nuova vela race flysurfer VMG2

un luogo dove fare due chiacchiere in amicizia
Avatar utente
Toppy
Fondatore
Messaggi: 10299
Iscritto il: 09/11/2010, 13:28
Spot frequentati: Marina di S.Nicola, Campo di Mare, Ostia, Pescia Romana
Ali: Speed4 8 DLX, Sonic2 9 - 18 Soul 8 - 10 - 12 - 15
Tavole: Flyrace - Radical6 S - Radical5 M - TopWave
Località: Roma
Contatta:

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Toppy »

Pmaggie ha scritto:
11/06/2020, 14:38
...............Probabilmente Ozone & company staranno facendo le loro prove e nel contempo valuteranno sulla base delle regate vantaggi e svantaggi (sulla pelle di FS). Poi decideranno se andare nella stessa direzione o lasciar perdere. ..................
discorso giustissimo... e hanno anche tutto il tempo di farlo con molta calma : ahahah : le prossime registrazioni IKA saranno nel 2025.

quindi ora vedremo cosa accade, se il progetto sarà veramente valido allora gli altri per qualche anno dovranno mangiare polvere.... in caso contrario sarà Flysurfer ad aver fatto un buco nell'acqua.
La pista c'è chi la segue e c'è chi la crea.

Flysurfer team rider

Pmaggie
Sprecavento
Sprecavento
Messaggi: 16
Iscritto il: 29/03/2017, 17:17
Spot frequentati: Gera Lario
Ali: Core XR4 11, Core XR2 15, Core XR 7, FS Speed 5 21
Tavole: Shinn Bronq 142, Shinn Bronq XL, Nobile Flying Carpet, CKT Splitboard

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Pmaggie »

@Fabriberna: il problema dei materiali "estremi" è lo stesso che avevamo ai tempi coi formula, in quel caso era un problema di rotture, soprattutto gli alberi in carbonio che andavano come i grissini perchè le vele andavano cazzate alla morte per farle sventare tanto in penna. Risultato: io nella stagione più nera avevo rotto quattro alberi, totale dell'operazione 2800 euro di danni circa. All'epoca avevo uno sponsor ma per un amatore non è accettabile fare il segno della croce ogni volta che cazza il caricabasso, come non è accettabile acquistare un'ala usa e getta che dopo X uscite non è più competitiva. E' chiaro che nelle competizioni tutto è al limite però c'è un aspetto che secondo me viene preso poco in considerazione: permettere anche agli amatori di competere, al proprio livello, vuol dire alimentare l'interesse per le gare e creare tra i giovani un vivaio di futuri agonisti (magari di livello). Mettere un muro all'ingresso costituito da costi spaventosi alla fine non aumenta di un centesimo la spettacolarità della gara (si corre ad armi pari) ma riduce drasticamente i numeri e, di conseguenza, l'interesse di tutti, sponsor in testa. Va a finire che le competizioni diventano una specie di circolo privato, dove i partecipanti sono sempre quelli e se la raccontano pur bella che sia da soli. Basta guardare i filmati di certe prove, pubblico in spiaggia composto da parenti e pochi curiosi. E' un cane che si morde la coda, perché il poco interesse genera poche entrate, le poche entrate limitano l'R&D, i costi del quale si spalmano sull'attrezzatura che diventa sempre più costosa. Partire "dal basso" da una parte limita le prestazioni estreme, dall'altra genera partecipazione e interesse, innescando un ciclo virtuoso per tutti. Negli anni '80 c'erano le regate open, ci andavano tutti ciascuno con la propria roba. C'erano i pro che vincevano, c'erano gli amatori che si divertivano, c'erano gli sponsor che pagavano (e non solo quelli settoriali, anche brand fuori dal coro a cui piaceva il fatto che fosse un sport molto "cool"). Poi le cose si sono fatte sempre più complicate, più estreme. Le regate di slalom piacevano a tutti, addetti ai lavori e non. Si partiva in boa a manetta, percorso elementare, chiunque capiva come funzionava. Arrivo in spiaggia, adrenalina per tutti. Poi hanno iniziato col formula: regate al largo, regole incomprensibili al pubblico, emozioni zero. Idem il freestyle, dei mostri per carità, ma dopo venti tricks all'apparenza tutti uguali chiunque si stanca dello spettacolo, perfino un appassionato. E' la differenza tra ascoltare un virtuoso della chitarra che fa assoli pazzeschi ma noiosi e i Rolling Stones agli esordi, suono da band di parrocchia ma tiro pazzesco e brani da brivido. Io credo che anche con il kite si stia prendendo la strada "sbagliata", in generale. Ormai è uno sport maturo, non è più quello dei primi anni dove ogni nuova generazione di attrezzi faceva impallidire la precedente. Se lo si tiene a un livello di accessibilità funziona, se no dopo qualche anno finisce come il windsurf dove ormai le gara veramente non le segue più nessuno e i materiali restano al palo privi di fondi per lo sviluppo. Tutte opinioni personali ovviamente!

Soulrider
Fissato
Fissato
Messaggi: 713
Iscritto il: 11/10/2013, 19:43
Spot frequentati: Ortona
Ali: la fredda cronaca
Tavole: il nulla cosmico

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Soulrider »

riflessioni che condivido, tutte...
poi però cerco di capire perchè avvengono certe involuzioni, dov'è l'errore, il comportamento sbagliato ...
e scopro che in realtà non c'è nessun comportamento sbagliato e nessun errore...
il kite ( come il windsurf prima, oppure lo snowboard dopo) sono "fagocitati" ..più o meno progressivamente dal mercato ..che prima lo annusa e si fa annusare e poi il ..........resto lo sappiamo ...
non c'è da rammaricarsi ne da fare altro....il denaro serve al kite ed il kite serve al denaro ...questo è il meccanismo....
il primo dei due che comincia non avere le proprie convenienze, fa pesare ..se può ..il proprio ruolo....

per fare sviluppo e stare nel mercato....ci vogliono idee e capitali....le prime ...senza i secondi...sono fuffa da hypster con i soldi di papà....

quello che posso dire in più....è che alcuni soggetti, non proprio dinamici o di vedute aperte , spesso gestiti a colpi di spoil system ( fiv/cio) hanno decretato la morte per asfissia di alcuni interi comparti di mercato ( come il windsurf) non traendone nemmeno benefici economici .....
per il solo gusto di esercitare una egemonia ottusa e reazionaria....
magari erano stati mandanti di qualcun altro ( vela olimpica, cantieri e lobby varie) ....

fatto sta che il windsurf poteva tranquillamente continuare a detenere il ruolo di vela entrylevel e fare da tramite per i waterpsorts meno allineati ( surf, paddle, kite etc...) ma è stato relegato a cenerentola di una "vela olimpica" che nella realtà è solo molto ..troppo ......autoreferenziale, politica e lontana dalle aspettative del pubblico con numeri da marketing....

mi piacciono gli attrezzi estremi ....
le vele inusabili da tutti .....
le barche a multi trapezio ....
i foil sotto qualunque carena ..planante o no
la vela olimpica deve ( dovrebbe) essere estrema ...non per forza accessibile a tutti

perchè di fatto non lo è mai ....anzi spesso il paravento democratico è doppiamente svilente
l'esempio su tutto è il laser ...ed io sono stato laserista regatante.....un plasticone che costava troppo, vecchio ed obsoleto....
come il finn o la star .....e non venitemi a dire che il finn è una barca "tecnica", perchè allora rispondo che la barca tecnica è il moth/hydro
e prima ancora il singolo skiff con randone alare, trapezio e gennaker.....oppure il classeA per andare nei multi...
per condurre un finn ci vogliono 100kg e muscoli ..per condurre uno skiff sotto spy ci vogliono le palle ......

quindi ben vengano le ali foil che non rilanciano, condotti ed usati da chi non ha quella esigenza..... ed esce con la barca appoggio
per allenarsi e fare uno sport al massimo livello ....
non devono fare numeri di vendite, ma devono appassionare ed essere veloci, le più veloci

fabriberna67
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 260
Iscritto il: 30/08/2016, 7:00
Spot frequentati: cremia colico
Ali: ozone R1 Flysurfer VMG Fone Diablov4
Tavole: CostaOvest Hydro Tarifa

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da fabriberna67 »

In questo momento il traino è la prima olimpiade per il kite, nel windsurf la scelta del materiale uguale per tutti non ha propriamente pagato.
La formula delle registrazioni per 4 anni dei materiali non mi sembra male, purtroppo quale brand si sceglie i costi rimangono proibitivi e lo sviluppo porta a prodotti che per essere più performanti hanno durate più limitate. Ovviamente il massimo livello non è per tutti nemmeno in tanti altri sport e il materiale diventa una condizione essenziale per mantenere la competitività ma ci sta.
Forse eravamo abituati talmente bene che con vele race usate non troppo si riusciva a stare nel gruppo di seconda fascia e battagliare.

Avatar utente
Konan
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 199
Iscritto il: 01/04/2019, 18:46
Spot frequentati: Colico/Valmadrera/Mandello/Dervio
Ali: Cabrinha Fx 12/9/7 fly soul10
Tavole: moses vorace+groove skate / North gonzales / LF element

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Konan »

Soulrider ha scritto:
18/06/2020, 12:16


perchè di fatto non lo è mai ....anzi spesso il paravento democratico è doppiamente svilente
l'esempio su tutto è il laser ...ed io sono stato laserista regatante.....un plasticone che costava troppo, vecchio ed obsoleto....
come il finn o la star .....e non venitemi a dire che il finn è una barca "tecnica", perchè allora rispondo che la barca tecnica è il moth/hydro
e prima ancora il singolo skiff con randone alare, trapezio e gennaker.....oppure il classeA per andare nei multi...
per condurre un finn ci vogliono 100kg e muscoli ..per condurre uno skiff sotto spy ci vogliono le palle ......

C'è da fare un distinguo... Premetto che condivido la tua opinione tecnica sul laser. Però barca lenta insegna la tattica. Per vincere bisogna eccellere sia in conduzione che in tattica e strategia.
Con barca veloce,e ora si parla di barca molto, mooolto veloce, il mix di valori in campo necessari a vincere è tremendamente sbilanciato verso la conduzione. Ci sono campioni olimpici di Tornado che come tattici valgono meno di illustri sconosciuti

Avatar utente
Masaccio
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3293
Iscritto il: 29/05/2013, 14:56
Spot frequentati: Lazio, Abruzzo
Ali: Peak4 5-11 - Swell 6-9 - Nova 10 - Sonic 18 - guest star: Aurora 8
Tavole: Arriba Arriba Wood, Alaia, Nirvana, Moses HP560

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Masaccio »

Konan ha scritto:
18/06/2020, 15:20
[...] Per vincere bisogna eccellere sia in conduzione che in tattica e strategia.[...]
: Chessygrin : Mi fai venire in mente...
71V1G5PY71L._SX258_BO1,204,203,200_.jpg
71V1G5PY71L._SX258_BO1,204,203,200_.jpg (26.56 KiB) Visto 331 volte

fabriberna67
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 260
Iscritto il: 30/08/2016, 7:00
Spot frequentati: cremia colico
Ali: ozone R1 Flysurfer VMG Fone Diablov4
Tavole: CostaOvest Hydro Tarifa

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da fabriberna67 »

konan prendi qualche attrezzo race e facciamoci qualche sgasata insieme che da solo mi annoio

Avatar utente
Konan
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 199
Iscritto il: 01/04/2019, 18:46
Spot frequentati: Colico/Valmadrera/Mandello/Dervio
Ali: Cabrinha Fx 12/9/7 fly soul10
Tavole: moses vorace+groove skate / North gonzales / LF element

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Konan »

fabriberna67 ha scritto:
18/06/2020, 17:33
konan prendi qualche attrezzo race e facciamoci qualche sgasata insieme che da solo mi annoio
Mi manca ancora un gran bel pezzo anche per solo pensarla sta cosa.... : ahahah :
Mi sa che le tue percorrenze orarie sono vicine, se non superiori, alle mie moltiplicate per 2 : Blink :

Avatar utente
Motion
Saggio e Moderatore
Messaggi: 5987
Iscritto il: 08/01/2011, 14:20
Spot frequentati: Sottomarina - Lago S. Croce - Volano
Ali: PL 2016 Fury 13-10 - Swell 10-7- Religion 2011 7-5 - Flusurfer Sonic 15 - Pansh BlazeII 10-7-5
Tavole: Nobile 666 - HF Moses Vorace - Nirvana Mix - HF Gong Allvator M
Località: Veneto-PD-VE

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Motion »

Konan ha scritto:
19/06/2020, 10:30
fabriberna67 ha scritto:
18/06/2020, 17:33
konan prendi qualche attrezzo race e facciamoci qualche sgasata insieme che da solo mi annoio
Mi manca ancora un gran bel pezzo anche per solo pensarla sta cosa.... : ahahah :
Mi sa che le tue percorrenze orarie sono vicine, se non superiori, alle mie moltiplicate per 2 : Blink :
Fai anche anche 2,5 : ahahah : ci ho gareggiato con fabri e mi hanno sempre doppiato dopo neanche due giri : Wink :

fabriberna67
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 260
Iscritto il: 30/08/2016, 7:00
Spot frequentati: cremia colico
Ali: ozone R1 Flysurfer VMG Fone Diablov4
Tavole: CostaOvest Hydro Tarifa

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da fabriberna67 »

fabriberna67 ha scritto:
18/06/2020, 17:33
konan prendi qualche attrezzo race e facciamoci qualche sgasata insieme che da solo mi annoio
Con attrezzatura adeguata saresti vicino in poco tempo. Chiedi a Gius, quando è passato ai race ha imparato a virare e era in scia.
Siete giovani e forti

Soulrider
Fissato
Fissato
Messaggi: 713
Iscritto il: 11/10/2013, 19:43
Spot frequentati: Ortona
Ali: la fredda cronaca
Tavole: il nulla cosmico

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Soulrider »

[/quote]

C'è da fare un distinguo... Premetto che condivido la tua opinione tecnica sul laser. Però barca lenta insegna la tattica. Per vincere bisogna eccellere sia in conduzione che in tattica e strategia.
Con barca veloce,e ora si parla di barca molto, mooolto veloce, il mix di valori in campo necessari a vincere è tremendamente sbilanciato verso la conduzione. Ci sono campioni olimpici di Tornado che come tattici valgono meno di illustri sconosciuti
[/quote]

sono d'accordo sul principio, e non lo discuto.
permettimi un distinguo "sul distinguo"

le barche sono cambiate, la vela è cambiata, la tattica come la intendevano straulino, ricci, cayard, e permettimi di dirlo anche i nostri "Devoti" con l suo amatissimo Finn .....è cambiata.....fare tattica su un moth/wasp non è la stessa cosa che sul 470....ed è anche profondamente diversa anche dalla tattica del 49er o di un tornado ....oppure di f18 .....
è un certo retaggio da "circolo velico " che fa fatica a cambiare ....che non è in grado di adeguarsi alla nuova "fisicità" e dinamica della vela su foil
lo stesso retaggio che negli anni 70 di fronte ad un tornado oppure ad un hobie 16, recitava come una litania, "ehhh...ma questa roba qua non è vela, sti robi non fanno bolina ...questi fanno solo la corsa dei cavalli avanti e indietro...."

anche nel movimento kite esiste la stessa inerzia mentale, alzi la mano chi di voi non ha sentito un "wakefreestyle" affermare di fronte al "trespolo"
"ma questo non è kite ...con questa roba non possono fare i big air" ...e magari era pure sotto i 25anni e vorrebbe TANTO fare il KOTA .....

fabriberna67
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 260
Iscritto il: 30/08/2016, 7:00
Spot frequentati: cremia colico
Ali: ozone R1 Flysurfer VMG Fone Diablov4
Tavole: CostaOvest Hydro Tarifa

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da fabriberna67 »

il vmg2 è ufficialmente registrato ika

Avatar utente
Massimo Speed
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 4604
Iscritto il: 30/04/2011, 19:29
Spot frequentati: Calambrone - Castiglione della Pescaia- Vada
Ali: Soul15-10/Sonic13/Capa 15-13/Dyno18/Rebel7/Evo12-9-6-4/Juice18/Neo9/Dice10-8-7
Tavole: Jaime-Select-Soleil-Spike-Gonzales-Quest TT-Hydrofoil Daytona/FlyRadical5/Alaia/Transformer
Località: cascina (PI)
Contatta:

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Massimo Speed »

Vista da vicino, una vela realmente innovativa, realizzata con l'unico obbiettivo di portare gli atleti a vincere la medaglia olimpica 2020.
Zero compromessi sotto tutti gli altri aspetti.

Chi comanda nella sala dei bottoni ha deciso che la strada olimpica per l'hydrofoil doveva essere indirizzata esclusivamente alla massima prestazione.
Così è stato deciso.

Se un kite non rilancia ed un atleta in allenamento rimane in mezzo al mare è un elemento trascurabile.
Se un kite costa moltissimo ed è relativamente delicato e poco duraturo, idem.

Kite race hydrofoil si è indirizzato verso la F1 o moto GP che dir si voglia.

Al di là delle singole idee in merito, questo oggettivamente ha portato in Italia a n. 3 ragazzini praticanti in età valida per i prossimi giochi olimpici giovanili del 2022.
Zero femmine.

Atleti in attività e con reali possibilità x le olimpiadi 2024, 5/6 maschi, 2/3 femmine.

L'impegno economico importante, la difficoltà tecnica della specialità, l'assenza di un reale e fattivo contributo da parte delle federazioni/enti coinvolti ha fatto da mannaia sul folto gruppettino di giovani che gareggiavano nel TTR, e che come saprete, improvvisamente hanno deciso di cancellare come disciplina YOG.

Questo è quanto, al momento.

Avatar utente
Gino82
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2364
Iscritto il: 10/12/2013, 22:03
Spot frequentati: Lago Maggiore e Lago di Como, Toscana, Calabria Ionica
Ali: Swell V1 6-9-12, Hook 14, Chrono V2 15, Chrono V1 18
Tavole: Radical Transformer 160x48, Radical5 138x42, Fatty, Nirvana Mix, ASV XR70

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Gino82 »

Massimo Speed ha scritto:
24/06/2020, 10:10
Vista da vicino, una vela realmente innovativa, realizzata con l'unico obbiettivo di portare gli atleti a vincere la medaglia olimpica 2020.
Zero compromessi sotto tutti gli altri aspetti.

Chi comanda nella sala dei bottoni ha deciso che la strada olimpica per l'hydrofoil doveva essere indirizzata esclusivamente alla massima prestazione.
Così è stato deciso.

Se un kite non rilancia ed un atleta in allenamento rimane in mezzo al mare è un elemento trascurabile.
Se un kite costa moltissimo ed è relativamente delicato e poco duraturo, idem.

Kite race hydrofoil si è indirizzato verso la F1 o moto GP che dir si voglia.

Al di là delle singole idee in merito, questo oggettivamente ha portato in Italia a n. 3 ragazzini praticanti in età valida per i prossimi giochi olimpici giovanili del 2022.
Zero femmine.

Atleti in attività e con reali possibilità x le olimpiadi 2024, 5/6 maschi, 2/3 femmine.

L'impegno economico importante, la difficoltà tecnica della specialità, l'assenza di un reale e fattivo contributo da parte delle federazioni/enti coinvolti ha fatto da mannaia sul folto gruppettino di giovani che gareggiavano nel TTR, e che come saprete, improvvisamente hanno deciso di cancellare come disciplina YOG.

Questo è quanto, al momento.

Grande Massi!!!

L'avete provata?
Se si, cosa dice Andreino?

Un caro saluto :cipTrick:

Avatar utente
Massimo Speed
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 4604
Iscritto il: 30/04/2011, 19:29
Spot frequentati: Calambrone - Castiglione della Pescaia- Vada
Ali: Soul15-10/Sonic13/Capa 15-13/Dyno18/Rebel7/Evo12-9-6-4/Juice18/Neo9/Dice10-8-7
Tavole: Jaime-Select-Soleil-Spike-Gonzales-Quest TT-Hydrofoil Daytona/FlyRadical5/Alaia/Transformer
Località: cascina (PI)
Contatta:

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Massimo Speed »

@ Gino82: potrebbe capitare occasione di farla provare ad Andrea in questi giorni che stanno facendo allenamento FIV a Vada ed è presente anche Mario Calbucci.

Vista nelle sue mani la vela pare molto stabile, facile e veramente super super performante :cipTrick:

Avatar utente
Gino82
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2364
Iscritto il: 10/12/2013, 22:03
Spot frequentati: Lago Maggiore e Lago di Como, Toscana, Calabria Ionica
Ali: Swell V1 6-9-12, Hook 14, Chrono V2 15, Chrono V1 18
Tavole: Radical Transformer 160x48, Radical5 138x42, Fatty, Nirvana Mix, ASV XR70

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Gino82 »

@MassimoSpeed: occhio che poi se piace ad Andreino, ti tocca frugarti abbestia : tiserve :

Battute fra Amici a parte, concordo col tuo discorso, soprattutto sul fatto che alle gare dovrebbero poter accedere tutti i meritevoli : Thumbup :
Ma tali dinamiche sono quasi sempre legate al business : shake :

Avatar utente
Massimo Speed
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 4604
Iscritto il: 30/04/2011, 19:29
Spot frequentati: Calambrone - Castiglione della Pescaia- Vada
Ali: Soul15-10/Sonic13/Capa 15-13/Dyno18/Rebel7/Evo12-9-6-4/Juice18/Neo9/Dice10-8-7
Tavole: Jaime-Select-Soleil-Spike-Gonzales-Quest TT-Hydrofoil Daytona/FlyRadical5/Alaia/Transformer
Località: cascina (PI)
Contatta:

Re: nuova vela race flysurfer VMG2

Messaggio da Massimo Speed »

Per capire meglio l'importanza anche del "mezzo nodo" in questa disciplina metto questo bellissimo video con la vittoria al foto finish di Theo De Ramecourt armato appunto del nuovo VMG 2 :cipTrick:


Il nosto Mario Calbucci a Vada (LI) ha fatto una prestazione incredibile in ULW riuscendo (dopo aver faticato moltooo pure lui per partire) a portare a termine un bel numero di bordi con 3/4 nodi di vento utilizzando il VMG 2 18m ed il Chubanga V3, visto dal vivo ( e filmato con drone : Chessygrin : ) veramente incredibile : Eeek : : notworthyc :

Rispondi