NORTH NOVA 5M TEST

sezione dedicata al Wing Foil e suoi simili (Sup Foil, Surf Foil, Wind Foil etc)
Rispondi
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 736
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, wing duotoneecho foil GOFOIL NL
Tavole: custom loose.

NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da maxandora »

Oggi ho avuto modo di provare il nuovo wing della North il Nova.
Un po scettico vista la mia predilezione per i wing " bomati " sono entrato in acqua però curioso di testare il lavoro fatto dal big brand per eccellenza.
Vento mediocre con brevi raffiche di 10/12 nodi e buchi praticamente a zero, quindi non proprio il massimo.
Ciò nonostante il desiderio di provare il Nova era troppo per fare lo schizzinoso.
L' ala si presenta curata nei minimi dettagli come era prevedibile considerando il marchio North, l' estetica che personalmente trovo magnifica è però un valore soggettivo quindi inutile dilungarsi.
La prima cosa che salta all' occhio è quello che chiamano il Geostrut Exoskeleton.
In pratica è lo strut che ha una forma curvilinea ed è oversize infatti riporta la scritta XL T joint.
Questo Geo strut da all' ala uno shape assolutamente diversa da tutte le altre ali in commercio.
L' ala posizionata al vento a secco, regala immediatamente una sensazione di stabilità e bilanciamento nonchè di una potenza notevole.
Entro in acqua e nonostante io abbia più dimestichezza dei wing con il boma che con le maniglie, rimango davvero stupito di quanto la dimensione dello strut facilitino la water start perché da un galleggiamento all' ala maggiore.
Una volta in navigazione alla prima raffica giusta eseguo il solito pumping e sono in foiling immediato.
La rigidità di quest' ala è sorprendente per un " manigliato " e di tutte le ali che ho provato ( e sono davvero molte ) nessuna mi ha mai dato questa sensazione, infatti per questo motivo ho preferito finora il boma.
Quanto più e rigida l' ala, quanto più l' azione di pumping è efficiente, questo non solo facilita e anticipa l' entrata in foiling ma permette di uscire con una misura in meno non solo di ala ma anche di foil.
Questo si trasforma in maggiore velocità, migliori angoli di bolina e grande manovrabilità.
Il boma da all' ala questa peculiarità, di contro l' appesantisce e la rende meno stabile nel luffing.
Ma fino ad adesso per me i pro superavano i contro.
Oggi la North Nova ha modificato l' idea che fino ora avevo dei wing con le maniglie, regalandomi una sessione nonostante il vento, divertentissima.
Hanno fatto un gran bel lavoro con questa Geostrut Exoskeleton.
Spero di poterla provare presto con un vento decente per poter meglio comprenderne i pregi e scoprire magare qualche difetto.
Allegati
PHOTO-2021-03-31-20-45-48.jpg
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5385
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da pitu »

Wowow a giorni ci dovrebbero consegnare la prima a Puzziteddu
Avatar utente
onir
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3025
Iscritto il: 07/02/2011, 16:46
Spot frequentati: Ancona
Ali: wing takoon 6
Tavole: Gong hipe 5.5 & Curve LT
Località: Jesi - Ancona

Re: NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da onir »

: belleparole : : tiserve :

Grazie Max...
Quanto mi piacerebbe poterla provare ....si sa il prezzo?
vento vento vento e deriva
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5385
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da pitu »

Ieri ho testato la 4.2 e ci ho subito fatto una prima lezione in spiaggia ad una ragazza.
La vela è molto rigida con profilo alare poco camberato. Ieri vento nel low end per la mia 5mt takoon, la 4.2 era decisamente meno potente anche se pompando forte per alcuni tratti riuscivo a partire. Sovrapposte le ali, con sorpresa, sembrano avere la stessa superficie proiettata, solo mezzo bladder in più ai TIPS per il takoon5.
Mi son trovato bene con la prima e l'ultima maniglia che si trovano in posizione ottimale per scaricare pari la trazione sulle braccia.
A terra, tenuto dalla maniglia anteriore, è risultato più ballerino rispetto al takoon.
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 736
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, wing duotoneecho foil GOFOIL NL
Tavole: custom loose.

Re: NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da maxandora »

La differenza di costruzione dei due wing obbligatoriamente rende il North Nova più pesante che il Takoon.
Le quattro maniglie sono posizionate in modo da essere usate in relazione a molte variabili.
Gli abbinamenti in logica sarebbero la prima con terza e la seconda con la quarta.
Provate le varie variabili personalmente trovo molto più bilanciata l' ala sulle maniglie 1 e 3, mentre la maniglia 1 e 4 non fanno fare alla traeling edge ( bordo di uscita ) il suo lavoro, creando l' effetto muro.
Anche' io ieri sono uscito riprovando la 5 e ho provato proprio le varie combinazioni perché, abituato con il boma, quando uso le maniglia la posizione ideale è immediata.
Oltretutto il massiccio strut che da all' ala la prerogativa di rigidità assoluta, va adeguatamente considerato durante cambi mura a favore di vento.
Paradossalmente il suo peso rende più semplici le manovre contro vento che quelle a favore.
Questo perché quando sale sopra la testa è talmente compatta e rigida senza nessuna deformazione che in un attimo la trovi pronta davanti a tener' altra mura.
Mentre a favore di vento, se non la alzi ha l' attitune nel poco vento di scendere in basso.
Quindi una volta cazzata per accelerare basta alzarla perché si giri da sola.
Per quel che riguarda la stabilità in luffing, il test da fermi non da l' idea reale della funzionalità.
Quando navighi ovviamente la velocità da portanza e quindi la vela si stabilizza.
Ieri nei tratti di luffing ho apprezzato molto la neutralità della Nova, che non sarà probabilmente la sua caratteristica migliore ma rispetto alle mie Duotone Echo non c' è paragone.
E piacevole considerare che hanno pensato anche a dei dettagli non trascurabili.
Come ad esempio la sacca che ha nella tracolla ha un binario di plastica rigida dove adagiare il mast del foil per il trasporto.
Questa cosa mi da un sollievo non indifferente, soprattutto quando devi fare dei lunghi tratti a piedi per raggiungere lo spot.
Proverò ancora un paio di ali di altri brand e poi deciderò se cambiare oppure continuare con il boma.
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5385
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da pitu »

Con vento nel low end la 4.2 richiedeva tantissima trazione con il braccio posteriore nella 3 maniglia per avere un minimo di tiro. Con 1 e 4 ero a braccia distese e equamente caricate. Ad esempio col takoon5, l'opzione 1-5 è al limite perché richiede sensibilità per non murarla, come dici tu, ovvero stallarla, invece nel nova 4.2 era piacevole.
Probabilmente nel suo vento si useranno 1-3.
La maniglia 2 credo sia per usarla ad una sola mano.
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 736
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, wing duotoneecho foil GOFOIL NL
Tavole: custom loose.

Re: NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da maxandora »

Dopo oltre un mese dal primo test del wing North Nova, tre settimane dall' acquisto e circa una decina di uscite in acqua, posso descriverlo in modo preciso.
Come ho già scritto nel test del prototipo il Nova da un idea di solidità che si traduce in rigidità, fin da subito, lasciando di stucco chi ha esperienze con ali non così rigide.
Questa peculiarità si trasforma in potenza quando è necessario pompare per salire in foiling.
Ma la peculiarità che riesce a stupirmi di più è senza dubbio il range di vento mostruoso che l' ala riesce a gestire.
Parlare di nodi è sempre molto delicato perché si rischia di far la figura dei pescatori quando parlano dei centimetri delle loro prede, ma per capirci sarò costretto a farlo.
Sabato pomeriggio tardi con un fronte temporalesco mi sono trovato in acqua con la 5 metri e il vento che è aumentato fino a oltre 25 nodi.
La centralina ha dato un massimo di 28,7 nodi proprio nell' momento in cui ero in acqua.
Non è la prima volta che con il wing mi trovo in situazioni analoghe, ma mentre in passato uscivo con le braccia devastate e più lunghe di qualche cm con il Nova me la sono goduta tenendolo anche in piena potenza per godermi accelerazioni notevoli.
L' ala garantiva una gestione della potenza del vento scaricando quella in eccesso, rimanendo super maneggevole e facile.
Questa qualità è fondamentale nelle vele da windsurf, che quando sono fatte male sembravano dei muri ingestibili.
Anche alcuni wing in commercio hanno lo stesso difetto, risultare potenti ma ingestibili.
Questa caratteristica è assolutamente importante poiché tutti sanno quanto, una volta in foiling, l'ala potrebbe tranquillamente essere una misura in meno.
Il Nova ti da questa sensazione fantastica di power e depower con minimi movimenti delle braccia.
In genere il wind range che viene descritto dalla casa madre mi lascia sempre abbastanza perplesso, mentre questa volta risulta essere sincero, infatti il 10-26 è veritiero.
L' estetica dell' ala nonostante sia un particolare trascurabile, è veramente di gran classe, senza necessariamente strafare.
Tutto questo si traduce in pratica un quiver di 2 vele che potrebbero coprire un range impressionante.
Secondo me per pesi under 70 kg la 3,5 m. e 5 m. e per pesi over 75 con 4,2 m. e 6 m.si coprono venti da 10 a 40 nodi.
a tutto vantaggio di spesa, ingombro e praticità.
Il discorso sarebbe anche da analizzare in considerazioni di volumi della tavola e superficie del foil.
Certamente se il vento mi avesse colto di sorpresa aumentando fino a quasi 30 nodi con un foil da 1800/2000 cm2 e una tavola da oltre 100 litri, l' ala non credo sarebbe risultata così performante.
Come ho scritto più volte, l' anima del wingsurf è il foil, a seguire la tavola e per ultimo l' ala.
Potete avere l' ala migliore in commercio se il foil e la tavola non sono adeguati, farete poca strada, viceversa tutte le ali funzioneranno con foil e tavole appropriate.
Questo non significa che tutte le ali sono uguali, anche perché il mercato offre molta varietà e differenti profili alari e come ovvio che sia il giudizio è soggettivo.
Incidono molti fattori come l' affezione al brand, la fiducia al negoziante, il prezzo, i motivi personali e la reale validità del prodotto.
Personalmente sono davvero soddisfatto del Nova che ha sostituito le mie precedenti ali, non facendomele rimpiangere in nessun momento.
Nonostante io continui a pensare che siano delle ottime ali.
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5385
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da pitu »

Ieri ho avuto occasione di fare un test comparativo con doppio scambio tra il mio takoon e il nova, entrambi 5 MT .
Il nova è decisamente più massiccio e pesante. Più rigido e un po' più stancante .
Ha maggiore potenza e si raggiungono velocità maggiori. Messi uno a fianco dell'altro è sensibilmente più grosso del takoon, tanto che paiono due misure diverse. Ho prestato attenzione alla visibilità attraverso la finestra e in effetti migliora di un buon 10% il panorama intorno 🤭. La rigidità aiuta a pompare anche se il tessuto sbatte a differenza del takoon che è più teso, ma rende. Per il resto sensazioni molto simili, più i meno stesso bilanciamento tra le mani (tiro60% posteriore e 40% anteriore con prima e penultima, per arrivare al 50% con prima e ultima maniglia )
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 736
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, wing duotoneecho foil GOFOIL NL
Tavole: custom loose.

Re: NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da maxandora »

Il peso maggiore è ovviamente dovuto ai materiali di rinforzo.
Sarebbe necessario fare delle considerazioni sull' utilizzo nel lungo periodo per vedere i livelli di usura.
Sono abbastanza convinto che rendere più robusta e quindi più duratura un ala sia una precisa scelta commerciale.
Personalmente, considero il peso uno dei parametri di valutazione e neanche il più importante.
Il valore aggiunto è quanto l' ala sia bilanciata e strutturalmente rigida e precisa in navigazione e non sulla spiaggia.
Alleggerire le strutture e questo vale per le ali così come per il foil e la tavola, non è così complicato, talvolta è sufficiente usare meno materiale e non rinforzare i punti chiave dello sforzo.
Questo come spesso accade si trasformano in spiacevoli rotture.
Della Nova apprezzo molto il progetto costruttivo oltre che lo shape.
Ho visto volar via dal prato una North Nova e finire tra i rami di un albero senza subire neanche un graffio.
Vedere l' espressione di soddisfazione del proprietario che pensava di averla distrutta, mi ha dato piacere.
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5385
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: NORTH NOVA 5M TEST

Messaggio da pitu »

Ieri ho spacchettato e usato la 6 MT a confronto con le 5 nova e takoon.
Condizione del vento: scirocco che spingeva poco altalenante. Mare un po' incasinato e onda in direzione del vento.
Appena aperto il sacchetto la sniffata di Wing nuova è d'obbligo, il tessuto era un po' oleoso e infatti in acqua si son formate le classiche goccioline come sui tessuti cerati. Purtroppo anche sulle maniglie c'era la sensazione di scivoloso, ma già al termine della sessione l'effetto stava diminuendo. Rimangono 4 maniglie anche su questa taglia.
La 6 mantiene la rigidità già sperimentata sulla 5 e un comportamento simile anche se accentuata la pressione sulla penultima maniglia. Ho provato la configurazione seconda più ultima ma mi era scomoda quasi uguale. Ancora una volta prima e ultima sono in equilibrio perfetto per la fare di cruising ma obbligano a stare con braccia molto aperte e il controllo è un po' penalizzato. Ovviamente con hydrofoil grossi e con poca resistenza, questo sforzo è circoscritto in pochi secondi e poi di viaggia a Wing scarica, ieri nei momenti di low Wind invece ero costretto a tenere sempre tutta potenza per mantenere il volo con le onde laterali.
Come dice Max è pesante e robusta, le maniglie a Y anteriori sono favolose nella fase di recupero dall'acqua e anche in navigazione, per guadagnare quei 10/15 cm di altezza in più, che sono la differenza di apertura alare rispetto alla 5.
Dopo mezz'oretta ho ripreso la mia takoon e mi sembrava di non aver niente in mano : Chessygrin : la leggerezza e la robustezza si pagano con due monete differenti.
Restando in famiglia tra 5 e 6 le differenze sono minime come feeling e , in condizioni di vento altalenante come ieri, era difficile dire quale si aveva in mano, in quanto la differenza di dimensioni non è quasi avvertibile in mare. La spinta ovviamente si, più corposa e costante e anche un po' la pressione sulla mano posteriore. ( Ma avrebbero potuto arretrare prima e penultima maniglia di 10cm e mi avrebbero fatto felice e potevano levare le altre due! Lo dico anche a quelli della takoon,5 cm però 😂)
Allegati
IMG_20210523_193006777_MP.jpg
Rispondi