Life is Good ,
Beach Life is Better ,,,,
(Recitava una t shirt alle Isole Vergini)

Avatar utente
KiteRon
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2220
Iscritto il: 23/02/2011, 16:31
Spot frequentati: 151 Riccione | Adriatico | Monte Petrano | Carpegna | Tonale
Ali: Kahoona 5.5 | Peak3 6 | Sp4 Lotus 6 | Soul 8 | Cronix 8 | Cabo 11 | Sonic2 11 | Sonic2 15 l.e.
Tavole: HF Ketos | Radical5 138x42 | Nirvana | Buggy VMax II | MTB Trampa

Re: La terza volta

Messaggio da KiteRon »

se sei ancora nella fase principiante, partire strapless con piantone in alluminio è roba da masochista sodomita : Lol :
Come hai scoperto la tavola va immediatamente in assetto di navigazione e andarci sopra non è banale. Devi tenerla con una mano verticale al piano dell'acqua, con l'altra fare un loop della vela e appoggiarci i piedi.. ma tutto con i giusti tempi. Forse meglio ripristinare la mezza strap per il momento : Wink :
Flymafioso della BANDA dei Piadinari

Avatar utente
ErPiotta71
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5008
Iscritto il: 07/12/2012, 15:08
Spot frequentati: Passo Oscuro (frazione di Fiumicino)
Ali: pump 6m, Cabrinha Switchblade 8 e 12 mq e Chrono V2 18m
Tavole: TT Cabrinha Tronic, tavolone RLBoards, surfino Calibro9 e alaia

Re: La terza volta

Messaggio da ErPiotta71 »

Per me è mission impossible reggere la tavola con una mano e contemporaneamente mettere entrambi i piedi sulla tavola.
Ho il corpo troppo rigido : shake : : shake : : shake :

Ho provato con la tavola Cabrinha prestatomi da uno.
Ho fatto una decina di tentativi ma poi un paio di volte sono riuscito a partire.
Vero che ha il piantone corto da 40 quindi affonda di meno ma non so se è in alluminio.

Devo provare con la mia senza straps ma prima voglio imparare strapless con il surfino in modo da facilitarmi con l'HF.

@PAT:
Prova a mettere i piedi vicino al bordo sopravento che ti aiuta a spingere meglio sulla tavola inclinandolo e contemporaneamente tieni tirato la barra così ti tira di più.

Avatar utente
Motion
Saggio e Moderatore
Messaggi: 5992
Iscritto il: 08/01/2011, 14:20
Spot frequentati: Sottomarina - Lago S. Croce - Volano
Ali: PL 2016 Fury 13-10 - Swell 10-7- Religion 2011 7-5 - Flusurfer Sonic 15 - Pansh BlazeII 10-7-5
Tavole: Nobile 666 - HF Moses Vorace - Nirvana Mix - HF Gong Allvator M
Località: Veneto-PD-VE

Re: La terza volta

Messaggio da Motion »

Pat ha scritto:(segue)

E allora, dicevo, tolgo tutto e fanc**o, strapless time.

Più facile da dirsi che da farsi. Ci ho provato in ogni modo. Col downloop, senza downloop; tenendo la tavola a poppa, a prua, spostando i piedi in ogni posizione della tavola.

mi sembrava di essere tornato alle prime partenze sulla bidi. Ruotavo su me stesso a destra, a sinistra, e inoltre i piedi non rimanevano attaccati in nessun modo.
Ho provato anch'io l'anno scorso e stesse sensazioni, dopo 30 minuti sono uscito a metetre almeno la strap davanti : Wink : : Lol :

Teoricamente con nuovo piantone Gong l'idea è quella di andare strapless, ma essendo in alluminio e pesante affonda subito..
Vedremo il tempo è sempre poco e quelle volte che vado al mare per il momento mi concentro su altro; certo che non avere le strap tra le balls aiuta non poco il cambio piedi in foiling : Wink :

Avatar utente
LONG
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3168
Iscritto il: 08/01/2011, 10:10
Spot frequentati: Calambrone (PI), Vada (LI), Perelli , Talamone, Donoratico.
Ali: Sonic2 9,18kitech rs 6,9,12,RALLY 6,8,Speed5 6,Aneema7,9,Stoke10,Soul10,plswell 4,8Nova4,6,10gong5sw
Tavole: Flyrace, CubeHydro Takoon 6.2.S.S. SRT 5.5,k.loose onda 5.8 NORTH PRO5.11Hydro Mhl,KETOS ,ZeekoAlaia
Località: LIVORNO

Re: La terza volta

Messaggio da LONG »

Per la cronaca la presenza delle straps anteriori a v in coperta facilita le manovre di strambata aerea, al contrario del surfino..... : Sailor :

Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17171
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: La terza volta

Messaggio da Pat »

Riprovero' strapless, non mi va di non riuscire a partire. In ogni caso, credo anche io che un appoggino del piede anteriore, al momento, mi semplificherebbe la vita, e quindi rimettero' le mezze.

Stavolta ho preso le cobra half hook di dakine, che secondo il mio sindaco di fiducia sono le piu' robuste. Mi piace inoltre il fatto che, a quanto pare, la fascia che copre il dorso del piede e' molto corta, lasciando il piede il piu' libero possibile.

Ho valutato anche le half hook 2 della ss, ma le ho scartate perche' a prima vista, sembrano identiche alle nsi che gia' ho, le quali sembrano piu' avvolgenti.



Inviato dal mio SM-G955F utilizzando Tapatalk
L'essenza del kite è: "state gobbi"

Avatar utente
ErPiotta71
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5008
Iscritto il: 07/12/2012, 15:08
Spot frequentati: Passo Oscuro (frazione di Fiumicino)
Ali: pump 6m, Cabrinha Switchblade 8 e 12 mq e Chrono V2 18m
Tavole: TT Cabrinha Tronic, tavolone RLBoards, surfino Calibro9 e alaia

Re: La terza volta

Messaggio da ErPiotta71 »

Facci sapere

kiteman
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 11718
Iscritto il: 07/01/2011, 21:02
Spot frequentati: Milano, Lago di Como, St. Moritz Al Lamber, Silvaplana & Bernina, Mare italiano (ogni tanto)
Ali: Ali Flysurfer preferibilmente foil
Tavole: RLBoards TT, HF e surfino, SUP RedPaddle
Località: Milano

Re: La terza volta

Messaggio da kiteman »

Caro Pat, non ho visto il video che hai postato, ma ti ho letto, e ti do il mio punto di vista.
Oramai lo strapless lo mastico abbastanza.
Ti lascio due robe per me "basiche".. se vuoi sperimenta.

La tavola te la devi gestire con i piedi e basta, non con le mani.
Ovviamente mi riferisco alla partenza.

L'unico modo che hai per mantenere la pressione dei piedi sulla tavola è usare il kite con precisione, quindi tutte e due le mani devono stare sulla barra.
Tieni il kite ore 12 ma, cazzando la barra, un po' basso in finestra in modo che quel poco tiro sottovento ti tenga "contro" la tavola, gambe leggermente flesse per ammortizzare le evt ondine da dietro, e piedi che che lavorano sulla tavola.
Se mantieni un po' di pressione, la controlli solo con i piedi.

Anche io piantone in alu e quindi tavola che tende a stare orizzontale.
Basta puntare tutte e due i piedi (le piante, a metà) sullo spigolo sopravento, appoggiarceli facendo un po' forza, e la tavola va in verticale (e il piantone in orizzontale).
Non dico che ce la fai al primo tentativo, ma la via è (per me) quella, sempre per il principio di cui sopra.. le mani stanno sulla barra a controllare il kite millimetricamente e quindi non le puoi mettere sulla tavola.

Una volta messa la tavola di taglio (con la pressione dei piedi sullo spigolo sopravento), metti i piedi esattamente nella posizione che avrai in andatura (questo lo sai tu) e tenti la partenza.

Per la partenza, NON partire con il kite che picchia in giù (come siamo abituati a fare da secoli con la TT), ma fai una mezza picchiata a kite/barra scarica, poi richiami verso l'alto e solo qui cazzi la barra e usi il tiro (che sarà in direzione di marcia MA verso l'alto) per tirarti su dolcemente sulla tavola.

Se picchi l'ala e cazzi quando è arrivata bassa in finestra ti strappa via, la pressione dei piedi sulla tavola aumenta a dismisura e diventa più difficile partire.
A meno di lascare un attimo, ma comunque partirai a bomba in accelerazione perdendo l'assetto.
Invece il leggero tiro verso l'alto è più dolce, ti aiuta a prendere il foiling, e ti mette in automatico dritto sulla tavola pronto per prendere velocità.
Se cerchi di visualizzare le forze in gioco, si intuisce facilmente.

Propedeutico, anche se capisco che possa essere noioso: 10 minuti di esercizi di controllo e conduzione tavola con i piedi, mani sulla barra.
In pratica un body drag tavola ai piedi, strapless.
Aiuta a "sentirla" solo con i piedi, a capire dove fare pressione per indirizzarla come e dove vuoi tu.

Spero utile.
http://www.KiteVirus.it
Flysurfer | RLBoards | Peter Lynn | Red Paddle Co

Distributore in Italia per RLBoards: http://www.rlboards-italia.it

Avatar utente
silversurfer
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2495
Iscritto il: 10/02/2011, 9:16
Spot frequentati: Ancona
Ali: Ozone R1V2 17 e 11, Ozone Edge 10 e 7, Summit 12-8, Access 4,
Tavole: Hydrofoil Moses K106, tavola Groove Radical V3
Località: Ancona

Re: La terza volta

Messaggio da silversurfer »

vedo che l'ufficio "complicazioni cose semplici" è sempre aperto : Lol :

Le straps servono tutte e 3 e intere (no mezze) e vanno strette, ovviamente sono più comode per le partenze, sono meglio per le andature e soprattutto sono meglio in manovra sia virate che strambate, sia con cambio piedi prima che dopo, perchè le manovre, se fatte bene, si fanno col peso sul gancio del trapezio con l'ala che ci sostiene e con i piedi che in varie fasi tirano sulle straps (ecco perchè vanno stette e non lasche).

Controindicazioni zero, dopo due cadute impari a saltar via senza nessun problema per le caviglie, in manovra i piedi vanno li dove ci sono le straps, non a caso ogni volta in un punto diverso, dopo due prove i piedi si abituano andare li e non ci fai più neanche caso ma sarai sempre con i piedi nel punto giusto.

Invece senza straps si impara a manovrare col peso sulla tavola senza appendersi al kite quindi sempre manovre a bassa velocità, kite piccoli sempre sottoinvelati, cambi piedi rapidi solo di pop con i piedi che vanno random, insomma un modo di andare fine a se stesso che può anche essere leggermente più semplice come apprendimento (ma poi neanche tanto) solo un modo diverso di andare che ha l'unico vantaggio di mettere meno paura perchè giri sempre scarico ma dopo un po' viene a noia (a meno di essere un fanatico del wave-tricks sottoinvelati) e poi diventa difficilissimo ricominciare da capo levandosi quel difetto di stare sempre col peso sulla tavola.

Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17171
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: La terza volta

Messaggio da Pat »

@ kiteman. grazie delle dritte. Tuttavia, io ho una temavento dotata di buon volume (indispensabile per i nostri deboli termici), e anche se ci poggio sopra i piedi dopo averla inclinata non resta inclinata nemmeno a piangere. Credo di doverla tenere inclinata con la mano fino al momento di tuffare la vela e salirci sopra, come nel video duotone.
@ silver: le straps sul trespolo continuano a farmi paura. Le straps strette, poi .... ne basta una di cadute sbagliate per immobilizzarti con la caviglia scassata, e non me lo posso permettere.
Inoltre, le mie fantasie non volano in questa direzione:

https://www.youtube.com/watch?v=VLLXoKi3hq4

bensì in questa.

https://www.youtube.com/watch?v=0SUplRiRz9I

Sono entrambi video bellissimi, peraltro.
L'essenza del kite è: "state gobbi"

kiteman
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 11718
Iscritto il: 07/01/2011, 21:02
Spot frequentati: Milano, Lago di Como, St. Moritz Al Lamber, Silvaplana & Bernina, Mare italiano (ogni tanto)
Ali: Ali Flysurfer preferibilmente foil
Tavole: RLBoards TT, HF e surfino, SUP RedPaddle
Località: Milano

Re: La terza volta

Messaggio da kiteman »

Pat ha scritto:@ kiteman. grazie delle dritte. Tuttavia, io ho una temavento dotata di buon volume (indispensabile per i nostri deboli termici), e anche se ci poggio sopra i piedi dopo averla inclinata non resta inclinata nemmeno a piangere. Credo di doverla tenere inclinata con la mano fino al momento di tuffare la vela e salirci sopra, come nel video duotone.
Ah ok, infatti penso che quelle senza volume siano più facili per la partenza, in genere, perchè dove le metti in acqua, lì restano, con la giusta inclinazione.
E quindi permettono di partire con gambe/tavola/piantone già allineato, mentre sei ancora steso giù in acqua.

Ho provato in effetti le partenze con una con volume qualche mese fa' e mi son trovato non benissimo.. ma solo per non abitudine.
Ci devi saltare su per forza perchè non affonda, insomma una cosa in più da fare.
http://www.KiteVirus.it
Flysurfer | RLBoards | Peter Lynn | Red Paddle Co

Distributore in Italia per RLBoards: http://www.rlboards-italia.it

Avatar utente
luca8981
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3191
Iscritto il: 22/02/2011, 17:25
Spot frequentati: calambrone - vada- grossetano
Ali: - peter lynn swell 10,5 8 6 5 2015 -
Tavole: loose onda 5.8 - alaia
Località: prov. pisa

Re: La terza volta

Messaggio da luca8981 »

@pat ti vogliamo cosi
https://m.youtube.com/watch?v=z8PJ0Bf1dTg

Anche io mi vorrei cosi : notworthyc :

Avatar utente
silversurfer
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2495
Iscritto il: 10/02/2011, 9:16
Spot frequentati: Ancona
Ali: Ozone R1V2 17 e 11, Ozone Edge 10 e 7, Summit 12-8, Access 4,
Tavole: Hydrofoil Moses K106, tavola Groove Radical V3
Località: Ancona

Re: La terza volta

Messaggio da silversurfer »

...tutto molto bello e questione di gusti e ci sta tutto (a parte le mezze straps che nei filmati infatti non usa nessuno) però in quello con la tavola di legno mi pare ci sia un bel vento e va con una vela piccola pump nel secondo oltre il vento anche le onde, per fare quelle cose strapless serve uscire spesso in quelle condizioni, se la metà delle tue poche uscite le fai col 15 cassonato in Adriatico, secondo me fai meglio a fare race/freeride/navigazione e va grassa se impari a virare e strambare.

ma "de gustibus" ... quindi continuate a complicarvi la vita (per me) e a divertirvi (per voi) come più vi aggrada : Thumbup :

Avatar utente
manu
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 1620
Iscritto il: 07/10/2014, 23:55
Spot frequentati: Adriatico
Ali: Duotone, Cabrinha
Tavole: Arriba Arriba, Jimmy Lewis, Loose, Cabrinha, MHL, Gong
Località: Riccione

Re: La terza volta

Messaggio da manu »

A me le straps fanno cagare : Chessygrin :

Ormai sono sbituato a girare "scalzo" e mi trovo bene così

Per la partenza il segreto è quello che dice @kiteman bisogna "creare" un minimo di pressione dei piedi sulla tavola usando la trazione del kite; in questo modo i piedi si "incollano" contro la tavola e la partenza non è più un problema. Ci vuole un po' di pratica ed un po' di pazienza.

Io in realtà giro quasi solo coi pump e sempre invelato tra il sotto- e l'appena giusto per cui la tavola la tengo verticale usando la mano sinistra (sempre indipendentemente dalle mure) ed i piedi li incollo looppando con la mano destra (sempre indipendentemente dalle mure); generalmente al secondo loop parto.

Appena inizia il primo loop, il kite comincia a tirare ed i piedi si incollano, tolgo la mano sinistra dalla tavola e la metto sulla barra; tutte le manovre successive che servono per partire le eseguo con tutte e due le mani sulla barra, tanto ormai i piedi non si "staccano" più....

Il segreto di sta manovra è il timing e la velocità:

-Tavola verticale e perpendicolare al vento (muovere un pelo il kite per centrare questa posizione perché se si parte male tutto il resto non viene)

-Talvolta poggio 1 piede ed 1 ginocchio prima di girare il loop; talvolta direttamente entrambi i piedi

-il primo loop va girato deciso perché è il momento in cui entrambe le mani vanno sulla barra; in questa fase è importante che la pressione dei piedi sia 50/50 e la tavola sia ancora perpendicolare al vento

-al secondo loop generalmente si sale in piedi; a questo punto si può orientare la prua al lasco e cercare il foiling

Per me è importante, finché non si sale in piedi che la pressione dei piedi sia equamente distribuita e la tavola abbastanza perpendicolare al vento; altra cosa importante è la velocità di esecuzione partendo da una posizione "corretta"; con l'abitudine il tempo maggiore lo si impiega per "centrare" la posizione corretta (è la cosa più importante per cui non si deve avere fretta perché da questo dipende l'80% di ciò che viene dopo, tutto il resto si fa in 2-3 secondi e diventa rapidamente un automatismo)

Altra tip: il piantone non tenetelo a filo d'acqua o poco immerso perché da li, riaffonda subito (oppure fatelo quando siete esperti e la manovra vi riesce facilmente e subito); tiratelo FUORI dall'acqua e tenetelo li finché non avete centrato la posizione corretta e date il primo impulso per partire (indipendemtemente dalla tecnica che userete); ci mette molto molto più tempo ad affondare. Lo appoggiate sul filo d'acqua solo dopo aver dato il primo impulso per partire; avete molto più tempo prima che riaffondi e potete correggere esitazioni ed errori senza che abortisca l'intera manovra

NB: La posizione corretta è: tavola perpendicolare al vento, piantone emerso e leggermente FUORI dall'acqua, kite fermo allo zenit che non tira ne a dx ne a sx (altrimenti perdete l'assetto); mettete i piedi sulla tavola solo al momento del primo impulso di barra e fatelo velocemente; da qui in poi va bene come dico io, va bene come dice kiteman, va bene in 1000 altri modi se partite ed in pochi sec siete in foiling

Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17171
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: La terza volta

Messaggio da Pat »

@ manu:fai il loop anche con le vele grandi, se ti capita di usarle ? looppando l'FRS-UL 15 con decisione sono quasi partito per la luna, poi ho depotenziato a bestia e il tiro in loop era decisamente più controllabile, ma se devo dire che mi sono trovato a mio agio ... immagino sia questione di provare.
cmq, si conferma che la tecnica è quella del video di duotone, loop a parte.
Riproverò.
L'essenza del kite è: "state gobbi"

Avatar utente
silversurfer
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2495
Iscritto il: 10/02/2011, 9:16
Spot frequentati: Ancona
Ali: Ozone R1V2 17 e 11, Ozone Edge 10 e 7, Summit 12-8, Access 4,
Tavole: Hydrofoil Moses K106, tavola Groove Radical V3
Località: Ancona

Re: La terza volta

Messaggio da silversurfer »

il loop con le ali foil grandi fai fatica a farlo anche con le straps, si preferisce far arretrare di backstall l'ala e poi rilasciare le back e partire sul tiro generato dal kite nella prima passata un po' più lunga dovuta al backstall, ma una cosa è farlo con le straps perchè puoi partire già leggermente lascato e venir su subito, altra cosa è farlo senza straps che devi stare perfettamente al traverso, comunque io uso il backstall anche perchè ho i cavi molto corti (15 mt.) e la 17, magari con cavi normali e la 15 si riesce.

Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17171
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: La terza volta

Messaggio da Pat »

@ silver. registrata la tecnica di backstall, proverò. Gracias, vengono sempre fuori cose utili.
L'essenza del kite è: "state gobbi"

Rispondi