hydrofoil gong

un luogo dove fare due chiacchiere in amicizia
azoele
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 203
Iscritto il: 11/08/2020, 15:13
Spot frequentati: Latina
Ali: Kauper MAVERICK!!!!!!!
Tavole: Groove Skate Pro

Re: hydrofoil gong

Messaggio da azoele »

Ti ringrazio per la spiegazione.

Sembrava una idea peregrina infatti...


Restano solo allora 2 opzioni:
  • Fusoliera in carbonio da tecnici misteriosi
  • Il famoso taglio alla Horst Sergio: una segata a tutta la coda, e tutta la vita in monowing : Chessygrin :
A vedere lui sembra pure facile.

Avevo scritto a quei dementi di Triton Foils per il loro monowing (https://www.tritonfoils.com/), ma quei babbei hanno fatto la pala compatibile solo con un ristrettissimo numero di pali in alluminio. E comunque solo la pala, presa in Europa, sono 1.300€.

Per vedere Sergio all'opera: https://kiteforum.com/viewtopic.php?f=1 ... il#p946785 : Thumbup :
L'idea del monowing è... criminalmente, imbarazzantemente attraente...
azoele
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 203
Iscritto il: 11/08/2020, 15:13
Spot frequentati: Latina
Ali: Kauper MAVERICK!!!!!!!
Tavole: Groove Skate Pro

Re: hydrofoil gong

Messaggio da azoele »

azoele ha scritto: 10/12/2021, 11:08 Ti ringrazio per la spiegazione.

Sembrava una idea peregrina infatti...


Restano solo allora 2 opzioni:
  • Fusoliera in carbonio da tecnici misteriosi
  • Il famoso taglio alla Horst Sergio: una segata a tutta la coda, e tutta la vita in monowing : Chessygrin :
A vedere lui sembra pure facile.

Avevo scritto a quei dementi di Triton Foils per il loro monowing (https://www.tritonfoils.com/), ma quei babbei hanno fatto la pala compatibile solo con un ristrettissimo numero di pali in alluminio. E comunque solo la pala, presa in Europa, sono 1.300€.

Per vedere Sergio all'opera: https://kiteforum.com/viewtopic.php?f=1 ... il#p946785 : Thumbup :
L'idea del monowing è... criminalmente, imbarazzantemente attraente...
P.S.
qui il messaggio dove prova la vecchia Curve M, e dove dice che non gli piace, perché dopo una certa velocità punta il naso in basso.
Un po' come la Fluid XL-S fa a Pitu. Sergio dice di pesare poco più di 60 Kg.
https://kiteforum.com/viewtopic.php?f=1 ... il#p946785
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5576
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: hydrofoil gong

Messaggio da pitu »

Avevo fatto una monowing nel 2020.
Era piacevole da usare anche se avevo scelto di farla davvero enorme (circa 2500/2700)
Devo sempre riprovarla col Wing ma non ho mai voglia.
Allegati
Screenshot_20211211-102654-604.png
Screenshot_20211211-102715-154.png
azoele
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 203
Iscritto il: 11/08/2020, 15:13
Spot frequentati: Latina
Ali: Kauper MAVERICK!!!!!!!
Tavole: Groove Skate Pro

Re: hydrofoil gong

Messaggio da azoele »

Ma ti eri fatto un palone di legno?????

Rispetto.
azoele
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 203
Iscritto il: 11/08/2020, 15:13
Spot frequentati: Latina
Ali: Kauper MAVERICK!!!!!!!
Tavole: Groove Skate Pro

Re: hydrofoil gong

Messaggio da azoele »

Un update sulla Fluid!

Ho appena avuto il “coraggio” di provare la combo Fluid L-S e stabilo Fast 40, il più piccolo e neutrale della gamma.
Dico la verità, non senza un po’ di patema, perché oramai mi sono abituato ad ensemble stabili.

Condizioni: vento molto rafficato (12-20 nodi) tutto side, mare strano, a tratti con mezzo metro di onda, a tratti con oltre un metro, Maverick 5m, e piantone spostato in avanti di oltre 5 cm (non so perché…).

Allora: per il mio livello, ero in zona “decreasing benefits”.
La L-S è più ballerina di suo della L per quanto attiene il rollio. Ma con lo stabilo Fast al posto del Fluid, la sensazione è molto amplificata: la tavola balla proprio sotto i piedi, e il cambio di quota è molto più repentino.
Il tutto accelera più rapidamente (in un attimo ho visto 18.7 nodi sull’orologio (e l’attimo dopo ero in acqua con un tonfo atomico… troppo veloce per me!)), e frena un pochino meno che col Fluid 40 al rilascio del kite. Si ha proprio sensazione di scorrevolezza (nei limiti di un kit da surf), che nelle virate, soprattutto quelle in toeside, è una manna dal cielo, perché si esce dalla manovra stretti ma si ha tempo di fare un loop di ala senza stallare.

La Fluid L-S stalla – confermo – un attimo prima, e un attimo più secca, della L.
Si sente sotto i piedi che viene giù abbastanza di botto, ma, a differenza della vecchia Curve M-T (che anche lei stalla molto secca e molto presto), la Fluid L-S – come anche le Veloce – consente di recuperare: se si è in alto col piantone, e si stalla, mentre si precipita la pala ritrova portanza, e si ha ritrova quell’attimo per farsi tirare dal kite. Diversa dalla sensazione delle ali di vecchio tipo (Onda, o Curve non-T di GONG) dove lo stallo era un vero e proprio “affondare”, e quando alla fine si picchiava non si aveva come risposta il “colpo” verso l’alto del foil che permetteva il recupero (o meglio, ce n’è molto meno).

Detto questo, un gran bell’andare, molto, molto più fisico che con Fluid L + Fluid 40, perchè si lavora di più di equilibrio e gambe.
Però il circuito navigazione-duck tack-navigazione in toeside-toeside tack… e via a ripetere, è bellissimo, finché il fisico regge, sembra sempre di poter fare tutto quello che si vuole, sempre andando più veloci in un attimo.
Certo, una volta più stanchi… molto meglio montare la L e lo stabilo più docile, e rimanere fuori facendosi un po’ aiutare…

Dopo questa prova, ho riflettuto di nuovo sul sito di GONG e la mia ostinazione: nella sezione KiteFoil, non ci sono gli stabilo Fluid, né tantomeno i Veloce, ma solo i vecchi Fast e Rise (che erano la vecchia linea Surf) e i nuovi Curve (che sono i nuovi Surf). Io continuo a comprare stabilizzatori della stessa linea delle ali anteriori, ma Guenolé ha tutta un’altra idea di kitefoil… e non è sbagliata.
È solo che è molto più impegnativa (il Fast), mentre con gli stabilo delle linee omonime (che non a caso sono nelle sezioni Surf, Sup, e Wingfoil) si va bene, ma più facile, anche se con meno adrenalina.

Concludendo: ha senso lo stabilo Fast?
Non lo so.
Probabilmente, il nuovo Curve – proposto sempre per kite – rende il tutto un po’ più controllato e meno stancante.
Certo è che in questa configurazione, per la prima volta, mi sono divertito a virare proprio davanti all’onda, perché riuscivo a girare velocissimo, e mi trovavo che l’onda mi spingeva proprio appena avevo finito la manovra, quindi giù di gravità in toeside: uno spasso.
Però… uno spasso che punisce facile: appena ci si distrae si va giù, e si cade anche veloci, perché la velocità media è più alta perché c’è meno freno sotto.

Bon!
Molto, molto divertito, e molto, molto soddisfatto. Le Veloce e le Fluid sono pale piacevolissime da portare, in modi diversi, una più rapida e “scivolosa”, l’altra più presente e che da la sensazione di stare in un fluido più viscoso tanto si aggrappa all’acqua, ma entrambe gustose, e tanto più "avanti" come dinamica delle Curve se si ha quel minimo di piede per non farsi intimidire.
Avatar utente
pitu
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 5576
Iscritto il: 09/02/2011, 13:25
Spot frequentati: Puzziteddu, West Sicily
Ali: Kite: 9&6 mt only, Wing : 4mt
Tavole: Pitukiteboards PK
Località: Puzziteddu
Contatta:

Re: hydrofoil gong

Messaggio da pitu »

Sono sempre più curioso di provare il fast abbinato al fluid LS, ho visto che è anche il quiver di Malo per il Wing (lui fluid M +fast). Solo che già con lo stab fluid 43 ho difficoltà a gestire la quota in velocità, col fast sarà ancora meno stabile.
Vorrei sapere come avete regolato la distanza tra piantone e strap anteriore.
Io ho 36 cm tra la vite posteriore della straps e la vite anteriore della piastra, mentre il piede posteriore appoggia proprio sulla vite posteriore della placca.
azoele
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 203
Iscritto il: 11/08/2020, 15:13
Spot frequentati: Latina
Ali: Kauper MAVERICK!!!!!!!
Tavole: Groove Skate Pro

Re: hydrofoil gong

Messaggio da azoele »

Forse faccio testo in modo marginale, visto che:
– peso 40Kg in più
– vado strapless
– la mia vmax è di solito 18.5nodi di gps (praticamente fermo, insomma)
ma la gestione della quota è l'unico problema che non ho con nessuna combinazione, almeno fino a quella velocità (ci vuole un piede che non ho ad andare forte, ma non ho con nessuna combo il problema di troppa spinta a salire o scendere).

O meglio: ce l'avevo, ma solo con la Veloce M + Fast 40, che non solo aveva pochissimo controllo del beccheggio, ma mi costringeva a spingere con forza davanti già dopo i 15 nodi (a memoria; non ho mai superato i 17 nodi e mezzo con quella combo, mentre con la Curve L + Rise 45 avevo visto i 21).
Curiosamente, proprio questa combo (Veloce M + Fast 40) è invece la preferita in kite da un rider di Gong col quale qualche volta mi scrivo, che pesa 70Kg, e non ha il minimo problema a tenerla giù... (mentre io l'ho tolta per disperazione!).

Per me gli stabilizzatori cambiano tanto solo la dinamica del foil in termini di stabilità al rollio, beccheggio, e facilità della curva.
Il Fast 40, almeno sul kite, vince su tutti.
azoele
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 203
Iscritto il: 11/08/2020, 15:13
Spot frequentati: Latina
Ali: Kauper MAVERICK!!!!!!!
Tavole: Groove Skate Pro

Re: hydrofoil gong

Messaggio da azoele »

Confermo la stabilità del Fluid L-S + Fast 40.
Oggi ho fatto quasi 22 nodi di vmax (che per me, è il record di sempre) senza particolari patemi.

Ma soprattutto: ho fatto, senza nemmeno spingere troppo, 16 nodi coi piedi paralleli, messi poco avanti al piantone.
Quindi, il controllo del beccheggio lo si fa – facilissimo – con la sola azione del gioco tallone-punta delle piante dei piedi, segno secondo me di ottimo equilibrio. : Thumbup :
mckite
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 264
Iscritto il: 10/03/2011, 13:26
Spot frequentati: ancona
Ali: sto meditando
Tavole: foil

Re: hydrofoil gong

Messaggio da mckite »

Pitu ...probabilmente già lo fai e a me è venuto spontaneo prima di vederlo fare in gare wing slalom ..
Quando spremo al massimo per ottenere tutta la spinta del vento e raggiungere la velocità più alta, il piede posteriore esce dalla strap (al contrario del kite) e viene portato molto avanti in modo da contrastare il tiro della vela e trasformarlo in spinta orizzontale senza però sbilanciare il peso a poppa come col windsurf.
Rispondi