ALI e WING

sezione dedicata al Wing Foil e suoi simili (Sup Foil, Surf Foil, Wind Foil etc)
Rispondi
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 808
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, wing duotoneecho foil GOFOIL NL
Tavole: custom loose.

ALI e WING

Messaggio da maxandora »

Ieri bella giornata di SW ad Andora, molti wingfoil in acqua e livello che si sta alzando notevolmente.
Tanti quiver diversi e molta eccitazione a riguardo.
Tutto rientra nella norma essendo il wingfoil una disciplina con ancora molti margini di miglioramento sotto tutti gli aspetti.
Per questo motivo stanno nascendo diverse scuole di pensiero e quindi diversi modi di leggere la disciplina.
Volumi delle tavole, metratura delle ali e superfici e forme dei wing nonché lunghezze dei mast e misure degli stabilizzatori, sono gli argomenti da spiaggia in attesa del vento.
Essendo io uno dei " vecchi " ma sopratutto quello che fa wingfoil da più tempo vengo sempre tirato in mezzo a discussioni che riguardano questa nuova malattia.
Gli argomenti da sviscerare sarebbero indubbiamente tanti ma è anche vero che se l' obiettivo primario è divertirsi, le parole sono sempre troppe rispetto al tempo da passare in acqua.
La discussione più accesa ora, per chi ha già un po di esperienza è sicuramente la superficie del foil e principalmente del wing.
Ho avuto la netta sensazione che ci sia un corsa a ridurne la superficie come se questo fosse il mood che contraddistingue il rider figo.
Il risultato di questo è che ieri nonostante i 25 e passa nodi ( reali ) c' era gente con ali da 5m. o le 6m. ( io faticavo con la 3.5 ).
Posso assolutamente capire nella disciplina del freestyle che necessita di hangtime per lo sviluppo dei triks ma per bordeggiare mi sembra una scelta scriteriata.
Ovviamente ognuno fa come gli pare, ma personalmente ritengo che il wingfoil sia nato per rispondere ad un esigenza precisa.
Cioè quello di percorrere lunghi tratti di mare in foiling senza nessun tipo di spinta se non quello provocato non tanto dalle onde ma dal moto del mare.
Considerando che basta davvero poco moto ondoso per fare lunghi tratti, mi sembra uno spreco.
Ritengo che rispettare le unicità che ogni disciplina ha come prerogativa, sia la vera essenza del waterman.
Ieri parlando con un windsurfista di lungo corso mi sono sentito dire che loro sono più veloci. mentre spesso i kiter che si definiscono " puri " mi ricordano che saltare è tutto altra storia.
Tutto quello che mi viene da rispondere è : .... e quindi ?
Chi ha mai detto il contrario, ma rimane il fatto che anche il wingfoil è davvero divertente.
Non di più non di meno.
Avatar utente
silversurfer
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3146
Iscritto il: 10/02/2011, 9:16
Spot frequentati: Ancona
Ali: Wing Takoon 6 e 4, Kite Ozone Edge 10, Summit 12-8, Access 4
Tavole: Tavola Newind 90 lt. Hydrofoil Sabfoil M82W950
Località: Ancona

Re: ALI e WING

Messaggio da silversurfer »

Fosse solo questione di cm2 sarebbe semplice... ci sono front da 925 cm2 che sostengono come una 1500 con altra forma e altro profilo...

Detto questo ognuno ha i suoi gusti, a me piace andare veloce e soprattutto mi da molto fastidio quando provo ali con grandi con profilo spesso, sentire che rallentano subito per il drag appena lascio la spinta della vela e mi metto in surfing.
Inoltre front grandi quelle poche volte che trovi onde grandi, vanno in crisi se prendi troppa velocità scendendo da onde ripide e veloci, capiterà 2 volte all'anno ma non è bello.
Mentre una front piccola magari parte 1 nodo dopo, o devi usare mezzo metro di vela in più, ma una volta in volo non si ferma più.

Quindi come per tutte le cose di mare è questione di gusti e di condizioni.

Sono arrivato ad usare sempre la 1350 cm2 di Sabfoil dopo aver provato un po' di tutto, per il mio peso di 76 kg. al momento è la misura che mi piace di più, sia per surfare che per saltare che per fare virate e strambate in velocità, anche perchè non ho voglia di cambiare front a seconda delle condizioni. Se abitassi in un posto con più vento e onde più potenti scenderei sicuramente di misura. Ho tenuto per un po' una seconda front da 1100 cm2, ma non era poi così diversa dalla 1350 da giustificare lo svita/avvita nei giorni con più vento, secondo me per averne due, la seconda dovrebbe essere intorno ai 940/1000 cm2.

Nel frattempo sto sperimentando con gli stabilizzatori, a giorni mi dovrebbe arrivare il 370 che è un poco più piccolo di quello che ho (399), anche per gli stabilizzatori (ne ho già cambiati 3) ogni volta che l'ho messo più piccolo mi sono trovato meglio.
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 808
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, wing duotoneecho foil GOFOIL NL
Tavole: custom loose.

Re: ALI e WING

Messaggio da maxandora »

Anch'io dopo svariati cambi e infinite prove ho 2 wing alto aspetto 1250 cm2 e 1450 cm2.
Ho provato a scendere anche sotto i 1000 cm2 sopratutto con venti decisamente sostenuti ottenendo maggiore velocità ma poca risposta all' inevitabile pumping quando devi sostenerti nei vuoti di mare e negli scarsi di vento.
Al momento la scelta ricade più sulle condizioni del moto ondoso che sull'intensità del vento.
La 1450 che ha un lift mostruoso è la mia prima scelta quando devo spingere di gambe e in tutte le uscite sul lago perché mi permette di navigare con la vela in luffing per lunghi tratti anche solo scendendo le micro increspature, mentre la 1250 è l' ideale con il mare bello formato.
Non dedicandomi ai salti ma cercando in tutte le condizioni la surfata e il downwind la mia scelta ricade tendenzialmente su ali più piccole che possano fornire un minimo di appoggio per il foiling in partenza ma che abbiano il minor ingombro possibile nel luffing.
Concordo nel considerare i wing, low profile la morte civile per quella sensazione di drag che assomiglia ad un freno a mano tirato, dimenticato.
Avatar utente
poldo
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5519
Iscritto il: 26/02/2011, 18:37
Spot frequentati: da Bologna dove soffia il vento
Ali: -
Tavole: -

Re: ALI e WING

Messaggio da poldo »

Il Romagna purtroppo il problema della sovrainvelatura non sussiste causa mancanza cronica di vento.....molti girano strapless e in generale si cerca di usare la vela più piccola possibile. Già da una 6m ad una 5 c'è molto più gusto, una 4m ancora meglio, direi perfetto per fare wave, oltre non saprei non ho mai usato wing sotto alla 4m, forse è come nel kite in cui le misure mediopiccole sono le più gustose ma non necessariamente le piccolissime
onde e vento!
Avatar utente
onir
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3112
Iscritto il: 07/02/2011, 16:46
Spot frequentati: Ancona
Ali: wing takoon 6
Tavole: Gong hipe 5.5 & Curve LT
Località: Jesi - Ancona

Re: ALI e WING

Messaggio da onir »

Tanti bei discorsi ...
Sicuramente con una wing da 4 mt è più divertente.
Però se pesi 90 kg ad hai una giornata con raffiche che variano da 15 a 20 nodi con una 4 fatichi non poco (per lo meno nelle nostre condizioni adriatiche) ...
Molto dipende dal peso del rider e dall'intensità del vento e del mare, c'è poco da fare.

Molto più importante a mio parere è il foil...quello deve andare lissio lissio ... glide glide ....
Quando ti lanci per andare a beccare un'ondina deve assicurarti di poterla scendere e di carvarci sopra ... poi se a mettere in luffing hai una win più grande non mi pare un gran problema ...
vento vento vento e deriva
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 808
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, wing duotoneecho foil GOFOIL NL
Tavole: custom loose.

Re: ALI e WING

Messaggio da maxandora »

In realtà nel mio post intendevo considerare opzione di usare ali più piccole con wing di superficie maggiore piuttosto che ali più grandi con wing di superficie minore.
Ovviamente le scelte riguardano la sfera soggettiva è quindi tutte le considerazioni lasciano il tempo che trovano.
Posso solo dire che personalmente preferisco navigare con meno ingombro sopra e più ingombro sotto se così si può sintetizzare.
Proprio nella navigazioni in luffing l' ala più piccola facilita l' azione di pumping ed essendo più maneggevole sarà più facile da gestire sia in strambata che in virata.
Naturalmente questa scelta non paga chi vuole velocità e di conseguenza saltare.
Il wingfoil nonostante sia una disciplina molto recente ha già preso la strada della specializzazione, di conseguenza la scelta dei materiali e le recensioni degli stessi devono tener conto dell' identità del progetto.
Freeride, Wave, freestyle, race.
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5655
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: ALI e WING

Messaggio da pitu »

Per scendere un onda dritta in luffing tipo sup downwind, pienamente d'accordo con Max. Già fare bottom e cutback con la 1500 è davvero tanto più difficile che con una 1100. Se poi l'onda spinge giù ad una ventina di nodi, diventa arduo anche solo fare drittoni. Per questo è più facile avere vela grande e foil piccolo.
Andryfree
Sprecavento
Sprecavento
Messaggi: 23
Iscritto il: 31/08/2021, 13:13
Spot frequentati: Adriatico
Ali: Cabrinha
Tavole: Fanatic sky

Re: ALI e WING

Messaggio da Andryfree »

Secondo me bisogna tenere anche molto conto della forma dell'ala sotto in quel caso può fare tanta differenza in diversi casi sia nel piatto che nelle onde sintetizzare una unica forma di ala x tutte e 2 le cose la vedo un po distante....
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 808
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, wing duotoneecho foil GOFOIL NL
Tavole: custom loose.

Re: ALI e WING

Messaggio da maxandora »

Effettivamente parlare di superfici in cm2 senza considerare gli shape dei wing ha poco senso.
Certamente però se parliamo di onde il prono surfoil è in assoluto la disciplina che determina il trend in tutte le altre.
Come si può vedere nelle centinaia di video disponibili i foil usati non sono mai di superficie ridotte a meno che non si stia surfando Nazarè o Jaws.
Il bello di surfare con il foil è poter stare su onde che difficilmente sono praticabili con altre tavole.
Avatar utente
giò2
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 156
Iscritto il: 08/05/2020, 16:18
Spot frequentati: Donnalucata, Sicilia Sud
Ali: Duotone Slick
Tavole: loose patriot 4.4, gong Lemon 4.8

Re: ALI e WING

Messaggio da giò2 »

maxandora ha scritto: 10/02/2022, 22:13 Effettivamente parlare di superfici in cm2 senza considerare gli shape dei wing ha poco senso.
Certamente però se parliamo di onde il prono surfoil è in assoluto la disciplina che determina il trend in tutte le altre.
Come si può vedere nelle centinaia di video disponibili i foil usati non sono mai di superficie ridotte a meno che non si stia surfando Nazarè o Jaws.
Il bello di surfare con il foil è poter stare su onde che difficilmente sono praticabili con altre tavole.
Max, perdonami, ma mi sto confondendo... Non è che si sta tacendo un po' di confusione tra wing (vela) e foil (inteso come front foil o ala immersa)?
Per come la vedo io il set up più efficente per il rider medio (che va tranquillamente...) è formato da una bella vela che aiuti in partenza, foil piccolo e tavola leggera pari al proprio peso. Per fortuna nel wingfoiling quello che veramente conta, più che il materiale, è lesperienza e la capacità di adattarsi alle varie situazioni che aumenta di uscita in uscita.
Purtroppo, però esiste il mercato e il maledetto cartellino "ti serve".......
maxandora
Fissato
Fissato
Messaggi: 808
Iscritto il: 06/06/2015, 0:47
Spot frequentati: Garda, Idro, liguria, toscana. spagna, portogallo,
Ali: flysurfer peak 4, wing duotoneecho foil GOFOIL NL
Tavole: custom loose.

Re: ALI e WING

Messaggio da maxandora »

Mi riferivo agli shape della front wing del foil.
Per quello cito il surffoil
Rispondi