Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

tavole, vele, buggy MTB, materiali, attrezzi, tecniche ... tutto ciò che serve per realizzare da soli le proprie attrezzature
Avatar utente
Toppy
Fondatore
Messaggi: 10342
Iscritto il: 09/11/2010, 13:28
Spot frequentati: Marina di S.Nicola, Campo di Mare, Ostia, Pescia Romana
Ali: Speed4 8 DLX, Sonic2 9 - 18 Soul 8 - 10 - 12 - 15
Tavole: Flyrace - Radical6 S - Radical5 M - TopWave
Località: Roma
Contatta:

Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Toppy »

Capisco che quello che andrò a descrivere per la buona parte iniziale non è facilmente fattibile da tutti perchè prevede l'uso di una CNC ma ho deciso comunque di raccontarvi per filo e per segno come nascerà la mia prossima deriva (ma il procedimento è lo stesso per realizzare una pinna). Sarò quindi sintetico sulla descrizione di questa fase ma per chi fosse interessato può fare domande e approfondiamo l'aspetto si suo interesse.
poi negli step successivi utilizzabili anche per altri tipi di costruzioni sarò più esaustivo : Chessygrin :

il primo step è ideare la deriva e disegnarla in 3D
io per fare questo utilizzo rhinocerus, un bellissimo e anche relativamente semplice programma di modellazione 3D
Cattura.JPG

una volta disegnata la deriva ricavare il file per lo stampo è relativamente semplice, basta "spaccare" in 2 la deriva.
Cattura2.JPG
più complesso realizzare il file dell'anima in quanto deve essere fatto con un offset di circa un mm facile da fare con superfici regolari ma con superfici complesse richiede un discreto lavoro grafico.

il lavoro al PC ancora non è terminato, ora i file vanno dati in pasto a Visualmill un programma che penserà a generare i percorsi utensile per la CNC, dei semplici file di testo che contengono le coordinate spaziali del movimento che dovrà fare la fresa.

a questo punto siamo pronti a dare in pasto al terzo programma l'ultimo file, questo è Mach3 il programma che comanda la CNC.

Per realizzare lo stampo utilizzo delle tavolette di legno di pero che trovo in un brico center, ho sperimentato tempo fa questo legno lo trovo molto buono per fare stampi perchè è facilmente lavorabile ma al tempo stesso abbastanza duro.
IMAG0413.jpg
La fresatura centrale parallela allo stampo servirà poi come guida per tagliare in due la tavoletta, le altre righe invece serviranno a fare uscire la resina in eccesso una volta chiuso lo stampo.

i forellini invece servono come riferimento per fare i fori di riscontro necessari ad accoppiare perfettamente allineati i due semistampi.

una volta fresato lo stampo procedo con carteggiatura e successiva stuccatura con resina e microsfere.

per ora sono fermo a questo punto.

Nel frattempo comincio a preparare l'anima.
Per fare l'anima invece utilizzo una tavoletta di parquet di legno di bamboo.
IMAG0415.jpg
per questa siamo fermi alla sgrosssatura.

nei prossimi giorni documenterò i vari passaggi fino ad arrivare alla deriva finita.
DSC_0340.jpg
DSC_0340.jpg (71.56 KiB) Visto 4139 volte
La pista c'è chi la segue e c'è chi la crea.

Flysurfer team rider
Cip37
Fondatore
Messaggi: 2798
Iscritto il: 09/11/2010, 18:38

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Cip37 »

bello, bellissimo !!!
aspetto il seguito
piergiorgio
Fissato
Fissato
Messaggi: 532
Iscritto il: 26/01/2011, 9:00
Spot frequentati: sottomarina - santa croce - ecc. ecc.
Ali: speed3 21dlx C.E.-sonic FR 11 - Kitech fly4 RS 6-9-12-15 - chrono 18
Tavole: radical transformer carbon -Flyradical xl- crazy fly raptor pro ltd - gaastra vision 131x41-hf sroka

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da piergiorgio »

Super complimenti!
Peserà pochissimo la nuova spada!
Avatar utente
Toppy
Fondatore
Messaggi: 10342
Iscritto il: 09/11/2010, 13:28
Spot frequentati: Marina di S.Nicola, Campo di Mare, Ostia, Pescia Romana
Ali: Speed4 8 DLX, Sonic2 9 - 18 Soul 8 - 10 - 12 - 15
Tavole: Flyrace - Radical6 S - Radical5 M - TopWave
Località: Roma
Contatta:

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Toppy »

Cip37 ha scritto:bello, bellissimo !!!
aspetto il seguito
con i miei tempi, poco a poco vi porto fino al prodotto finito : Chessygrin :
piergiorgio ha scritto:Super complimenti!

Peserà pochissimo la nuova spada!
Sicuramente molto meno dell'originale anche se più lunga : Wink :
La pista c'è chi la segue e c'è chi la crea.

Flysurfer team rider
Avatar utente
Toppy
Fondatore
Messaggi: 10342
Iscritto il: 09/11/2010, 13:28
Spot frequentati: Marina di S.Nicola, Campo di Mare, Ostia, Pescia Romana
Ali: Speed4 8 DLX, Sonic2 9 - 18 Soul 8 - 10 - 12 - 15
Tavole: Flyrace - Radical6 S - Radical5 M - TopWave
Località: Roma
Contatta:

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Toppy »

questa sera il lavoro va avanti ancora un pochino....

prosegue la fresatura dell'anima in bamboo
IMAG0416.jpg
il bamboo è decisamente duro da fresare, nel fare i precedenti prototipi di deriva ho bruciato parecchie frese (non il motore ma la punta) : censored :

per questa ho ridotto la velocità di avanzamento ad un terzo scendendo da 2,5 metri minuto a 0,8 metri minuto e anche la velocità di rotazione è stata notevolmente ridotta.
cosi ci vuole molto più tempo per ottenere un'anima ma la fresa non brucia : Chessygrin :


andato avanti anche il lavoro sugli stampi, la stuccatura fatta ieri è asciutta
IMAG0417.jpg
quindi carteggiabile.

Dopo la carteggiatura ho dato una "spennellata" con resina allungata con alcool puro a tutto lo stampo
IMAG0418.jpg
ù


questa operazione faciliterà il distacco degli stampi perchè altrimenti la superficie porosa del legno tratterrebbe la deriva nonostante l'uso di distaccanti.
La pista c'è chi la segue e c'è chi la crea.

Flysurfer team rider
Avatar utente
onir
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2901
Iscritto il: 07/02/2011, 16:46
Spot frequentati: Ancona
Ali: wing takoon
Tavole: Gong hipe 5.5 & Rise XXL
Località: Jesi - Ancona

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da onir »

C A P O L A V O R O : notworthyc : : notworthyc : : notworthyc :
vento vento vento e deriva
Avatar utente
Toppy
Fondatore
Messaggi: 10342
Iscritto il: 09/11/2010, 13:28
Spot frequentati: Marina di S.Nicola, Campo di Mare, Ostia, Pescia Romana
Ali: Speed4 8 DLX, Sonic2 9 - 18 Soul 8 - 10 - 12 - 15
Tavole: Flyrace - Radical6 S - Radical5 M - TopWave
Località: Roma
Contatta:

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Toppy »

IMAG0422.jpg
IMAG0422.jpg (74.65 KiB) Visto 4094 volte
Intanto che la fresa riprende a lavorare per completare la fresatura dell'anima lo stampo subisce ulteriori lavorazioni.
Prima una carteggiatura con carta abrasiva (180) poi la divisione in due semistampi e la foratura al trapano a colonna per i riscontri, infine gli stampi sono pronti per il trattamento distaccante.
oggi primo strato di cera
IMAG0419.jpg
cera in pasta data in abbondanza con un batuffolo di ovatta.

completata la fresatura dell'anima la stessa va carteggiata eccola finita e testata nello stampo dove per farla entrare in modo corretto è stato necessario lavorare un poco di raspa sulla zona manico.
IMAG0424.jpg

per chi si domandasse cosa serve la pellicola la risposta è semplicissima.... a non far sporcare di distaccante l'anima. : Wink :
La pista c'è chi la segue e c'è chi la crea.

Flysurfer team rider
Avatar utente
Toppy
Fondatore
Messaggi: 10342
Iscritto il: 09/11/2010, 13:28
Spot frequentati: Marina di S.Nicola, Campo di Mare, Ostia, Pescia Romana
Ali: Speed4 8 DLX, Sonic2 9 - 18 Soul 8 - 10 - 12 - 15
Tavole: Flyrace - Radical6 S - Radical5 M - TopWave
Località: Roma
Contatta:

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Toppy »

La cera nello stampo da sola non basta meglio utilizzare anche un film distaccante
IMAG0431.jpg
agitare bene prima dell'uso e stendere sempre con un batuffolo di ovatta : Chessygrin :

nel frattempo che asciuga il film tagliamo i tessuti, possiamo usare l'anima come sagoma : Wink :
IMAG0428.jpg
IMAG0428.jpg (98.35 KiB) Visto 4060 volte
I tessuti che ho utilizzato sono i seguenti a partire da fuori verso l'anima
Lato sopravento: vetro 100 - Carbonio twill 160 - vetro 400 +/-45°
Lato sottovento : Vetro 100 - Carbonio twill 160 - Vetro twill 200 - Carbonio unidirezionale 300 - vetro 400 +/-45°


quindi un vetro di finitura all'esterno, del carbonio.... un ulteriore strato unidirezionale sul lato sottoposto a trazione del vetro a 45° cosi da irrobustire il tutto anche a torsione.

per dare ulteriore rigidità ho applicato anche del carbonio direttamente sull'anima utilizzando del bostik spray.
IMAG0429.jpg
IMAG0429.jpg (104.76 KiB) Visto 4060 volte
Due fasce lungo i bordi risvoltate a formare una C, visto che tutti gli altri tessuti sono separati sui due gusci mi è sembrato corretto mettere almeno uno strato di raccordo tra le due facce. e poi delle fasce di carbonio a 45° sempre per irrigidire a torsione.
IMAG0432.jpg
IMAG0432.jpg (106.77 KiB) Visto 4060 volte

A questo punto siamo pronti per resinare, per preparare la resina io peso i tessuti e preparo altrettanta resina abbondando un poco.

non ho foto della resinatura perchè eseguo questa operazione con le mani, cioè per far impregnare i tessuti utilizzo le dita per sparegere la resina questo perchè sarebbe impossibile usare una spatola dentro uno stampo con queste curvature. Quindi avendo le mani sporche non ho potuto utilizzare il telefono per fotografaer : Chessygrin :

comuque si resina dentro i due semistampi partendo quindi dal tessuto più esterno, bisogna fare attenzione specialmente al primo strato che non si formino bolle d'aria altrimenti ce le ritroviamo sulla superficie della pinna.
io stendo un corposo strato di resina sullo stampo e poi metto il primo tessuto curandone per bene l'impregnazione : Wink :

terminata la resinatura dei due semistampi ci si poggia l'anima e si accoppiano utilizzando dei peni nei fori di riscontro per far allineare perfettamente i due gusci.

ecco gli stampi in pressa....
IMAG0434.jpg
IMAG0434.jpg (95.22 KiB) Visto 4060 volte

La resina in eccesso uscirà dai canaletti predisposti
IMAG0435.jpg
IMAG0435.jpg (85.78 KiB) Visto 4060 volte
Io cerco sempre di resinare il pomeriggio/sera per poi aprire lo stampo la mattina seguente quando la resina è ancora morbida, questo vi aiuterà ad aprire facilmente lo stampo senza rovinarlo.
IMAG0436.jpg
Se la resina catalizza al 100% avrete difficoltà non solo ad aprire lo stampo ma anche a rifilare l'eccesso di tessuto e resina lungo i bordi
IMAG0437.jpg
IMAG0437.jpg (76.8 KiB) Visto 4060 volte
infatti in questa fase con un semplice taglierino rifilati i bordi in pochi minuti, quando la resina sarà catalizzata invece vi ci vorrà un seghetto : Chessygrin :

ecco quindi la bimba finita e pronta per essere messa in "forno" io utilizzo la caldaia sulla quale l'appoggio e la lascio per qualche giorno : Chessygrin :
IMAG0438.jpg
IMAG0438.jpg (64.58 KiB) Visto 4060 volte
La pista c'è chi la segue e c'è chi la crea.

Flysurfer team rider
Avatar utente
steuu
Fondatore
Messaggi: 7329
Iscritto il: 30/11/2010, 19:22
Spot frequentati: Ispra - Colico - Toscana - Chia ....
Ali: Venom + Charger + Speed2 19
Tavole: -

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da steuu »

Toppy... qui siamo davvero su un altro pianeta... davvero complimenti!! : Thumbup :
Quello con i capelli, il legno ed il sacchetto!
Less is more!
Avatar utente
pioneer
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2542
Iscritto il: 09/02/2011, 21:58
Spot frequentati: Calabria Jonica
Ali: Solitamente Peter Lynn
Tavole: Autocostruite

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da pioneer »

Toppy il Top! Complimenti.
Che profilo hai usato?
Nessuno mi pettina bene come il vento - Alda Merini
-Semel in anno licet insanire-
Avatar utente
Toppy
Fondatore
Messaggi: 10342
Iscritto il: 09/11/2010, 13:28
Spot frequentati: Marina di S.Nicola, Campo di Mare, Ostia, Pescia Romana
Ali: Speed4 8 DLX, Sonic2 9 - 18 Soul 8 - 10 - 12 - 15
Tavole: Flyrace - Radical6 S - Radical5 M - TopWave
Località: Roma
Contatta:

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Toppy »

pioneer ha scritto:Toppy il Top! Complimenti.
Che profilo hai usato?

un toppy-profile : ahahah :

venuto fuori dopo alcuni tentativi empirici : Chessygrin : , ho provato ad utilizzare progammi di studio dei profili ma non essendo un fisico mi mancano le basi e a questo punto lavoro meglio per prove materiali : Chessygrin :

da destra verso sinistra l'evoluzione dei prototipi
IMAG0441.jpg
IMAG0441.jpg (68.62 KiB) Visto 4051 volte
L'originale è piatta sottovento e parecchio curvata sopravento con uno spessore di 12 mm

Il primo proto su progetto di Ingo, in pratica molto più sottile dell'originale e la parte sottovento appena curva era inusabileperchè fletteva uno sprosito.

Lo stesso proto è stato ulteriormente rivestito con ulteriori strati di carbonio ma nonostante l'irrigidimento era notevolmente peggiore rispetto l'originale.

secondo me tanto era dovuto anche al fatto di aver fin da subito spinto la lunghezza alla massima ammissibile (50 cm) e ritenendo che fosse meglio studiare prima un buon profilo e poi allungarlo secondo necessità.

quindi il terzo tentativo (la seconda in foto) l'ho addirittura accorciato e ho provato un profilo NACA con doppia superficie convessa anche se asimmetrica, il risultato è stato pessimo!! ma bene cosi perchè è servito a chiarire che il profilo nettamente asimmetrico della deriva originale ha decisamente più portanza il che aiuta tantissimo in bolina.

basandomi su questo mi sono voluto spingere oltre : Chessygrin :
ho disegnato un profilo convesso per il lato sopravento simile alla deriva originale e per amplificare l'effetto portanza ho fatto il lato sottovento con un profilo concavo.
l'aumento della portanza migliora si la bolina ma al lasco potrebbe essere controproducente quindi ho elaborato il profilo anche trasversale, quindi la parte superiore è molto spessa (12 mm) con profilo cicciotto davanti e concavo dietro, la parte bassa che è quella che resta in acqua al lasco è più sottile è convessa anche posteriormente ed in più si stringe quindi riduce la superficie.

questa volta i test sono stati soddisfacenti : Chessygrin : migliore la velocità e migliore la bolina anche se di poco.... quello che sentivo mancare era la portanza.... la spinta che si sente con l'originale.... il che mi ha portato a realizzare questo ultimo prototipo che in pratica è molto simile al precedente solo più lungo cosi da poter sfruttare quella portanza che mancava e tradurla in maggiori performance.
La pista c'è chi la segue e c'è chi la crea.

Flysurfer team rider
Avatar utente
Toppy
Fondatore
Messaggi: 10342
Iscritto il: 09/11/2010, 13:28
Spot frequentati: Marina di S.Nicola, Campo di Mare, Ostia, Pescia Romana
Ali: Speed4 8 DLX, Sonic2 9 - 18 Soul 8 - 10 - 12 - 15
Tavole: Flyrace - Radical6 S - Radical5 M - TopWave
Località: Roma
Contatta:

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Toppy »

: censored : : censored :

oggi il test della deriva.....

le condizioni del mare non era ottimali per un test, 9 nodi costanti ma un paio di metri di onda : Eeek :
finchè il vento è stato ON non ci ho pensato neanche ad uscire ma poi ha girato di circa 45° quindi sono andato in acqua.

la sensazione sulla deriva è stata subito positiva, a differenza dei precedenti proto questa non da problemi di cavitazione anche completamente inserita.

però tenere 50 cm di spada inseriti in queste condizioni non è il massimo ho quindi fatto gran parte dell'uscita con circa 40 cm di deriva inseriti.

sensazione sempre positive, anche al lasco.

sul finire della giornata mi sono fatto l'idea (come suggeriva ingo) che forse la deriva è troppo inclinata e sarebbe meglio verticalizzarla.

a giornata finita quando vado a prendere la tavola in spiaggia per portarla all'auto capisco il perchè di questa ultima sensazione

: censored : : censored : : censored :
IMAG0447.jpg
IMAG0447.jpg (123.49 KiB) Visto 4029 volte

La deriva ha collassato per compressione sul lato sopravvento!

confidando nell'anima in bamboo ho ridotto le pelli sul quel lato e ne ho pagato le conseguenze : shake :
peccato perchè cosi pesava appena 400 gr contro gli 800 di quella originale che è ben 20 cm più corta.

ora preparerò un'anima più sottile cosi da poter mettere più strati.
lo stampo naturalmente è già pronto solo da rinfrescare il distaccante.
La pista c'è chi la segue e c'è chi la crea.

Flysurfer team rider
Avatar utente
Zitrone
Saggio e Moderatore
Messaggi: 9870
Iscritto il: 10/02/2011, 14:03
Spot frequentati: Campo di Mare (RM) - Ladispoli (RM) - Marina di San Nicola (RM)
Ali: Ozone Chrono18-Edge13-Reo9-Reo7-ImpQuattro2-Frenzy10 -EF Vertical19-Pansh BlazeII 5-7,Flux4
Tavole: OnlylocalsULW - OnlylocalsHW - ZitroAlaia - Laola Mutant - surfino Arriba - ZitroFoil
Località: Ladispoli
Contatta:

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Zitrone »

Toppy ha scritto: 9 nodi costanti ma un paio di metri di onda
Le condizioni ideali per una race : ahahah : : ahahah :
Mi spiace che si è rotta, ma penso che devi abbondare molto con le fibre. Ai tempi che facevo ws le pinne non avevano l'anima, erano solo fibra...e infatti scassavi la scassa : Andry :
Non sono venditore/promoter ma mi hanno soprannominato
Ser Zitrone da Campo de Mare, prode paladino Ozone
Mi piace smanettare-modificare-autocostruire.
Vorrei fare kite più spesso :-(
Avatar utente
Lumumba
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 8574
Iscritto il: 06/06/2011, 23:12
Spot frequentati: Piada coast | Petrus | Ragnolo | Senigay
Ali: Powered by:FOIL: 117 mq, PUMP 69 mq
Tavole: KobraRaceII|Radical4M|Birelluta Evo|Jungle Pro|Moses Verace
Località: Rimini/Malpensa

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Lumumba »

toppy permettimi una domanda, ma perchè al lasco lasci inserita la pinna???
"no es cuestión de tecnica....es cuestión de cojones"
Il BACKSTALL logora chi non cè l'ha.
Membro club "Bella Romagna Ueiv" & Birelluta lovers.
Avatar utente
Toppy
Fondatore
Messaggi: 10342
Iscritto il: 09/11/2010, 13:28
Spot frequentati: Marina di S.Nicola, Campo di Mare, Ostia, Pescia Romana
Ali: Speed4 8 DLX, Sonic2 9 - 18 Soul 8 - 10 - 12 - 15
Tavole: Flyrace - Radical6 S - Radical5 M - TopWave
Località: Roma
Contatta:

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Toppy »

Lumumba ha scritto:toppy permettimi una domanda, ma perchè al lasco lasci inserita la pinna???
parzialmente inserita!

perchè cosi riesci ad appoggiarti quindi hai maggiore stabilità e puoi scendere più veloce.
La pista c'è chi la segue e c'è chi la crea.

Flysurfer team rider
Avatar utente
Lumumba
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 8574
Iscritto il: 06/06/2011, 23:12
Spot frequentati: Piada coast | Petrus | Ragnolo | Senigay
Ali: Powered by:FOIL: 117 mq, PUMP 69 mq
Tavole: KobraRaceII|Radical4M|Birelluta Evo|Jungle Pro|Moses Verace
Località: Rimini/Malpensa

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Lumumba »

ah okai...nn fai lasco pieno...:-) nn mi tornava..gracias....
"no es cuestión de tecnica....es cuestión de cojones"
Il BACKSTALL logora chi non cè l'ha.
Membro club "Bella Romagna Ueiv" & Birelluta lovers.
Avatar utente
onir
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2901
Iscritto il: 07/02/2011, 16:46
Spot frequentati: Ancona
Ali: wing takoon
Tavole: Gong hipe 5.5 & Rise XXL
Località: Jesi - Ancona

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da onir »

no lumumba con la deriva giù a metà (o anche di più) fai lasco pieno, poppa o traverso ... l'importante e che vi sia un pò di pinna e andare piatti ... si viaggia mooolto più veloci ... bisogna solo prenderci un pò di confidenza ... l'importante è non andare stallonati a mo di bidi
vento vento vento e deriva
Avatar utente
Lumumba
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 8574
Iscritto il: 06/06/2011, 23:12
Spot frequentati: Piada coast | Petrus | Ragnolo | Senigay
Ali: Powered by:FOIL: 117 mq, PUMP 69 mq
Tavole: KobraRaceII|Radical4M|Birelluta Evo|Jungle Pro|Moses Verace
Località: Rimini/Malpensa

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da Lumumba »

grazie onir...mi sà che devo fare delle altre prove....al lasco pieno il problema è con poco vento (5/6nodi)..la vela perde portanza e viene giù...con 7/8 nodi nò problem.Quello che vuoi dire è che con la pinna giù frena l'andatura e nn fà collassare la vela? Già ho visto che posizionando i piedi tra i pad e la maniglia si viaggia comodissimi, visto che con i piedi nei pad dopo 100 metri cedevo di piede post (per tenere la tavola piatta e bianciare il peso ero costretto a stare in punta di piedi col post scaricando la forza più o meno nel centro della tavola)
"no es cuestión de tecnica....es cuestión de cojones"
Il BACKSTALL logora chi non cè l'ha.
Membro club "Bella Romagna Ueiv" & Birelluta lovers.
Avatar utente
onir
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2901
Iscritto il: 07/02/2011, 16:46
Spot frequentati: Ancona
Ali: wing takoon
Tavole: Gong hipe 5.5 & Rise XXL
Località: Jesi - Ancona

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da onir »

al lasco pieno o poppa con poco vento conviene looppare la vela in continuazione proprio per non farla stallare (prima da un verso e poi dall'altro per riportare i cavi in ordine) e la deriva aiuta a mantenere la trazione ... oppure scegli dei traversoni stretti e veloci che se non fai competizione sono più divertenti ...
comunque con 5/6/7 nodi io tengo la deriva sempre tutta giù anche di poppa ... in modo che quando looppo ho trazione da scaricare sulla tavola e la vela diventa più manovriera
lo so all'inizio è difficile perchè la tavola sembra non rispondere ai comandi ma quando hai trovato l'assetto poi è molto più semplice

in sostanza posizione del corpo non troppo sopra la tavola ma sempre un pò sbilanciato all'indietro per far lavorare la pinna ... (indietro intendo culone fuori dal bordo e un pò sbilanciato verso il tip di poppa) e tavola sempre piatta ...

Per fare ciò io trovo più agevole tenere i pads il più possibile distanti tra loro ...

Toppy sta tentando nuovi profili della pinna rendendola più o meno concava in alcuni punti, per cui migliora la bolina ma poi c'è il rischio che quando vai al lasco (facendo lavorare la pinna) diventi troppo orziera ...
ed infatti ...
facendo il concavo nella parte verso la maniglia e meno verso l'estremo quando va al lasco estraendola parzialmente (dato che è pure più lunga) dovrebbe avere il vantaggio di non avere il concavo ... : Thumbup :
vento vento vento e deriva
Avatar utente
chinook
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2707
Iscritto il: 07/02/2011, 13:07
Spot frequentati: alto adriatico - bilancino - petrano - dove c'è vento centro nord italia
Ali: speed 5 speed4 lotus 10/15 Boost 7/9/11 cronix 6/10
Tavole: - vari surf - moses hydrofoil - FLYRADICAL5 36/40/44
Località: Ferrara
Contatta:

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da chinook »

onir ha scritto:
Toppy sta tentando nuovi profili della pinna rendendola più o meno concava in alcuni punti, per cui migliora la bolina ma poi c'è il rischio che quando vai al lasco (facendo lavorare la pinna) diventi troppo orziera ...
ed infatti ...
facendo il concavo nella parte verso la maniglia e meno verso l'estremo quando va al lasco estraendola parzialmente (dato che è pure più lunga) dovrebbe avere il vantaggio di non avere il concavo ... : Thumbup :

Soluzione furba!!! : Thumbup :
- IKO instructor - promoter FLYSURFER e RIPARATORE UFFICIALE PER L'ITALIA
Avatar utente
onir
Fofollo
Fofollo
Messaggi: 2901
Iscritto il: 07/02/2011, 16:46
Spot frequentati: Ancona
Ali: wing takoon
Tavole: Gong hipe 5.5 & Rise XXL
Località: Jesi - Ancona

Re: Realizzare un pinna/deriva dalla A alla Z

Messaggio da onir »

l'ultima pinna sfornata dal Toppy al foilpride va molto bene ... più sottile e stretta ... bolina controvento
vento vento vento e deriva
Rispondi