Diario di un principiante

sezione dedicata al Wing Foil e suoi simili (Sup Foil, Surf Foil, Wind Foil etc)
Avatar utente
perfect10
Fissato
Fissato
Messaggi: 749
Iscritto il: 10/10/2012, 17:16
Spot frequentati: toscana, termoli, gargano. nord adriatico.
Ali: religion rrd 9, 6, 4
Tavole: rrd maquina k pro, twin bros fish
Contatta:

Re: Diario di un principiante

Messaggio da perfect10 »

da noi capita il vento di terra faccia così : Chessygrin : : Chessygrin : : Chessygrin : ma penso anche in Liguria
Allegati
IMG_20220106_104530.jpg
Avatar utente
stefanoGe
Novellino
Novellino
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/05/2021, 11:59
Spot frequentati: Genova Sturla
Ali: Gong Wing Superpower 6, Ensis 4.5
Tavole: Gong Lance 5.8 (wing), Gong Zuma 7.3, Sup Naish Maliko 14 (race), Sup Kalama Imagine 12.6 (cruise)

Re: Diario di un principiante

Messaggio da stefanoGe »

Allora oggi a mezzogiorno uscito con 15 nodi (dati di meteo.it più rilevamento pratico dei lenzuoli stesi che decollavano).
Bene ma non benissimo.
Vento con buchi che almeno a me davano molto fastidio,tipo 10 secondi di raffica che dici ‘oooh adesso viaggio’ e poi vuoto assoluto. Fermo come un pirla per altri 10 secondi.
Sono riuscito a pompare e attivare il foil,una volta alzandomi e controllando più o meno la situazione. Per pochi secondi,poi arrivava il buco e scendevo come un suffle’ sgonfio.
Permane l’enorme difficoltà di andare con il wing lato destro. Non c’è proprio verso.
Comunque con 15 nodi riesco a rientrare sia a braccia che bolinando in ginocchio. In piedi ancora dura per i problemi di cui sopra.
Almeno è un passo avanti: con vento moderato posso uscire.
Avatar utente
perfect10
Fissato
Fissato
Messaggi: 749
Iscritto il: 10/10/2012, 17:16
Spot frequentati: toscana, termoli, gargano. nord adriatico.
Ali: religion rrd 9, 6, 4
Tavole: rrd maquina k pro, twin bros fish
Contatta:

Re: Diario di un principiante

Messaggio da perfect10 »

: Yahooo :
Avatar utente
stefanoGe
Novellino
Novellino
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/05/2021, 11:59
Spot frequentati: Genova Sturla
Ali: Gong Wing Superpower 6, Ensis 4.5
Tavole: Gong Lance 5.8 (wing), Gong Zuma 7.3, Sup Naish Maliko 14 (race), Sup Kalama Imagine 12.6 (cruise)

Re: Diario di un principiante

Messaggio da stefanoGe »

Oggi giornata negativa.
Con 15 nodi,onda 80 centimetri (rientro a riva rocambolesco) e la 6 mq sono un po’ in balia degli elementi.
Problemi principali:
- andare col wing lato destro
- gestire raffiche: qui si passa da folata di 10 secondi e poi il nulla.

Mi girano le scatole perche’ quando gira tutto bene e il vento è teso riesco a pompare e alzarmi un pochino ma sinceramente: un vento che tira 10 secondi e sparisce per 1 minuto mi mette in difficoltà.

Stavo pensando a provare con una 4 mq,secondo voi ha senso?
Mi serve qualcosa di più morbido da tenere per progredire aoprattutto con wing lato destro. Che è quello che mi riporta a riva.
Avatar utente
perfect10
Fissato
Fissato
Messaggi: 749
Iscritto il: 10/10/2012, 17:16
Spot frequentati: toscana, termoli, gargano. nord adriatico.
Ali: religion rrd 9, 6, 4
Tavole: rrd maquina k pro, twin bros fish
Contatta:

Re: Diario di un principiante

Messaggio da perfect10 »

Ri ribadisco....la condimeteo è una delle componenti essenziali per un apprendimento regolare del wing foil. Acqua più piatta possibile e vento almeno 15 nodi... possibilmente laterale...hai troppi fattori in gioco da controllare. Il foil con onda tende a scampanare e a creare ulteriore squilibrio in un contesto già precario...qui c è gente che usciva nei porti o giù di li
: Lol :
Avatar utente
stefanoGe
Novellino
Novellino
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/05/2021, 11:59
Spot frequentati: Genova Sturla
Ali: Gong Wing Superpower 6, Ensis 4.5
Tavole: Gong Lance 5.8 (wing), Gong Zuma 7.3, Sup Naish Maliko 14 (race), Sup Kalama Imagine 12.6 (cruise)

Re: Diario di un principiante

Messaggio da stefanoGe »

Eh lo so. Oggi l’onda era relativamente alta (per capirci: i miei amici non sono venuti dove ero io causa troppa risacca).
Purtroppo questo è quello che passa al convento.
Tempo per andare in giro e cercare lo spot ideale non ce l’ho,vivo di finestre di 2-3 ore.
Effettivamente l’onda influiva perché sentivo proprio andare taaanto su e taaaanto giù (per dire: sentivo il su e giù nello stomaco,e sono pescatore da barca da 35 anni).
Oh,si insiste…
Avatar utente
perfect10
Fissato
Fissato
Messaggi: 749
Iscritto il: 10/10/2012, 17:16
Spot frequentati: toscana, termoli, gargano. nord adriatico.
Ali: religion rrd 9, 6, 4
Tavole: rrd maquina k pro, twin bros fish
Contatta:

Re: Diario di un principiante

Messaggio da perfect10 »

Non so che dirti...l importante è divertirsi...io mi diverto ad andare in foil : belleparole :
diciamo che quelli che vedo insistere con condizioni inadeguate ...li vedo insistere e basta da 8 mesi : Chessygrin : io posso affermare tutt ora che condizioni adeguate fanno miracoli anche ora che sono al 9°mese : Thumbup :
Faccio un altra riflessione che magari è soggettiva...calcola che faccio wsurf kite supwave...ma ti assicuro che col foil continuo a stupirmi di come il variare di una semplice circostanza (onda, corrente etc) influisca pesantemente sulla conduzione/accessibilità foil

stefanoGe ha scritto: 20/03/2022, 21:20 Eh lo so. Oggi l’onda era relativamente alta (per capirci: i miei amici non sono venuti dove ero io causa troppa risacca).
Purtroppo questo è quello che passa al convento.
Tempo per andare in giro e cercare lo spot ideale non ce l’ho,vivo di finestre di 2-3 ore.
Effettivamente l’onda influiva perché sentivo proprio andare taaanto su e taaaanto giù (per dire: sentivo il su e giù nello stomaco,e sono pescatore da barca da 35 anni).
Oh,si insiste…
Avatar utente
stefanoGe
Novellino
Novellino
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/05/2021, 11:59
Spot frequentati: Genova Sturla
Ali: Gong Wing Superpower 6, Ensis 4.5
Tavole: Gong Lance 5.8 (wing), Gong Zuma 7.3, Sup Naish Maliko 14 (race), Sup Kalama Imagine 12.6 (cruise)

Re: Diario di un principiante

Messaggio da stefanoGe »

Dunque, giornata (pausa pranzo di oggi).
vento di ponente rafficato.

Ormai l'andatura con vela su lato sinistro (sono avanti destro) è abbastanza gestibile. Fatico ad attivare il foil ma rispettivamente:
- riesco ad allontanare la tavola dal wing e viceversa per evitare che mi finisca sotto;
- riesco a pompare con le braccia senza cadere;
- riesco a pompare la tavola senza cadere.
- riesco a bolinare in ginocchio ambo i lati. Rientro a riva quindi assicurato.

il casino rimane la vela lato destro.
Alzarmi con vela lato destro e avanti destro mi risulta impossibile.
Sto facendo esercizi per andare avanti sinistro, ma è come reimparare a camminare.
Oggi appunto l'ho dedicato a capire come andare avanti sinistro, forse stimolato da un amico che mi girava intorno e sono riuscito a fare dei metri (anche per non fare la figura nell'inetto...).

Devo capire se rassegnarmi a cambiare piede avanti quando viro/strambo, o se imparare ad andare in switch.

Comunque oggi leggero progresso. Non so se ha alcuna correlazione ma sto leggermente perdendo peso e ormai ho una agilità diversa sulla tavola.

Credo il piano sia:
- devo fare ancora un uscita per concretizzare meglio la gestione del wing lato 'sbagliato'
- poi provo l'uscita a 18-20 nodi. Ci dò un 40% di possibilità che riuscirò ad andare in foil rimandendoci (per ora son riuscito solo pochi secondi).
- sto cercando una 5 mq per il giorno dei 18-20 perchè temo che la 6 mi risulti difficile da gestire.

Insomma, manca poco.
Avatar utente
Zitrone
Saggio e Moderatore
Messaggi: 10182
Iscritto il: 10/02/2011, 14:03
Spot frequentati: Campo di Mare (RM) - Ladispoli (RM) - Marina di San Nicola (RM)
Ali: Ozone Edge13-Reo9/7-ImpQ2-Frenzy10-Kitech FreeRS15-EF Vertical19-Pansh BlazeII5-7,Flux4
Tavole: OnlylocalsULW - OnlylocalsHW - ZitroAlaia - Laola Mutant - surfino Arriba - ZitroFoil
Località: Ladispoli
Contatta:

Re: Diario di un principiante

Messaggio da Zitrone »

stefanoGe ha scritto: 23/03/2022, 15:24 Alzarmi con vela lato destro e avanti destro mi risulta impossibile.
Sto facendo esercizi per andare avanti sinistro, ma è come reimparare a camminare.
Oggi appunto l'ho dedicato a capire come andare avanti sinistro, forse stimolato da un amico che mi girava intorno e sono riuscito a fare dei metri (anche per non fare la figura nell'inetto...).

Devo capire se rassegnarmi a cambiare piede avanti quando viro/strambo, o se imparare ad andare in switch.
Mai provato il wing, ma sto imparando con l'hF col il kite e anche io le prime 2-3 uscite al lato NO neanche riuscivo a salire sulla tavola, poi magicamente ci sono riuscito e, nonostante sentivo di non avere il minimo controllo del mezzo : ahahah : mi ci trovavo stranamente "comodo", meglio che al lato buono. Le prime uscite sono drammatiche e demoralizzanti, ma insisti, è solo questione di tanta pratica.
Certo....un 15 nodi side con mare calmo aiuterebbero parecchio : Wink :
Non sono venditore/promoter ma mi hanno soprannominato
Ser Zitrone da Campo de Mare, prode paladino Ozone
Mi piace smanettare-modificare-autocostruire.
Vorrei fare kite più spesso :-(
Avatar utente
perfect10
Fissato
Fissato
Messaggi: 749
Iscritto il: 10/10/2012, 17:16
Spot frequentati: toscana, termoli, gargano. nord adriatico.
Ali: religion rrd 9, 6, 4
Tavole: rrd maquina k pro, twin bros fish
Contatta:

Re: Diario di un principiante

Messaggio da perfect10 »

stefanoGe ha scritto: 23/03/2022, 15:24 Dunque, giornata (pausa pranzo di oggi).

il casino rimane la vela lato destro.
Alzarmi con vela lato destro e avanti destro mi risulta impossibile.
Sto facendo esercizi per andare avanti sinistro, ma è come reimparare a camminare.
Oggi appunto l'ho dedicato a capire come andare avanti sinistro, forse stimolato da un amico che mi girava intorno e sono riuscito a fare dei metri (anche per non fare la figura nell'inetto...).
la domanda è?? ma con quale piano d'acqua stai provando?? liscio ?'chopposo? ondoso?? calcola che il foil...inteso col palo sotto la tavola...conferisce si stabilità laterale (nel piatto)... ma nel mosso moltiplica le sollecitazioni in coperta...e quindi le insicurezze....

ma provare col sup e vento forte a planare tecnicamente?? secondo me è preparatorio alla variante foillistica?? anche perchè aiuta al trasferimento di energia dalla wing tramite il tuo corpo alla tavola...concetto familiare a chi fa windsurf...voglio dire in altri temini...mi pare di capire che nella tua vita non hai mai sperimentato una dinamica diversa dal dislocamento? prova a planare senza foil...poi aggiungi la terza dimensione (sollevamento)....no?? : Rolleyes : : Rolleyes :

https://www.instagram.com/p/CMpVz0iIH4m ... _copy_link
Avatar utente
perfect10
Fissato
Fissato
Messaggi: 749
Iscritto il: 10/10/2012, 17:16
Spot frequentati: toscana, termoli, gargano. nord adriatico.
Ali: religion rrd 9, 6, 4
Tavole: rrd maquina k pro, twin bros fish
Contatta:

Re: Diario di un principiante

Messaggio da perfect10 »

mi spiego meglio...i miei primi voli...sono state planate a bassa quota con vento > 20 nodi...dove planare si intende planata windsurfistica...poi pian pianino a cercare l'altezza. la transizione tra dislocamento e volo è stata planata sostenuta dal foil.
per quello ti dico di sperimentare in qualche forma la planata (magari farlocca come può essere quella di un sup) con un bel ventone ...
la butto li perchè vedo che chi non viene dal windsurf...è in difficoltà...poi magari ci saranno di sicuro altri approcci metodologici... : Rolleyes :
Avatar utente
stefanoGe
Novellino
Novellino
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/05/2021, 11:59
Spot frequentati: Genova Sturla
Ali: Gong Wing Superpower 6, Ensis 4.5
Tavole: Gong Lance 5.8 (wing), Gong Zuma 7.3, Sup Naish Maliko 14 (race), Sup Kalama Imagine 12.6 (cruise)

Re: Diario di un principiante

Messaggio da stefanoGe »

Ciao
ottima l'idea del SUP ma devo trovarlo, al momento ho due sup RACE larghi credo 25, non proprio l'ideale da portare nel vento. Ma posso provarci.
Al momento esco principalmente con acqua pressoché piatta o onda di scaduta, con vento di tramontana o ponente.
L'alternativa è lo scirocco, che purtroppo increspa molto il mare.
Vero anche che io non ho mai condotto alcunchè che non fosse dislocante. Ho pure due barche, a scafo dislocante (non planante).
Ma neanche ho mai condotto alcun mezzo a vento...
Avatar utente
stefanoGe
Novellino
Novellino
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/05/2021, 11:59
Spot frequentati: Genova Sturla
Ali: Gong Wing Superpower 6, Ensis 4.5
Tavole: Gong Lance 5.8 (wing), Gong Zuma 7.3, Sup Naish Maliko 14 (race), Sup Kalama Imagine 12.6 (cruise)

Re: Diario di un principiante

Messaggio da stefanoGe »

Dunque, ieri uscita quasi decente.
i numerosi esercizi per andare avanti piede sinistro hanno funzionato. Ossia: un paio di ore di longskate avanti sinistro (varie abrasioni ma ora vado), un ora in mezzo al mare con l'ondina in sup avanti sinistro (diversi bagni, ma ora vado).
ieri quindi sono riuscito, non senza bestemmie, a bolinare a riva. Ho zigzagato come un disperato ma sono rientrato a terra 'a vento'.
Permane vento bucatissimo, ergo ora vado in uno spot alternativo perchè qua mi sono rotto.
Perchè io non so gli altri, ma quando arriva la folata vado. Pompo e sembra che la tavola accenni un timido sollevamento.
Poi basta, finito il vento. E patapumfete.
Anche perchè smette di botto, e mi sbilancia.

Sto iniziando a capire anche come gestire l'ala per evitare che finisca sempre sotto la tavola, appena accelero. Bisogna stare sempre attenti a dare un colpettino di pompatina appena sembra avvicinarsi all'acqua. E fin qui, un passo avanti.

Adesso mi serve urgentemente un posto che non faccia raffiche sporche (credo prenderò ferie e andrò a Voltri). Nel senso, vorrei riuscire ad avere trazione del vento per 5 minuti di fila, senza strattoni delle folate e pause di assenza di vento, perchè sennò non imparo un accidente e mi stanco tantissimo.

Ho passato cosi tanto tempo fermo ad aspettare folate per partire che ormai credo di aver sviluppato un equilibrio invidiabile. Però adesso voglio andare.

Morale altalenante, però credo che passato questo scoglio iniziale la curva di apprendimento diventerà più ripida. Non vorrei dire una belinata ma credo che quando riuscirò ad andare in foil sarà quasi più facile di queste sessioni in dislocamento dove sono una pentolaccia per le onde.
Avatar utente
perfect10
Fissato
Fissato
Messaggi: 749
Iscritto il: 10/10/2012, 17:16
Spot frequentati: toscana, termoli, gargano. nord adriatico.
Ali: religion rrd 9, 6, 4
Tavole: rrd maquina k pro, twin bros fish
Contatta:

Re: Diario di un principiante

Messaggio da perfect10 »

hai già colto un principio basilare...bisogna mettersi in condizione di fare metri e metri in foil; per cui occorre uscire in posti in cui il vento sia costante e superiore >15 nodi in modo da azzerare i fattori oggettivi meteo in gioco; altrimenti non saprai mai se stai sbagliando tu o e il vento che fa cilecca o cose strane; le folate stile lago della cippa servono a poco...vedo persone che non hanno capito questo aspetto basilare che sono mesi che sono inchiodate. quindi devi trovare spot idoneo...pena diluizione dei tempi di apprendimento o semi impossibilità. io non conosco i tuoi spot...ma sono uscito a voltri col 90 litri wave windsurf!!!! vale a dire che sicuramente fuori il vento è disteso...non è sempre coì con i venti da terra anzi spesso troverai ciofeche on off che servono a poco o niente... : Sig : : Sig : : Sig :



stefanoGe ha scritto: 01/04/2022, 9:41 Dunque, ieri uscita quasi decente.
i numerosi esercizi per andare avanti piede sinistro hanno funzionato. Ossia: un paio di ore di longskate avanti sinistro (varie abrasioni ma ora vado), un ora in mezzo al mare con l'ondina in sup avanti sinistro (diversi bagni, ma ora vado).
ieri quindi sono riuscito, non senza bestemmie, a bolinare a riva. Ho zigzagato come un disperato ma sono rientrato a terra 'a vento'.
Permane vento bucatissimo, ergo ora vado in uno spot alternativo perchè qua mi sono rotto.
Perchè io non so gli altri, ma quando arriva la folata vado. Pompo e sembra che la tavola accenni un timido sollevamento.
Poi basta, finito il vento. E patapumfete.
Anche perchè smette di botto, e mi sbilancia.

Sto iniziando a capire anche come gestire l'ala per evitare che finisca sempre sotto la tavola, appena accelero. Bisogna stare sempre attenti a dare un colpettino di pompatina appena sembra avvicinarsi all'acqua. E fin qui, un passo avanti.

Adesso mi serve urgentemente un posto che non faccia raffiche sporche (credo prenderò ferie e andrò a Voltri). Nel senso, vorrei riuscire ad avere trazione del vento per 5 minuti di fila, senza strattoni delle folate e pause di assenza di vento, perchè sennò non imparo un accidente e mi stanco tantissimo.

Ho passato cosi tanto tempo fermo ad aspettare folate per partire che ormai credo di aver sviluppato un equilibrio invidiabile. Però adesso voglio andare.

Morale altalenante, però credo che passato questo scoglio iniziale la curva di apprendimento diventerà più ripida. Non vorrei dire una belinata ma credo che quando riuscirò ad andare in foil sarà quasi più facile di queste sessioni in dislocamento dove sono una pentolaccia per le onde.
fishsupper
Sprecavento
Sprecavento
Messaggi: 40
Iscritto il: 19/03/2022, 16:18
Spot frequentati: North Adriatic
Ali: Duotone Echo 6
Tavole: Nessuna

Re: Diario di un principiante

Messaggio da fishsupper »

perfect10 ha scritto: 01/04/2022, 15:34 hai già colto un principio basilare...bisogna mettersi in condizione di fare metri e metri in foil; per cui occorre uscire in posti in cui il vento sia costante e superiore >15 nodi in modo da azzerare i fattori oggettivi meteo in gioco; altrimenti non saprai mai se stai sbagliando tu o e il vento che fa cilecca o cose strane; le folate stile lago della cippa servono a poco...vedo persone che non hanno capito questo aspetto basilare che sono mesi che sono inchiodate. quindi devi trovare spot idoneo...pena diluizione dei tempi di apprendimento o semi impossibilità. io non conosco i tuoi spot...ma sono uscito a voltri col 90 litri wave windsurf!!!! vale a dire che sicuramente fuori il vento è disteso...non è sempre coì con i venti da terra anzi spesso troverai ciofeche on off che servono a poco o niente... : Sig : : Sig : : Sig :



stefanoGe ha scritto: 01/04/2022, 9:41 Dunque, ieri uscita quasi decente.
i numerosi esercizi per andare avanti piede sinistro hanno funzionato. Ossia: un paio di ore di longskate avanti sinistro (varie abrasioni ma ora vado), un ora in mezzo al mare con l'ondina in sup avanti sinistro (diversi bagni, ma ora vado).
ieri quindi sono riuscito, non senza bestemmie, a bolinare a riva. Ho zigzagato come un disperato ma sono rientrato a terra 'a vento'.
Permane vento bucatissimo, ergo ora vado in uno spot alternativo perchè qua mi sono rotto.
Perchè io non so gli altri, ma quando arriva la folata vado. Pompo e sembra che la tavola accenni un timido sollevamento.
Poi basta, finito il vento. E patapumfete.
Anche perchè smette di botto, e mi sbilancia.

Sto iniziando a capire anche come gestire l'ala per evitare che finisca sempre sotto la tavola, appena accelero. Bisogna stare sempre attenti a dare un colpettino di pompatina appena sembra avvicinarsi all'acqua. E fin qui, un passo avanti.

Adesso mi serve urgentemente un posto che non faccia raffiche sporche (credo prenderò ferie e andrò a Voltri). Nel senso, vorrei riuscire ad avere trazione del vento per 5 minuti di fila, senza strattoni delle folate e pause di assenza di vento, perchè sennò non imparo un accidente e mi stanco tantissimo.

Ho passato cosi tanto tempo fermo ad aspettare folate per partire che ormai credo di aver sviluppato un equilibrio invidiabile. Però adesso voglio andare.

Morale altalenante, però credo che passato questo scoglio iniziale la curva di apprendimento diventerà più ripida. Non vorrei dire una belinata ma credo che quando riuscirò ad andare in foil sarà quasi più facile di queste sessioni in dislocamento dove sono una pentolaccia per le onde.
Scusa se mi intrometto ma hai detto il primo comandamento per imparare uno sport acquatico con vento come mezzo di spinta... ovvero più c'è vento più impari subito!!! Ovviamente entro un certo range; conosco gente che in 15 giorni di Brasile ha imparato a andare in kite e bolinare, cosa che io ci misi un estate intera nel 2002 con tutti i limiti tecnici che avevano le attrezzature di prima
Avatar utente
stefanoGe
Novellino
Novellino
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/05/2021, 11:59
Spot frequentati: Genova Sturla
Ali: Gong Wing Superpower 6, Ensis 4.5
Tavole: Gong Lance 5.8 (wing), Gong Zuma 7.3, Sup Naish Maliko 14 (race), Sup Kalama Imagine 12.6 (cruise)

Re: Diario di un principiante

Messaggio da stefanoGe »

Credo che sia simile anche al surf da onda. Fintanto che non trovi uno spot con onda lunga e ben fatta,che stai sulla tavola 15-20 secondi,oppure impari solo a fare dei gran take-off basta.
Insomma,credo che star lì a fare L’equilibrista con 7 nodi miabbia reso molto agile a salire in piedi. Sembro un capriolo. E li la storia finisce,non ci sarà mai progresso.
Extrema ratio andrò a trovare la famiglia a Salo’ (mia madre e tutto quel lato della mia famiglia viene da lì).
A quel punto me ne frego della Tramontana o di non tornare a riva.
Basta atterrare sul lato bresciano e un parente che mi raccatta lo trovo. Ma soprattutto al bar mi servono un ‘Pirlo’ e non uno ‘spritz’ (battuta solo per bresciani gardesani).
Avatar utente
stefanoGe
Novellino
Novellino
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/05/2021, 11:59
Spot frequentati: Genova Sturla
Ali: Gong Wing Superpower 6, Ensis 4.5
Tavole: Gong Lance 5.8 (wing), Gong Zuma 7.3, Sup Naish Maliko 14 (race), Sup Kalama Imagine 12.6 (cruise)

Re: Diario di un principiante

Messaggio da stefanoGe »

Anche perché mi sembra di intuire che una tavola da wing foil non sia esattamente progettata come un mezzo con cui andare ore e ore in dislocamento. È un ripiano che:
- deve un minimo galleggiare intanto che tiri su il wing
- deve darti un appoggio ai piedi per governare il foil.

Per il resto come mezzo di navigazione è una ciofeca. Probabilmente quando attivo il foil sarà tutto un po’ più semplice.
Avatar utente
giò2
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 156
Iscritto il: 08/05/2020, 16:18
Spot frequentati: Donnalucata, Sicilia Sud
Ali: Duotone Slick
Tavole: loose patriot 4.4, gong Lemon 4.8

Re: Diario di un principiante

Messaggio da giò2 »

Grande! Non mollare, considera che hai scelto il periodo dell'anno peggiore per iniziare... Anche qui in Sicilia, vento totalmente inaffidabile, freddo e grigio sia in cielo che in acqua... Ieri il massimo, mareggiata in scaduta da levante con vento da ponente con 5/15 nodi, shorebreak assassino... Sono uscito e rientrato dopo due bordi... La corrente sott'acqua era così forte da rendere difficilissimo stare in ginocchio sulla tavola e ripartire. In più in un frullatone, ho anche
tagliato con il foil un pezzetto della parte finale della leading edge, che solo per ora fortuna non è esplosa..... Ma tutto fa .... Soprattutto venire voglia di tornare in Brasile...
mckite
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 301
Iscritto il: 10/03/2011, 13:26
Spot frequentati: ancona
Ali: sto meditando
Tavole: foil

Re: Diario di un principiante

Messaggio da mckite »

Qua in zona Conero questo è in assoluto il periodo migliore dell'anno. ... giornate lunghe e abbastanza calde ...posteggi liberi e spiagge deserte .... se non hai da fare puoi uscire quasi tutti i giorni nel raggio di 30 km con quasi tutte le direzioni di vento.
Avatar utente
silversurfer
Fancazzista
Fancazzista
Messaggi: 3148
Iscritto il: 10/02/2011, 9:16
Spot frequentati: Ancona
Ali: Wing Takoon 6 e 4, Kite Ozone Edge 10, Summit 12-8, Access 4
Tavole: Tavola Newind 90 lt. Hydrofoil Sabfoil M82W950
Località: Ancona

Re: Diario di un principiante

Messaggio da silversurfer »

acqua piatta l'ho già detto? : Lol : fai qualche kilometro con la macchina e trovati uno spot con l'acqua piatta se vuoi imparare
Avatar utente
stefanoGe
Novellino
Novellino
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/05/2021, 11:59
Spot frequentati: Genova Sturla
Ali: Gong Wing Superpower 6, Ensis 4.5
Tavole: Gong Lance 5.8 (wing), Gong Zuma 7.3, Sup Naish Maliko 14 (race), Sup Kalama Imagine 12.6 (cruise)

Re: Diario di un principiante

Messaggio da stefanoGe »

ciao silver,
il 'qualche km' lo posso fare molto raramente, quindi approfitto di ogni mezz'ora che strappo a lavoro/figli etc...per cacciarmi in mare.
va da sè che giorni come ad esempio oggi sono una chiavica, ossia mare mosso e onda abbastanza incasinata. Ma prendo tutto quello che viene.
Alcuni amici locali mi suggerivano di dotarmi, giusto per i giorni più incasinati, anche di una tavola di maggiore volume/lunghezza, in modo da non tribolare troppo.
Io ne son sempre stato alla larga in quanto qui sul forum ho spesso ricevuto il riscontro contrario.
Posso dire effettivamente che l'onda di oggi rompeva parecchio le scatole e qualche litro di volume in più avrebbe agevolato....
Rispondi