Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

un luogo dove fare due chiacchiere in amicizia
neorunner
Novellino
Novellino
Messaggi: 76
Iscritto il: 15/10/2019, 10:11
Spot frequentati: Spiaggia
Ali: Turbine 17 - Soul 15/10 - SST 12/10/8/6 - Rally 9 - Reach 12
Tavole: 160x48 RL Boards-139x43,5/137x41 Bliss ltd-Nugget 5,3-Race NW-HF Sabfoil T38 679/633-330-Gong Rise M

Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da neorunner »

Eccomi con uno dei miei quesiti da super principiante : ahahah : : ahahah : e pippa conclamata : Yahooo : : Yahooo : : notworthyc :

So che ci sono diversi post, ne ho letti a decine….visto tantissimi video, chiesto in spiaggia ma ho ancora un po’ di confusione su come gestire i pesi ed i piedi (soprattutto) in partenza ed in andatura con l’hydrofoil.

Piccola premessa avevo provato a fare una volta da solo hydrofoil, però mi sono subito reso conto che il supporto di un gommone, visto la mia proverbiale pippagine, era fondamentale per poter fare tante prove e capire meglio le dinamiche.

Dopo aver lasciato, dopo qualche prova, il mio hydrofoil (troppo ostico come primissima lezione, lo implementerò nelle prossime lezioni) passo ad un piantone 45 e tavola bella voluminosa con tre strep (la mia attuale tavola invece ha solo le due strep anteriori, e di dimensioni medio/compatte).

Vela una pump, che ovviamente ti sbilancia un filo in avanti nel salire sulla tavola.

Ma andiamo alle domande
In fase di partenza il piede posteriore dove lo devo piazzare, verso il centro della tavola o verso il bordo esterno?
Una volta salito sulla tavola questo benedetto piede posteriore deve rimanere nella strep oppure lo devo togliere e spostare verso il centro della tavola.

Quello che ho capito, leggendovi, è che il baricentro nelle fasi iniziali di apprendimento deve essere proiettato il più avanti possibile per evitare delfinaggi.

Quindi l’idea dovrebbe essere tre strep per salire facile, poi togli il piede dalla strep e lo metti avanti.
Una volta che impari ad andare con la tavola bassa inizi piano piano a farlo salire.

Io al momento ho tutta la parte sinistra del corpo piena di lividi, spalla, gomito, coscia, ginocchio, piede ecc. ecc.
Ovviamente sto usando impact e caschetto.

Le nuove sfide mi affascinano, francamente pensavo fosse più facile.
A casa ho usato la tavola propriocettiva, ma fare hydrofoil è davvero un’altra cosa.
Spero pian pianino di capire le dinamiche.

Al fine della seconda lezione salivo sempre sulla tavola, ma poi non riuscivo ad andare in andatura, perché un po’ mi dondolavo, un po’ il vento era infame e dovevo muovere l’ala e fare troppe cose insieme al momento mi viene difficile.
Infatti spesso o delfinavo e cadevo, ovvero mi sbilanciavo in avanti eccessivamente.
Ho fatto delle capriole in avanti da guinness.

Sono uscito “malconcio” da queste due ore di hydrofoil.
Ma con un super sorriso durbans.
Non vedo l’ora di poter tornare in acqua e sperimentare nuovamente l’hydrofoil.
Avatar utente
Zitrone
Saggio e Moderatore
Messaggi: 9991
Iscritto il: 10/02/2011, 14:03
Spot frequentati: Campo di Mare (RM) - Ladispoli (RM) - Marina di San Nicola (RM)
Ali: Ozone Chrono18-Edge13-Reo9/7-ImpQ2-Frenzy10-Kitech FreeRS15-EF Vertical19-Pansh BlazeII5-7,Flux4
Tavole: OnlylocalsULW - OnlylocalsHW - ZitroAlaia - Laola Mutant - surfino Arriba - ZitroFoil
Località: Ladispoli
Contatta:

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da Zitrone »

Io sto circa 5 ore avanti a te e comprendo benissimo quello che provi, domani cerco di risponderti con calma, ma intanto vedi qui se trovi qualche risposta viewtopic.php?f=2&t=21651
Non sono venditore/promoter ma mi hanno soprannominato
Ser Zitrone da Campo de Mare, prode paladino Ozone
Mi piace smanettare-modificare-autocostruire.
Vorrei fare kite più spesso :-(
kiteman
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 11898
Iscritto il: 07/01/2011, 21:02
Spot frequentati: Milano, Lago di Como, St. Moritz Al Lamber, Silvaplana & Bernina, Mare italiano (ogni tanto)
Ali: Ali Flysurfer preferibilmente foil
Tavole: RLBoards TT, HF e surfino, SUP RedPaddle
Località: Milano

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da kiteman »

Io terrei il piede posteriore fuori dalla strap, anche in partenza, più o meno sopra al piantone.
Partire con il piede dentro e poi spostarlo ti obbliga a gestire un cambio di assetto/piedi (e quindi di pesi) proprio nella fase più delicata, con il rischio di perdere subito l'equilibrio.
Piuttosto terrei il piede posteriore dentro la strap fino a che sei fermo, prima di picchiare il kite, per tenere la tavola dove deve stare.
E prima di picchiare il kite, lo tiri fuori e lo metti sul piantone (il piede).
Sul piantone, e quindi centralissimo rispetto alla tavola.
Se senti che l'hf tende a uscire senza controllo dall'acqua (ti spara verso l'alto e inizi a delfinare), o riduci la potenza del kite mollando potentemente la barra, oppure provi a spostare e mantenere il piede posteriore più avanti, fino a che non riesci a tenerlo giù.
Per il resto buone facciate.. non c'è altra strada.
http://www.KiteVirus.it
Flysurfer | RLBoards | Peter Lynn | Red Paddle Co

Distributore in Italia per RLBoards: http://www.rlboards-italia.it
neorunner
Novellino
Novellino
Messaggi: 76
Iscritto il: 15/10/2019, 10:11
Spot frequentati: Spiaggia
Ali: Turbine 17 - Soul 15/10 - SST 12/10/8/6 - Rally 9 - Reach 12
Tavole: 160x48 RL Boards-139x43,5/137x41 Bliss ltd-Nugget 5,3-Race NW-HF Sabfoil T38 679/633-330-Gong Rise M

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da neorunner »

Zitrone ha scritto: 01/06/2021, 21:29 Io sto circa 5 ore avanti a te e comprendo benissimo quello che provi, domani cerco di risponderti con calma, ma intanto vedi qui se trovi qualche risposta viewtopic.php?f=2&t=21651
Si ho letto il tuo post, ispirato a quello di pat.

E sto prendendo spunto.

Ma c'è quella fase delicata di sto piede che nn ho capito come gestire.

Tu cmq non sei avanti di 5 ore....sei mooooolto più avanti in quanto cmq stai già usando la tua (bellissima) tavola.
Io al momento piantone 45 ed hydro da scuola

Poi spero presto di usare il mio set in modo da essere poi indipendente ovunque.
neorunner
Novellino
Novellino
Messaggi: 76
Iscritto il: 15/10/2019, 10:11
Spot frequentati: Spiaggia
Ali: Turbine 17 - Soul 15/10 - SST 12/10/8/6 - Rally 9 - Reach 12
Tavole: 160x48 RL Boards-139x43,5/137x41 Bliss ltd-Nugget 5,3-Race NW-HF Sabfoil T38 679/633-330-Gong Rise M

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da neorunner »

kiteman ha scritto: 02/06/2021, 5:52 Io terrei il piede posteriore fuori dalla strap, anche in partenza, più o meno sopra al piantone.
Partire con il piede dentro e poi spostarlo ti obbliga a gestire un cambio di assetto/piedi (e quindi di pesi) proprio nella fase più delicata, con il rischio di perdere subito l'equilibrio.
Piuttosto terrei il piede posteriore dentro la strap fino a che sei fermo, prima di picchiare il kite, per tenere la tavola dove deve stare.
E prima di picchiare il kite, lo tiri fuori e lo metti sul piantone (il piede).
Sul piantone, e quindi centralissimo rispetto alla tavola.
Se senti che l'hf tende a uscire senza controllo dall'acqua (ti spara verso l'alto e inizi a delfinare), o riduci la potenza del kite mollando potentemente la barra, oppure provi a spostare e mantenere il piede posteriore più avanti, fino a che non riesci a tenerlo giù.
Per il resto buone facciate.. non c'è altra strada.

Grazie per i tuoi preziosissimi consigli.
Spero in settimana di poterli testare
Avatar utente
Zitrone
Saggio e Moderatore
Messaggi: 9991
Iscritto il: 10/02/2011, 14:03
Spot frequentati: Campo di Mare (RM) - Ladispoli (RM) - Marina di San Nicola (RM)
Ali: Ozone Chrono18-Edge13-Reo9/7-ImpQ2-Frenzy10-Kitech FreeRS15-EF Vertical19-Pansh BlazeII5-7,Flux4
Tavole: OnlylocalsULW - OnlylocalsHW - ZitroAlaia - Laola Mutant - surfino Arriba - ZitroFoil
Località: Ladispoli
Contatta:

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da Zitrone »

Eccomi qui con un pò di calma....ovviamente calcola che sono anche io un principiante, avrò fatto 7-8 ore sul coso (più in acqua che sul coso : ahahah : ), quindi ti dico la mia esperienza, ma potrebbe anche essere sbagliata : Chessygrin :
neorunner ha scritto: 01/06/2021, 19:07 Dopo aver lasciato, dopo qualche prova, il mio hydrofoil (troppo ostico come primissima lezione, lo implementerò nelle prossime lezioni) passo ad un piantone 45 e tavola bella voluminosa con tre strep (la mia attuale tavola invece ha solo le due strep anteriori, e di dimensioni medio/compatte).
Vela una pump, che ovviamente ti sbilancia un filo in avanti nel salire sulla tavola.
La tavola è un bel discorso, per le prime volte sarebbe ottimale una tavola lunga, con linee d'acqua dritte, rocker non troppo pronunciato e un buon volume ma dopo 2-3 uscite ti sembrerà di stare su una portaerei. La mia (copia della Groove wave) ad esempio è stata terribile per le prime volte ma ora la sto apprezzando molto, alla prima uscita con la mia proprio non riuscivo, un amico mi ha prestato la rrd dolphin e sono partito subito, dopo 2 bordi però mi sembrava enorme. Riguardo il kite invece non è che ho trovato grandi difficoltà, diciamo che le condizioni ottimali le ho trovate sui 10 nodi (quindi mare molto calmo) col kitechRS 15, ma anche sui 15 nodi col Reo9 mi sono trovato bene. Un pò di sovrainvelatura le prime volte aiuta a salire sulla tavola e partire, ma rompe parecchio quando sei in acqua a posizionare la tavola.

neorunner ha scritto: 01/06/2021, 19:07 In fase di partenza il piede posteriore dove lo devo piazzare, verso il centro della tavola o verso il bordo esterno?
Una volta salito sulla tavola questo benedetto piede posteriore deve rimanere nella strep oppure lo devo togliere e spostare verso il centro della tavola.
Su consiglio di un amico la straps posteriore l'ho tolta subito e non me ne pento, l'anteriore invece la ritengo fondamentale per metterti la tavola ai piedi e avere un punto d'appoggio per partire. Dove lo metto di preciso non so, ad occhio sulla posizione della straps o un pelino più avanti e leggermente verso il bordo sopravento, poi una volta partito "sento" se è messo bene e all'occorrenza lo sposto, per fortuna facendo sport su tavola da una vita ho una buona sensibilità e capisco subito come correggere una posizione errata.
neorunner ha scritto: 01/06/2021, 19:07 Quello che ho capito, leggendovi, è che il baricentro nelle fasi iniziali di apprendimento deve essere proiettato il più avanti possibile per evitare delfinaggi.
Anche io leggendo il forum, tutorial etc mi ero concentrato su questa cosa....risultato impuntate continue e botti rovinosi : ahahah : Diciamo che il peso deve essere bilanciato.
neorunner ha scritto: 01/06/2021, 19:07 Una volta che impari ad andare con la tavola bassa inizi piano piano a farlo salire.
Dipende molto dalla tavola, con la mia dislocare è praticamente impossibile, si comporta come una saponetta impazzita quindi picchiata del kite e salgo sulla tavola al lasco e mentre il kite risale (barra lasca così sale meglio) vado in foiling.
neorunner ha scritto: 01/06/2021, 19:07 Io al momento ho tutta la parte sinistra del corpo piena di lividi, spalla, gomito, coscia, ginocchio, piede ecc. ecc.
Ovviamente sto usando impact e caschetto.
Il coso è un perfetto attrezzo di tortura, quando intuisci che stai per cadere mollalo e cerca di cadergli lontano, inutile contrastarlo e tentare di rimanerci sopra, vince lui e ti fai male.
neorunner ha scritto: 01/06/2021, 19:07Le nuove sfide mi affascinano, francamente pensavo fosse più facile.
Anche io, la prima uscita è stata veramente uno scoraggiante disastro, però appena fatti i primi 10mt in foiling : sssss :

neorunner ha scritto: 02/06/2021, 19:14 Tu cmq non sei avanti di 5 ore....sei mooooolto più avanti in quanto cmq stai già usando la tua (bellissima) tavola.
Io al momento piantone 45 ed hydro da scuola
Poi spero presto di usare il mio set in modo da essere poi indipendente ovunque.
Non credere che sto così avanti, le prime 2-3 uscite sono drammatiche, poi vedi uno spiraglio di luce e da li diventa tutto più semplice.
Avere un setup scuola per le prime volte aiuta molto...approfittane : Wink :
Non sono venditore/promoter ma mi hanno soprannominato
Ser Zitrone da Campo de Mare, prode paladino Ozone
Mi piace smanettare-modificare-autocostruire.
Vorrei fare kite più spesso :-(
neorunner
Novellino
Novellino
Messaggi: 76
Iscritto il: 15/10/2019, 10:11
Spot frequentati: Spiaggia
Ali: Turbine 17 - Soul 15/10 - SST 12/10/8/6 - Rally 9 - Reach 12
Tavole: 160x48 RL Boards-139x43,5/137x41 Bliss ltd-Nugget 5,3-Race NW-HF Sabfoil T38 679/633-330-Gong Rise M

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da neorunner »

Grazie per la tua testimonianza

Io come tavola ho una moses t38 abbinato ad un must 91 con 679 e 330
A breve aggiungerò la 633 al posto della 679 che rimetterò poi in seguito.

Anch'io ho iniziato con un dolphin rrd
Metà della prima uscita e poi la seconda (con vento un pò bastardo)

Non sono uno che si scoraggia facilmente.
Questo inverno mi sono rotto il collaterale mediale facendo kite (caduto male da un paio di metri di onda, ho perso con il piede un pad della tt, mentre l'altro si era incastrato...e ti faccio immaginare il resto...)
Appena ho potuto di nuovo in pista, e sono tornato a fare kite anche con venti forti (per me oltre i 30 nodi è davvero tanta roba 🤣😂...anche se io preferisco venti più leggeri 🤣)

Spero quanto prima, appena mi arriva la 633, di riprovare con il set.

La scuola non è vicinissima sono circa 5 ore tra andata e ritorno.
Ma alla fine, visto la mia immensa pippagine, un gommone ti aiuta all'infinito.


Grazie ancora per la tua disponibilità
Avatar utente
Zitrone
Saggio e Moderatore
Messaggi: 9991
Iscritto il: 10/02/2011, 14:03
Spot frequentati: Campo di Mare (RM) - Ladispoli (RM) - Marina di San Nicola (RM)
Ali: Ozone Chrono18-Edge13-Reo9/7-ImpQ2-Frenzy10-Kitech FreeRS15-EF Vertical19-Pansh BlazeII5-7,Flux4
Tavole: OnlylocalsULW - OnlylocalsHW - ZitroAlaia - Laola Mutant - surfino Arriba - ZitroFoil
Località: Ladispoli
Contatta:

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da Zitrone »

neorunner ha scritto: 02/06/2021, 22:25 La scuola non è vicinissima sono circa 5 ore tra andata e ritorno.
Cheeeeeee????? 5 ore??? : Eeek : : Eeek : : Eeek : : Eeek :

Sei decisamente molto determinato... calcola che ultimamente ho cambiato spot perchè così esco col mio compagno storico di merende e mi lamento che da casa mia mia ci vogliono 12 minuti (il precedente spot era a 4 minuti) .... 2 ore e mezza non avrei proprio considerato questo sport : ahahah : : ahahah :
Non sono venditore/promoter ma mi hanno soprannominato
Ser Zitrone da Campo de Mare, prode paladino Ozone
Mi piace smanettare-modificare-autocostruire.
Vorrei fare kite più spesso :-(
Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17487
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da Pat »

Se hai sotto una tavola in grado di navigare, farti un'uscita o due dislocando aiuta molto. Tra l'altro, capisci come e dove tenere i piedi. Per il resto, via strap posteriore, piede posteriore a prua dell'attacco piantone in fase di partenza, peso avanti, quando bordeggi sicuro a tavola immersa arretri pian piano il piede.
L'essenza del kite è: "state gobbi" (e trovate lo stance giusto).
neorunner
Novellino
Novellino
Messaggi: 76
Iscritto il: 15/10/2019, 10:11
Spot frequentati: Spiaggia
Ali: Turbine 17 - Soul 15/10 - SST 12/10/8/6 - Rally 9 - Reach 12
Tavole: 160x48 RL Boards-139x43,5/137x41 Bliss ltd-Nugget 5,3-Race NW-HF Sabfoil T38 679/633-330-Gong Rise M

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da neorunner »

Si sono molto molto determinato nel voler imparare hydrofoil

Qui da me spesso ci sono 8/9 nodi condizioni da hydrofoil

Solitamente io in 5 minuti sono al mio spot (anche meno)

Però perdo tante uscite che con hydrofoil farei sicuramente.
Ora voglio imparare, quindi anche se lo sbattimento è tanto.
Spero di essere ripagato e godere dopo 😂
neorunner
Novellino
Novellino
Messaggi: 76
Iscritto il: 15/10/2019, 10:11
Spot frequentati: Spiaggia
Ali: Turbine 17 - Soul 15/10 - SST 12/10/8/6 - Rally 9 - Reach 12
Tavole: 160x48 RL Boards-139x43,5/137x41 Bliss ltd-Nugget 5,3-Race NW-HF Sabfoil T38 679/633-330-Gong Rise M

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da neorunner »

Pat ha scritto: 03/06/2021, 8:06 Se hai sotto una tavola in grado di navigare, farti un'uscita o due dislocando aiuta molto. Tra l'altro, capisci come e dove tenere i piedi. Per il resto, via strap posteriore, piede posteriore a prua dell'attacco piantone in fase di partenza, peso avanti, quando bordeggi sicuro a tavola immersa arretri pian piano il piede.
Scusa la mia completa ignoranza, cosa vuol dire "... fare un'uscita o due DISLOCANDO....."
Con la t38 la vedo difficile camminare con l'acqua mi sembra una tavola poco propensa a ciò

Discorso diverso la dolphin più generosa della scuola.
azoele
Novellino
Novellino
Messaggi: 136
Iscritto il: 11/08/2020, 15:13
Spot frequentati: Latina
Ali: Flysurfer Peak
Tavole: Groove Skate

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da azoele »

Mi impiccio, non te ne avere a male...

Intanto: complimenti per la decisione, e per la perseveranza!!! : Thumbup :

Se mi posso permettere un commento spassionato: io ho imparato su un 633+483 con palo da 91.
E non è stata una buona idea. Per niente.

Sono setup prestazionali, molto poco user-friendly.
Pochi mesi fa sono ri-salito sul 633+483, ed ero in difficoltà i primi 5/10 minuti tanto è rapido sotto i piedi, ci ho fatto belle cadute prima di riprendere ad andare bene (e cambio piede e strambo in aria, e sto chiudendo le prime timide virate, quindi un minimo di esperienza – e di tonfi! – l'ho fatta : Chessygrin : ).

Un setup realizzato proprio per imparare accelerebbe di molto la tua progressione: tipo i Gong Rise, per dire, o simili di altri brand, che salgono subito, sono iper-stabili, stallano con dolcezza, e ti perdonano qualunque errore o quasi.
Così hai modo di concentrarti su postura-piedi-vela-andatura. Tutto insomma, meno che sul foil, che invece che fare la lotta con te ti aiuta : Thumbup :
Ci perdi solo in cool-factor in spiaggia! : Chessygrin :

Poi, quando ci hai preso la mano, salti sul Moses, ci fai piede, e ti stra-diverti (e ti accorgi di quanto sono lenti gli altri foil : Chessygrin : )

Oh, ripeto: si può imparare con qualunque cosa, beninteso. Io non sapevo nemmeno fare kite, o quasi, e ci sono riuscito.
Ma il rapporto: Tempo investito / Soddisfazione è sfavorevole con un foil difficile.
E magari solo quello: le cadute, botte, colpi di frusta, e tutto il corollario, aumentano in modo più che proporzionale, e si possono evitare (insieme a tanta frustrazione) con uno strumento pensato per essere accessibile.

Visto che un Rise (sempre per dire), lo trovi magari a 200€ o meno usato (stanno a 350 nuovi!), lo prendi, ci fai piede, impari a stare sul trespolo normale e in toeside, fai le tue strambate, litighi col cambio piede, poi salti su una roba più prestante e te la godi al massimo... anche perché un foil più prestante perdona molto meno, e quindi devi affinare tutti i movimenti perché vengano bene e non finiscano con impatti sull'acqua tipo bomba H : Smile :

Io non l'ho fatto... ma come si dice dalle mie parti: fai quello che il prete dice, non quello che il prete fa!

E, se tornassi indietro: col cavolo che inizierei col Moses! : censored :

Non solo: ancora oggi, per provare manovre nuove, uso il foil "tollerante" per farmi aiutare: quello più difficile me lo riservo per uscite dove voglio fare, divertendomi di più, le cose che so già fare bene : Thumbup :

E ripeto: divertiti, è una roba favolosa il foil!!! : Thumbup :
neorunner ha scritto: 02/06/2021, 22:25 Grazie per la tua testimonianza

Io come tavola ho una moses t38 abbinato ad un must 91 con 679 e 330
A breve aggiungerò la 633 al posto della 679 che rimetterò poi in seguito.

Anch'io ho iniziato con un dolphin rrd
Metà della prima uscita e poi la seconda (con vento un pò bastardo)

Non sono uno che si scoraggia facilmente.
Questo inverno mi sono rotto il collaterale mediale facendo kite (caduto male da un paio di metri di onda, ho perso con il piede un pad della tt, mentre l'altro si era incastrato...e ti faccio immaginare il resto...)
Appena ho potuto di nuovo in pista, e sono tornato a fare kite anche con venti forti (per me oltre i 30 nodi è davvero tanta roba 🤣😂...anche se io preferisco venti più leggeri 🤣)

Spero quanto prima, appena mi arriva la 633, di riprovare con il set.

La scuola non è vicinissima sono circa 5 ore tra andata e ritorno.
Ma alla fine, visto la mia immensa pippagine, un gommone ti aiuta all'infinito.


Grazie ancora per la tua disponibilità
Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17487
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da Pat »

neorunner ha scritto: 03/06/2021, 13:06
Pat ha scritto: 03/06/2021, 8:06 Se hai sotto una tavola in grado di navigare, farti un'uscita o due dislocando aiuta molto. Tra l'altro, capisci come e dove tenere i piedi. Per il resto, via strap posteriore, piede posteriore a prua dell'attacco piantone in fase di partenza, peso avanti, quando bordeggi sicuro a tavola immersa arretri pian piano il piede.
Scusa la mia completa ignoranza, cosa vuol dire "... fare un'uscita o due DISLOCANDO....."
Con la t38 la vedo difficile camminare con l'acqua mi sembra una tavola poco propensa a ciò

Discorso diverso la dolphin più generosa della scuola.
Intendo: planando senza decollare.
Se giri un poco senza decollare gli equilibri sono piu' facili da trovare, aiuta a prenderci la mano.
L'essenza del kite è: "state gobbi" (e trovate lo stance giusto).
neorunner
Novellino
Novellino
Messaggi: 76
Iscritto il: 15/10/2019, 10:11
Spot frequentati: Spiaggia
Ali: Turbine 17 - Soul 15/10 - SST 12/10/8/6 - Rally 9 - Reach 12
Tavole: 160x48 RL Boards-139x43,5/137x41 Bliss ltd-Nugget 5,3-Race NW-HF Sabfoil T38 679/633-330-Gong Rise M

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da neorunner »

azoele ha scritto: 03/06/2021, 13:27 Mi impiccio, non te ne avere a male...

Intanto: complimenti per la decisione, e per la perseveranza!!! : Thumbup :

Se mi posso permettere un commento spassionato: io ho imparato su un 633+483 con palo da 91.
E non è stata una buona idea. Per niente.

Sono setup prestazionali, molto poco user-friendly.
Pochi mesi fa sono ri-salito sul 633+483, ed ero in difficoltà i primi 5/10 minuti tanto è rapido sotto i piedi, ci ho fatto belle cadute prima di riprendere ad andare bene (e cambio piede e strambo in aria, e sto chiudendo le prime timide virate, quindi un minimo di esperienza – e di tonfi! – l'ho fatta : Chessygrin : ).

Un setup realizzato proprio per imparare accelerebbe di molto la tua progressione: tipo i Gong Rise, per dire, o simili di altri brand, che salgono subito, sono iper-stabili, stallano con dolcezza, e ti perdonano qualunque errore o quasi.
Così hai modo di concentrarti su postura-piedi-vela-andatura. Tutto insomma, meno che sul foil, che invece che fare la lotta con te ti aiuta : Thumbup :
Ci perdi solo in cool-factor in spiaggia! : Chessygrin :

Poi, quando ci hai preso la mano, salti sul Moses, ci fai piede, e ti stra-diverti (e ti accorgi di quanto sono lenti gli altri foil : Chessygrin : )

Oh, ripeto: si può imparare con qualunque cosa, beninteso. Io non sapevo nemmeno fare kite, o quasi, e ci sono riuscito.
Ma il rapporto: Tempo investito / Soddisfazione è sfavorevole con un foil difficile.
E magari solo quello: le cadute, botte, colpi di frusta, e tutto il corollario, aumentano in modo più che proporzionale, e si possono evitare (insieme a tanta frustrazione) con uno strumento pensato per essere accessibile.

Visto che un Rise (sempre per dire), lo trovi magari a 200€ o meno usato (stanno a 350 nuovi!), lo prendi, ci fai piede, impari a stare sul trespolo normale e in toeside, fai le tue strambate, litighi col cambio piede, poi salti su una roba più prestante e te la godi al massimo... anche perché un foil più prestante perdona molto meno, e quindi devi affinare tutti i movimenti perché vengano bene e non finiscano con impatti sull'acqua tipo bomba H : Smile :

Io non l'ho fatto... ma come si dice dalle mie parti: fai quello che il prete dice, non quello che il prete fa!

E, se tornassi indietro: col cavolo che inizierei col Moses! : censored :

Non solo: ancora oggi, per provare manovre nuove, uso il foil "tollerante" per farmi aiutare: quello più difficile me lo riservo per uscite dove voglio fare, divertendomi di più, le cose che so già fare bene : Thumbup :

E ripeto: divertiti, è una roba favolosa il foil!!! : Thumbup :
neorunner ha scritto: 02/06/2021, 22:25 Grazie per la tua testimonianza

Io come tavola ho una moses t38 abbinato ad un must 91 con 679 e 330
A breve aggiungerò la 633 al posto della 679 che rimetterò poi in seguito.

Anch'io ho iniziato con un dolphin rrd
Metà della prima uscita e poi la seconda (con vento un pò bastardo)

Non sono uno che si scoraggia facilmente.
Questo inverno mi sono rotto il collaterale mediale facendo kite (caduto male da un paio di metri di onda, ho perso con il piede un pad della tt, mentre l'altro si era incastrato...e ti faccio immaginare il resto...)
Appena ho potuto di nuovo in pista, e sono tornato a fare kite anche con venti forti (per me oltre i 30 nodi è davvero tanta roba 🤣😂...anche se io preferisco venti più leggeri 🤣)

Spero quanto prima, appena mi arriva la 633, di riprovare con il set.

La scuola non è vicinissima sono circa 5 ore tra andata e ritorno.
Ma alla fine, visto la mia immensa pippagine, un gommone ti aiuta all'infinito.


Grazie ancora per la tua disponibilità

Come prima cosa grazie per la tua testimonianza!!
Ho letto molti tuoi post in passato anche relativi al gong.

Il rise ho visto costare nuovo 309€ in pre ordine.

Ho speso qualcosa in meno solo per l'ala 633 usata, che mi è arrivata stamane.

Onestamente pensavo che l'abbinamento 633-330 rendesse il foil super stabile.
Leggevo nelle vecchissime recensioni dell'onda che lo definivano il miracolo per gli inplanabili tanto era facile e per i super pipponi, quindi sentendomi chiamare in causa ho preso quello 😂🤣

Non pensavo ci fosse tutta questa differenza tra Rise e 633
Nei prossimi giorni se riesco proverò il 633, atteso che cmq il rise prima del 28 giugno nn sarà disponibile, anche se più di un pensierino lo farò dato il costo complessivo abbordabile.

Il rise, che tu sappia, è compatibile con la t38?

Con il rise, al di là della velocità di punta che nn mi interessa, con che venti inizia ad essere fruibile??

Grazie ancora per la tua disponibilità
neorunner
Novellino
Novellino
Messaggi: 76
Iscritto il: 15/10/2019, 10:11
Spot frequentati: Spiaggia
Ali: Turbine 17 - Soul 15/10 - SST 12/10/8/6 - Rally 9 - Reach 12
Tavole: 160x48 RL Boards-139x43,5/137x41 Bliss ltd-Nugget 5,3-Race NW-HF Sabfoil T38 679/633-330-Gong Rise M

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da neorunner »

Dimenticavo, quale front consiglieresti sul rise M o L, atteso che peso 80/81 kg?
Ho letto diversi pareri contrastanti a riguardo
azoele
Novellino
Novellino
Messaggi: 136
Iscritto il: 11/08/2020, 15:13
Spot frequentati: Latina
Ali: Flysurfer Peak
Tavole: Groove Skate

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da azoele »

Alt!
Non sono esperto, per nulla!!! Ti ho scritto solo quello di cui sono ragionevolmente sicuro : Thumbup :

Il 330 non l'ho mai visto. Il 633 lo usavo con il 483 standard; dalle "orecchie" che vedo, sicuramente ha più controllo sull'imbardata, ma... va provato per giudicare, e io non so che dirti : shake :
679/633 + 483 sono parecchio ballerini (e divertenti, quando hai piede...).

Ho parlato di Rise di Gong perché la loro linea la conosco, e so che funziona e costa pochissimo.
Ma c'è tanta roba là fuori che magari prendi a due soldi e va benissimo: cabrinha Hi-Rise, slingshot hoverglide, vecchi North, etc.
Mai provato nessuno di questi, ma molti modelli erano a basse prestazioni e diretti a chi iniziava: gli slingshot li usavano nelle scuole, e avevano previsto appositamente il kit di pali di varie dimensioni (la "flight school", la chiamavano : Chessygrin : )
Anche RRD aveva tutti i pali.

E anche il palo, credi, cambia molto nell'apprendimento: si parte bassi e rilassati, concentrati su quello che succede.
Poi si sale di palo, e si ha più margine quando già si sa andare, e infine si prende il palo che più piace (80-110), quando si ha un minimo di dimestichezza: in questo modo, si accelera molto il progresso : Thumbup :
Quando sei subito alto, sei in punta di spillo: appena muovi il piede viene amplificato dalla distanza dalle pale sotto. Anche le botte sull'acqua sono amplificate : Chessygrin :

Se la T38 ha i binari, ci va benissimo qualsiasi cosa standard (mi pare 90x165)..... : Thumbup :

In bocca al lupo, e buon divertimento!
E mettiti il casco!!! il foil sa sempre dove ti trovi... e credi: ti verrà a cercare.
Non c'è altro modo per descrivere quello che fa: tu cadi, lui sparisce, tu finisci in acqua, riemergi, e lui ti centra in pieno sulla nuca (se va bene), sui denti (se va male).
Chiedimi come mai lo so... : Rolleyes :
Anche i tappi nelle orecchie sono cosa buona e giusta: basta una caduta in velocità da 90cm di piatto per far esplodere il tuo timpano meglio del Pallone di Maradona al capodanno di Napoli...
Ci sta bene anche uno spuntino: a me viene sempre fame : ahahah :

neorunner ha scritto: 03/06/2021, 16:11 Come prima cosa grazie per la tua testimonianza!!
Ho letto molti tuoi post in passato anche relativi al gong.

Il rise ho visto costare nuovo 309€ in pre ordine.

Ho speso qualcosa in meno solo per l'ala 633 usata, che mi è arrivata stamane.

Onestamente pensavo che l'abbinamento 633-330 rendesse il foil super stabile.
Leggevo nelle vecchissime recensioni dell'onda che lo definivano il miracolo per gli inplanabili tanto era facile e per i super pipponi, quindi sentendomi chiamare in causa ho preso quello 😂🤣

Non pensavo ci fosse tutta questa differenza tra Rise e 633
Nei prossimi giorni se riesco proverò il 633, atteso che cmq il rise prima del 28 giugno nn sarà disponibile, anche se più di un pensierino lo farò dato il costo complessivo abbordabile.

Il rise, che tu sappia, è compatibile con la t38?

Con il rise, al di là della velocità di punta che nn mi interessa, con che venti inizia ad essere fruibile??

Grazie ancora per la tua disponibilità
Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17487
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da Pat »

Neo, avevi lo speedster che e' un'ala facilissima e lo hai venduto. Ora hai il 679/633 + 330 che in entrambe le configurazioni sono bei piantone. Io col 633/483 ci ho fatto solo qualche bordo, ma mi ha stupito per la sua stabilita. Insomma, hai il materiale che va benissimo per imparare, non hai bisogno di altro. Hai solo bisogno - scusa se sono diretto - di andare in spiaggia in una giornata di vento leggero, scarpette muta impact e casco, strap tutte avanti a prua, niente strap dietro e metterti a provare. Senza gommoni, istruttori o altre minchiate che non servono a niente. : belleparole :

NB: a questo punto sarei curioso di provarlo, il gong. Se Azo ritiene il 633 ballerino, il gong deve essere di marmo : Thumbup :
L'essenza del kite è: "state gobbi" (e trovate lo stance giusto).
neorunner
Novellino
Novellino
Messaggi: 76
Iscritto il: 15/10/2019, 10:11
Spot frequentati: Spiaggia
Ali: Turbine 17 - Soul 15/10 - SST 12/10/8/6 - Rally 9 - Reach 12
Tavole: 160x48 RL Boards-139x43,5/137x41 Bliss ltd-Nugget 5,3-Race NW-HF Sabfoil T38 679/633-330-Gong Rise M

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da neorunner »

Pat ha scritto: 03/06/2021, 18:02 Neo, avevi lo speedster che e' un'ala facilissima e lo hai venduto. Ora hai il 679/633 + 330 che in entrambe le configurazioni sono bei piantone. Io col 633/483 ci ho fatto solo qualche bordo, ma mi ha stupito per la sua stabilita. Insomma, hai il materiale che va benissimo per imparare, non hai bisogno di altro. Hai solo bisogno - scusa se sono diretto - di andare in spiaggia in una giornata di vento leggero, scarpette muta impact e casco, strap tutte avanti a prua, niente strap dietro e metterti a provare. Senza gommoni, istruttori o altre minchiate che non servono a niente. : belleparole :

NB: a questo punto sarei curioso di provarlo, il gong. Se Azo ritiene il 633 ballerino, il gong deve essere di marmo : Thumbup :
Lo speedster l'ho testato solo una volta
Poi il covid ha scombussolato tutto, uscite ecc ecc.
Quindi la stagione scorsa che doveva essere quella con lo speedster di fatto è saltata.
E sono andato avanti di tavolone e 17.
Lo scorso inverno ho trovato una occasione per il moses che mi piaceva da matti ed ho fatto la follia
Stamane è arrivata la 633 usata che proverò, spero, domani.
Quando il tempo non è tanto, ed hai voglia di fare kite si cerca (almeno io) di ottimizzare con attrezzatura che dovrebbe/potrebbe aiutarti (almeno sulla carta).
Poi sono ancora nella fase degli acquisti compulsivi 😂🤣
Anche se sto sfoltendo l'attrezzatura.
azoele
Novellino
Novellino
Messaggi: 136
Iscritto il: 11/08/2020, 15:13
Spot frequentati: Latina
Ali: Flysurfer Peak
Tavole: Groove Skate

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da azoele »

...
...confiteor, Pat(er): quando ti ho letto scrivere che il 633/483 ti ha "stupito per la sua stabilità"... mi sono sentito una schiappa pazzesca!!!!!
: shake : : Chessygrin :

E... si: come confermerà Gino: Curve L + Surf 45 è non stabile: è stabilissimo.
È equivalente a fare foil sul tavolo della cucina dopo aver allagato casa con 1 metro d'acqua. Sull'uno e sull'altro ci puoi avvitare le lampadine tanto stanno fermi sotto i piedi, solo su uno riesci a scappare dalla moglie quando torna e trova la laguna di venezia in soggiorno, sull'altro sei condannato in cucina ad attendere l'inevitabile : Chessygrin :

Però... però: la stabilità, anche se è un bell'imbrogliare perché ci fa sembrare fenomeni (i cambi piede sono davvero semplificati moltissimo), ha anche un mucchio di pregi oggettivi per imparare. : Thumbup :
Specie quando si è dei principianti del foil, o con po' di peso extra...

Resto quindi della mia idea: che l'ideale sia combo super facile per imparare di tutto (strambate, e cambi piede, loop dell'ala, lasco spinto, partenze verticali, tutto insomma), e poi zacchete!, ale performanti per godersi quanto siamo diventati bravi : Thumbup :
Soprattutto, quando si ha "piede", si è anche più liberi di capire cosa realmente ci piace: una pala giocosa come il 633? Un freeride alla 590? Una race? Un palone enorme tipo 1100 per cercare le ondine con un Peak 5m in 8 nodi? (un amico lo fa, ed è pure bravo...).
Ogni foil ha una sua specifica anima, che si apprezza solo "dopo" (o si rimpiange dopo venduta!!!). All'inizio, più è specifico, e più è esigente.

Se dovessi consigliare a qualcuno, oggi, per imparare: 65cm di palo e ensemble sonnolento con un bel tavolone per i primissimi bordi.
Palo corto = meno stress e cadute meno violente.
Foil docile = più tempo mentale speso a capire come andare rispetto a come non essere catapultati.
Tavolone = ulteriore rallentamento propriocettivo, perché addomestica il foil col suo peso e l'inerzia, e quindi si ha ancora meno input sensoriale "da sotto" che ci distrae.

Ecco, questo è il sunto (attuale) della mia filosofia foilistico-principiantesca. : Chessygrin :

P.S.
giuro, continuo a non togliermi dalla testa che hai trovato stabilissimo il 633/483!!! : Eeek : : notworthyc :
Ho l'autostima in picchiata, e finisce che mi sognerò stanotte l'ultima carognosa uscita che ci ho fatto, dove ci ho dato tante di quelle testate che a un certo punto, suonatissimo, ho scambiato i cavi del kite per il cavo dello skilift... : shake : : Chessygrin :

Pat ha scritto: 03/06/2021, 18:02 Neo, avevi lo speedster che e' un'ala facilissima e lo hai venduto. Ora hai il 679/633 + 330 che in entrambe le configurazioni sono bei piantone. Io col 633/483 ci ho fatto solo qualche bordo, ma mi ha stupito per la sua stabilita. Insomma, hai il materiale che va benissimo per imparare, non hai bisogno di altro. Hai solo bisogno - scusa se sono diretto - di andare in spiaggia in una giornata di vento leggero, scarpette muta impact e casco, strap tutte avanti a prua, niente strap dietro e metterti a provare. Senza gommoni, istruttori o altre minchiate che non servono a niente. : belleparole :

NB: a questo punto sarei curioso di provarlo, il gong. Se Azo ritiene il 633 ballerino, il gong deve essere di marmo : Thumbup :
Avatar utente
Pat
Fondatore
Messaggi: 17487
Iscritto il: 09/11/2010, 14:22
Spot frequentati: Porto Corrsini
Ali: Kitech & PL
Tavole: mono
Località: Castenaso City (Bo)

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da Pat »

No, non equivocare. Tu col foil sei molto piu' avanti di me e io il gong non lo ho provato.
Lo scorso anno ho provato la mia 679 + 483, e il rollio mi sembrava ingestibile. Meglio con lo s450, perfetta con lo s330. Qurst'anno un amico di spiaggia mi ha fatto provare 2 bordi con la sua w633+s483, per capire se il settaggio strap era ok. Quando ho visto la s483 sono impallidito ma invece ho trovato il tutto stabilissimo.
Magari e' stata una impressione mia.
Io il palo corto lo lascerei stare. All'inizio e' difficile governare il cabra e picchia, il volo stabile con palo corto e' difficile da gestire.
Appena trovo un gong sulla spiaggia come quello di gino cerco di farci un giro. Sono veramente curioso....
L'essenza del kite è: "state gobbi" (e trovate lo stance giusto).
Avatar utente
Gino82
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2676
Iscritto il: 10/12/2013, 22:03
Spot frequentati: Lago Maggiore e Lago di Como, Toscana, Calabria Ionica
Ali: Swell V1 6-9-12, Soul 10-15, Chrono V2 15, Chrono V1 18
Tavole: Radical Transformer 160x48 & 138x44, Fatty, Nirvana Mix, AA DD, GONG ProClear L

Re: Hydrofoil e posizionamento corretto dei piedi....il principiante che è in me chiede aiuto

Messaggio da Gino82 »

Visto che mi "citate" : Chessygrin : vi dico che sono stracurioso di provare una 633 : dribbleg :

Ho iniziato con 2 straps davanti a Y mooolto larghe, mentre dietro sempre senza.
Col Gong Curve L mai avuto problemi di assetto, a maggior ragione da quando ho montato lo stab surf 45cm.
La differenza con lo stab kite 40cm è che col surf 45cm bisogna spingere molto di più in avanti.

Sono letteralmente inchiodato al cambio piedi (che non mi riesce) e alla strambata (cado sempre).
Ho provato a fare delle partenze direttamente in toe side (come col surfino) e una volta sono riuscito a fare 20m in foiling.
Non capisco dove sbaglio. Forse mi serve avere più coraggio e velocità in ingresso e fare il downloop col kite : Rolleyes :

Tornando sul topic, mi sono reso conto che un'errata posizione dei piedi può essere corretta con il peso del corpo e che la sensazione di scomodità, dopo un po', ti fa capire come spostare i piedi.
E alla fine, anche grazie all'intuito del nostro corpo, si arriva proprio a cercare il posto esatto dove mettere i piedi.
E alla fine il posteriore finisce sempre sopra al piantone...
Rispondi