La mia terza volta (in wing)

sezione dedicata al Wing Foil e suoi simili (Sup Foil, Surf Foil, Wind Foil etc)
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5258
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: La mia terza volta (in wing)

Messaggio da pitu »

La 5 è una via di mezzo. Sono molto contento della misura. Come scuola a Puzziteddu, abbiamo ordinato le North, sia vele che tavole e vedremo la differenza.
Soulrider
Fissato
Fissato
Messaggi: 908
Iscritto il: 11/10/2013, 19:43
Spot frequentati: Ortona
Ali: la fredda cronaca
Tavole: il nulla cosmico

Re: La mia terza volta (in wing)

Messaggio da Soulrider »

NORTH o DUOTONE ?
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 648
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, duotone
Tavole: custom temavento, loose.

Re: La mia terza volta (in wing)

Messaggio da maxandora »

Una domanda sorge spontanea : Quando una ala ha la facoltà di assorbire le raffiche e sventare nell' owerpower, come si comporta nell' azione di pumping per innescare il foil con il lighwind ?
Se rispondete che rimane rigida e non si deforma riducendo la potenza necessaria, allora avete comprato un miracolo di ingegneria.
Ovviamente usando foil da oltre 2000 cm2 si entra in foiling non grazie alla potenza dell' ala ma alle dimensioni esagerate del foil.
Nelle comparative a parità di dimensione diversi wing risultano più performanti di altri.
Ovviamente i meno potenti risultano essere assai efficienti nel luffing e quindi specifici nelle onde.
Come sempre non faccio nomi di marchi ma nella scelta di un ala per la pratica del wingsurf è saggio considerare le caratteristiche dello spot in cui usarlo.
Molti 5 metri hanno prestazioni in potenza di molte 6/7.
Se state per acquistare un ala da wing non sottovalutate questo aspetto.
Perché come dice silversurfer l' uscire con l'ala più piccola è molto più divertente.
marcorettore
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 175
Iscritto il: 09/03/2013, 15:50
Spot frequentati: -Sottomarina, l.s.Croce, l. Morto.
Ali: neo 6, 9, mono 12, 15
Tavole: nirvana, fatty, hydro Moses onda91/skate groove

Re: La mia terza volta (in wing)

Messaggio da marcorettore »

Ma se tu che hai più esperienza non fai i nomi come fanno quelli che non ne hanno a seguire il tuo consiglio?
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 648
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, duotone
Tavole: custom temavento, loose.

Re: La mia terza volta (in wing)

Messaggio da maxandora »

Ciao Marco
Il mio consiglio relativo a modelli o brand diversi potrebbe essere di parte per mille motivi.
E non ritengo giusto accreditare o screditare niente e nessuno.
Questo è un forum di kite e in quanto tale frequentato da persone con esperienze veliche di vario genere.
Non è necessario essere un pro per capire che spesso le recensioni dei materiali sono imbarazzanti.
Troppo di parte da parte dagli sponsorizzati e sovente anche solo uno sconto induce a dire eresie senza senso.
Cè una recensione di una tavola da foil sul sito di un noto brand che decanta quanto la tavola sia perfetta nel rail to rail.
Rail to rail in una tavola che non tocca l' acqua ?
Oppure un altra che decanta quanto sia facile l' entrata in foiling della tavola in una sessione con 30 nodi e un ala da 4 metri e un foil da 2000 cm2.
Quindi mi limiterò a dirti che ho la fortuna e la passione di poter provare molto materiale e aldilà della soggettività di alcune opinioni ci sono dei parametro oggettivi su cui basare le proprie scelte.
Sconsiglio per esempio di prendere ali create per wave riding da usare nei laghi o nei mari con limitate possibilità di onde.
Le ali che hanno delle qualità specifiche per il luffing hanno bisogno di molto vento per far entrare in foiling la tavola, e necessitano di foil enormi che ovviamente saranno lentissimi e faranno diventare la pratica del wingging noiosa.
Le ali potenti sono strutturate con rinforzi di materiale che rendono certamente l' ala più pesante ma decisamente più rigida in fase di pumping.
Il Pumping è un azione determinante con i venti termici di 8/12 nodi tipiche dei nostri laghi e mari nella bella stagione.
Non solo il pumping è indispensabile nell' uscita dalle manovre quando si usano pinne di dimensioni " normali ".
Posso aggiungere che navigare con vele più rigide permette di avere una precisione e una stabilità indispensabile quando si usano tavole con pochi litri e di dimensioni ridotte.
Di contro va detto che ovviamente in owerpower si faticherà un po di più, anche se con un minimo di pratica non sarà difficile posizionare il wing fuori dalla power-zone.
Quello che rende l' ala più potente sono essenzialmente la dimensione della leading-edge, dello strut centrale o l' uso del boma.
Anche la shape dell' ala influisce sulla potenza.
Le regole degli sport velici non sono state stravolte dal wingsurf.
Mi sono innamorato di questa disciplina perché riesce a fondere insieme i due sport che mi hanno regalato straordinarie emozioni da 40 anni a questa parte, il windsurf e il kite.
Se posso essere utile.
Avatar utente
LONG
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3266
Iscritto il: 08/01/2011, 10:10
Spot frequentati: Calambrone (PI), Vada (LI), Perelli , Talamone, Donoratico.
Ali: Sonic2 9,18kitech rs 6,9,12,RALLY 6,8,Aneema7,9,Stoke10,plswell 4,8Nova4,6,10gong5kauperxt9,SSsst4
Tavole: Flyrace, CubeHydro Takoon 6.2.S.S. SRT 5.5,k.loose onda 5.8 NORTH PRO5.11Hydro Mhl,KETOS ,ZeekoAlaia
Località: LIVORNO

Re: La mia terza volta (in wing)

Messaggio da LONG »

Se vogliamo fare nomi di brand posso comparare le caratteristiche di due wing da 5 mq.da me utilizzate:
1) Duotone wing 2019 con boma 5 mq.
2) wing takoon 2020 5 mq.
Il primo ha un low end migliore e migliore innesto del foiling, probabilmente provocato dalla struttura più rigida che migliora l'efficienza del pumping.
Il secondo, acquistato proprio per questo, appare meno efficiente nel pumping, parte più tardi, ma è più neutro se tenuto per la maniglia centrale e non sbacchetta come il primo.( al proposito conta molto lo shape dell'ala)
La maggior potenza del primo comporta una minor capacità di sventare le raffiche nel high end, cosa che col takoon riesce meglio.
Concordando con quanto detto da Maxandora, in acqua piatta con venti più deboli , magari con vento off, prediligo il duotone, nelle onde meglio il 2).
Nella valutazione del wing da utilizzare se la session prevista ha vento con intensità in aumento opto per takoon, proprio per la capacità di sventare.
Viceversa se prevedo vento bucato, con tendenza a diminuire opto per duotone.
Il Duotone echo 2020 invece , pur essendo rigido, per il suo shape risulta molto più stabile nella tenuta con una mano per la maniglia, quindi lo shape dell'ala appare determinante per il comportamento generale, a parita' di metratura insieme chiaramente ad altri parametri quali il peso complessivo.
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5258
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: La mia terza volta (in wing)

Messaggio da pitu »

Bella comparazione Long.
Pensa che nelle varie recensioni la takoon è considerata tra le più potenti, rigide e meno sventati.
Nel mio piccolo ho sperimentato l'overpower con la duotone 2019 4 MT e tendeva a ruotare in avanti (picchiare) e sbacchettare, tanto da renderla inusabile.
La takoon resta neutra e mantiene il profilo accentuando il reflex che sflappa ma stabilizza. Di entrambe mi piace il fatto che mantengono il profilo alare anche senza vento e non si appiattiscono come molte altre, cosa che le rende meno on e off
marcorettore
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 175
Iscritto il: 09/03/2013, 15:50
Spot frequentati: -Sottomarina, l.s.Croce, l. Morto.
Ali: neo 6, 9, mono 12, 15
Tavole: nirvana, fatty, hydro Moses onda91/skate groove

Re: La mia terza volta (in wing)

Messaggio da marcorettore »

Ciao Max, spero che tu non ti sia offeso e si rispettano le opinioni di tutti come la tua sul non fare nomi di brand.
In questo forum siamo tutti appassionati e teniamo in grande considerazioni le esperienze trasmesse da chi è più avanti in un determinato ambito.
Su quelle considerazioni spesso basiamo le nostre scelte future e le tue considerazioni sono considerate il top come molti hanno già manifestato in quanto hai grandissima esperienza nelle varie discipline del vento che si sono evolute nel Wing facendoti diventare un riferimento x molti (me compreso).
Trasmettere le proprie impressioni su un'ala o un'altra di questo o quel brend aiuta molto chi segue a capire la direzione da prendere in base alle proprie attitudini e allo spot in cui si esce.
Personalmente non penso che si tratti di parlare male di un brand o l'altro ma di esprimere la propria opinione che, in quanto tale,
di rispetta sempre.
Detto questo nel post di Pitu, posso capire alcune caratteristiche delle 2 ali che ha nominato e ne ho già scartata una perché punto al vento leggero mentre la tengo in considerazione x i venti forti.
Scusate la lunghezzitudine.
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 648
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, duotone
Tavole: custom temavento, loose.

Re: La mia terza volta (in wing)

Messaggio da maxandora »

Dopo quasi tre anni di wing mi sono fatto un idea molto chiara di cosa preferisco al fine di divertirmi il più possibile.
Perché questo è fondamentalmente o scopo finale, almeno il mio.
Duotone, F.One, Ozone, Gong, Takuma, North sails ( prototipo ) Airush, Cabrinha,Takoon sono le ali che ho avuto il piacere di provare.
Alcune qualche bordo altre qualche ora e onestamente continuo ad insistere che la differenza la fa il binomio tavola-foil.
Con una tavola ed un foil di qualità le ali da wing funzionano tutte egregiamente.
Ovviamente alcune più di altre.
La mia preferenza è Duotone Echo che ritengo essere un progetto costruttivo superiore, per via delle sue peculiarità uniche.
Ho apprezzato molto la Takoon smik e la F.one per la leggerezza e la meraviglia in surfata.
Così come l' Ozone leggermente più pesante anche perché con molti più rinforzi nei punti nevralgici e decisamente più potente.
Anche Airush con cui ho fatto 10 minuti ma con 30 nodi non mi è dispiaciuta, ma con quel vento anche una federa del cuscino andrebbe bene.
Non mi hanno particolarmente entusiasmato le Gong dell' anno scorso e la Takuma 3, molto pesanti e non particolarmente ben costruite.
La Cabrinha X2 è molto bella e l' idea del simil boma gonfiabile è davvero geniale, ma hanno posizionato le maniglia della leading-edge in un punto diverso da dove ti aspetti che sia, e necessita di un po di ore per abituartici.
Mentre il prototipo di North Sails provato a Tarifa, una 5 metri potentissima mi ha stupito perché presenta uno shape particolare con uno strut sovradimensionato che le conferisce una rigidità sorprendente per un gonfiabile, fatta molto bene come è ovvio che sia per un marchio cosi prestigioso.
Era un prototipo quindi vedremo a breve come sarà il definitivo.
Anche la Duotone Unit è un ala molto curata e performante ottima per waving.
E interessante come le case costruttrici abbiano tutte o quasi un idea differenze di posizionante e di materiale delle maniglie.
Per cui talvolta può risultare migliore un ala che ha le prese più adeguate ai tuoi schemi mentali.
Facendo passare in secondo piano la prestazione al vento.
Per questo motivo è necessario essere attenti perché è un attimo giudicare una ala in modo approssimativo.
Per me l' ala deve avere i requisiti indispensabili per poter uscire con la minor superficie possibile.
Le ali oltre la 5 metri hanno ingombri importanti e risultano essere poco divertenti soprattutto in manovra.
Una volta acquisita la tecnica del pumping, muniti di una tavola ed un foil leggeri e performanti con una potente 5 metri si naviga gia a 10 nodi.
Tutti noi appassionati in questo forum sappiamo benissimo che le qualità degli shape si vedono nel LW o ancor meglio nel ULW.
Oltre i 15 nodi tutto plana e tutto vola.
Rispondi